Breaking News

STORIA E STORIE ATTORNO AL VULCANO. 4 MUSEI PER UN WEEKEND IN SICILIA

Il circuito dei Musei Etnei in un tour culturale tra antichità e reperti storici, sculture in pietra lavica, pupi siciliani, dipinti. Degustazione finale di prodotti tipici locali con un welcome coffee.



In occasione dell’evento organizzato dai Musei Etnei del Distretto Taormina Etna “4 Musei x 1 Week End", l'Associazione Naturalistica e Culturale "Etna 'Ngeniousa" offre la possibilità di visitare i nuovissimi musei inaugurati nel maggio scorso, e scoprire e raccontare le fantastiche storie che raccontano e tramandano. Storie di dei ed eroi, ammiragli ed artisti, sempre vissute sul filo delle emozioni e della poesia.

Ci sono molti modi per vivere la Sicilia: conoscerne la storia, avvicinarsi alla tradizione, immergersi nella lussureggiante natura e studiarne la cultura millenaria. Il Circuito dei Musei Etnei è tutto questo e molto di più: una proposta variegata, completa e diversificata, per chi ama la Sicilia in tutte le sue sfaccettature e desidera immergersi a fondo nella sua atmosfera per gustarne le bellezze in prima persona.

Bronte, Maletto, Randazzo e Linguaglossa: quattro paesi con un patrimonio culturale eterogeneo eppure caratterizzato dai forti tratti comuni. Le origini preistoriche e greche, la civiltà contadina, l’arte e l’artigianato artistico locale: ecco di cosa si compone l’offerta culturale del circuito museale, un anello circolare che abbraccia l’Etna. I 4 Musei sono le tappe fondamentali di un percorso di visita ricco e variegato attorno al Vulcano.


Maletto “Museo Civico Archeologico Salvo Nibali” - L’edificio dell’ex Macello di Maletto, realizzato nel 1952, contiene un vasto patrimonio culturale, archeologico e demo-etno-antropologico, con reperti che vanno dall’età preistorica a quella greca, e costumi, strumenti e oggetti della vita e della cultura contadina etnea, organizzati in percorsi espositivi didatticamente chiari e di agevole fruibilità.

Bronte “Castello di Nelson e museo all’aperto di sculture in pietra lavica” - Il complesso monumentale è costituito dal Castello Nelson, che deve il suo nome al celebre ammiraglio inglese Horatio Nelson, dalla Chiesa di S. Maria di Maniace e dal rigoglioso parco annesso, che ospita un vero e proprio “museo en plein air”, un viale dell’arte ricco di sculture e fruibile attraverso percorsi tematici, per immergersi nel contesto storico e naturalistico della Ducea.

Randazzo “Museo dell’Opera dei Pupi” - Ex macello comunale, oggi ospita una ricca collezione di pupi d’epoca: 39 esemplari di alto valore storico e artistico, costruiti fra ‘800 e ‘900 da Pupari storici della scuola catanese e vestiti con stoffe pregiate ed armature in metallo cesellato. Un allestimento originale e funzionale per conoscere il fascino e la cultura dell’Opera dei Pupi e partecipare a interessanti laboratori.

Linguaglossa “Museo F. Messina – Sala espositiva S. Incorpora” - L'Esposizione Incorpora presso Ex Casa del Fascio di Linguaglossa presenta l’opera del maestro Salvatore Incorpora, scultore e artista poliedrico apprezzato per i suoi presepi artistici, per le tele e le sