NASTRI d’ARGENTO 2014. TRIONFA VIRZI'. MIGLIOR ESORDIENTE PIF - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

NASTRI d’ARGENTO 2014. TRIONFA VIRZI'. MIGLIOR ESORDIENTE PIF

NASTRI d’ARGENTO 2014. TRIONFA VIRZI'. MIGLIOR ESORDIENTE PIF

Share This
"Il capitale umano" di Paolo Virzì stravince ai Nastri d'Argento con sei premi più il Premio Biraghi andato all'esordiente Matilde Gioli per la prima volta, nel film, sullo schermo. Oltre al Nastro per il regista del miglior film, "Il capitale umano" ha ricevuto infatti, premi anche per la sceneggiatura (ancora Virzì con Francesco Bruni e Francesco Piccolo), la scenografia (Mauro Radaelli), il sonoro (Roberto Mozzarelli), il montaggio (Cecilia Zanuso) e, ancora, per la coppia dei due straordinari attori protagonisti, Fabrizio Bentivoglio e Fabrizio Gifuni.

Pif con Paolo Virzì

Una notte davvero speciale quella della 68.ma edizione dei Nastri d'Argento che dal 1946 celebra il migliore cinema italiano. Sul palco del Teatro Antico di Taormina: Valeria Golino, Asia Argento, Anna Foglietta, Claudia Gerini, Pif, Claudio Santamaria, Valeria Solarino, Pierfrancesco Favino, Stefano Accorsi e tanti altri.

A sorpresa è "Song’e Napule" dei Manetti Bros., la migliore commedia 2013-2014 votata dai giornalisti cinematografici italiani. Al film, interpretato da Giampaolo Morelli e Alessandro Roja, Carlo Buccirosso e Paolo Sassanelli – tutti e quattro candidati ai Nastri 2014 tra i migliori attori - è stato consegnato il Nastro d'Argento per:migliore commedia, canzone originale, colonna sonora e attori non protagonisti. "Song’e Napule", tra le molte commedie anche fortemente innovative, ha segnato quest’anno una vera svolta nel gusto degli spettatori, conquistando subito parecchie nomination nel palmarès dei giornalisti.

Pif - Pierfrancesco Diliberto - Nastro d'Argento per l'opera prima "La mafia uccide anche d'estate" e anche per il miglior soggetto (con Michele Astori e Marco Martani) vince anche il Premio Hamilton Behind the camera-Nastri d'Argento alla seconda edizione. Nel cast Cristiana Capotondi, Claudio Gioé e Ninni Bruschetta. Il film è ambientato a Palermo tra gli anni '70 e '90 e pone al centro della trama un bambino di otto anni di nome Arturo. Una una storia d'amore che racconta i tentativi di Arturo di conquistare l'amata compagna di banco Flora, di cui si è innamorato alle elementari.Sullo sfondo di questa storia sentimentale, scorrono e si susseguono gli episodi di cronaca accaduti in sicilia tra gli anni '70 e '90.

Premiato anche Stefano Accorsi, regista esordiente del corto "Io non ti conosco" in cui affronta il doppio ruolo di regista e attore protagonista con Vittoria Puccini e Gianfelice Imparato. "Io non ti conosco" racconta una storia vera, scritta da Stefano Accorsi insieme a Marianna Cappi e Francesco Bruni. Una piccola ma intensa storia sull’amore, raccontata anni fa da un fioraio proprio all’attore e che ruota intorno a Massimo, un uomo che dopo molti anni di matrimonio si scopre ancora profondamente innamorato della moglie. Un sentimento che, con un impeto impulsivo, lo porterà da un fioraio e il semplice gesto svelerà realtà inaspettate. "Sì, qualche anno fa un fioraio mi raccontò una vicenda che non ha mai smesso di girarmi in testa - racconta Accorsi - Una storia semplice che però dice tanto della vita dei suoi protagonisti. Fondere la mia esperienza di attore in questa nuova dimensione di regista è stato molto stimolante”. Un esordio anche per Yoox Group, per la prima volta nel ruolo di produttore cinematografico, in collaborazione con 09 Produzioni e Stephen Greep.

I Giornalisti Cinematografici hanno assegnato a Valeria Golino per il debutto alla regia nel cortometraggio con "Armandino e il Madre". Un premio che le ha portato molta fortuna: un anno fa a Taormina il bis con il successo e il Nastro per "Miele".

Al successo di Asia Argento con "Incompresa" e alla sua grinta va il Nastro d'Argento Bulgari già andato a Valeria Bruni Tedeschi e a Matteo Garrone, realizzato per il Sngci, ancora una volta, in un'edizione speciale.

I Nastri sono andati anche a "Allacciate le cinture", di Ferzan Ozpetek che ha visto vincere il suo casting director Pino Pellegrino, alla prima edizione di un nuovo Nastro, e le attrici Kasia Smutniak e Paola Minaccioni, premiate (anche da Serapian) proprio dal regista del film.

Per "Smetto quando voglio" il premio al miglior produttore condiviso da Domenico Procacci e Matteo Rovere. Daniele Ciprì (Salvo) ha vinto per la fotografia, a Milena Canonero, premio Oscar, ancora un Nastro per i costumi (Grand Hotel Budapest e Something Good). A Claudia Gerini, è stato assegnato il Premio Cusumano-Nastri d'Argento per la Commedia.

Tra i Premi speciali di quest'edizione il Nastro a Dino Trappetti per i 50 anni della Sartoria Tirelli e alla carriera- consegnati a Roma- per Piero Tosi, Marina Cicogna, Francesco Rosi. 

Ad Alice Rohrwacher, Grand Prix solo poche settimane fa al Festival di Cannes, quattro candidature tra le ‘cinquine’ per "Le Meraviglie", il Premio speciale per il successo internazionale del suo film, un exploit a Cannes a pochi mesi dall’Oscar® di Paolo Sorrentino con "La grande bellezza" che ai Nastri aveva avuto subito una pioggia di candidature e quattro premi già nel 2013. 

"Ancora una volta i Nastri, premiando con il cinema d'autore la freschezza di molte novità, segnalano quest'anno un autentico 'ricambio' del cinema italiano accendendo un riflettore, non solo attraverso il voto ma con le scelte di una pioggia premi speciali, proprio su una nuova generazione di attori e segnalando il rapporto con il cinema del reale che ha segnato, imprevedibilmente anche la commedia e le molte interessanti opere prime di quest'anno", sottolinea Laura Delli Colli a nome del Direttivo Nazionale.

E’ Marco Giallini il vincitore del “Premio Nino Manfredi” che torna a Taormina, nella città di Erminia Manfredi. Un’iniziativa dei giornalisti cinematografici condivisa dalla famiglia Manfredi e dal sindaco Eligio Giardina per ricordare un personaggio molto amato, di cui ricorre quest’anno il decennale della scomparsa. Ricevono con lui il riconoscimento intitolato a Manfredi, anche Claudio Amendola per il suo esordio alla regia nella commedia e Edoardo Leo, al quale la famiglia Manfredi è particolarmente legata non solo da stima e affetto, ma anche da un prossimo progetto teatrale in memoria di Nino. L’omaggio dei Nastri d’Argento a Nino Manfredi torna al Teatro Antico nella serata dei Nastri d’Argento - come sempre organizzata insieme a Taormina Arte - a cinque anni dalla sua prima edizione voluta nel 2009 nella sua città natale proprio da sua moglie Erminia, che ha accolto con grande entusiasmo la proposta del Sindacato e ha voluto siglare con due premi speciali anche l’anniversario di Nino, proprio in queste settimane al centro di una celebrazione internazionale. “Sono grata al Sindacato e in particolare alla sua Presidente, Laura Delli Colli - ha commentato Erminia - per avermi proposto di tornare a casa e avermi convinto a farlo. Taormina ha per me un significato speciale e Nino, fino ai suoi ultimi giorni, ha avuto un’attenzione affettuosa dalla stampa cinematografica che oggi quest’iniziativa conferma”.

Premio di interesse culturale nazionale, i Nastri d’Argento, quest’anno alla 68.ma edizione, sono una produzione del SNGCI – Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, realizzata con Taormina Arte e il sostegno del MiBACT, Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo - Direzione generale per il cinema e a Roma con il patrocinio della Regione Lazio. Main sponsor: BNL- Gruppo BNP Paribas. Partner istituzionali: Regione Siciliana, Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo, Sensi Contemporanei, Sicilia Film Commission, DPS –Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica e Taormina Arte. Sponsor privati 2014: Porsche, Bulgari, Persol, Hamilton, Cusumano, Falconeri, Parisi, Serapian, Art Hair Studios-Wella. Partner tecnici: GE Gruppo Eventi e a Taormina Videobank.

Nastri in tv su Rai 1 nel Cinemagazine speciale sul cinema italiano, realizzato a Taormina in questo week end, che andrà in onda il 15 luglio prossimo in seconda serata


Antonella Di Pietro


Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad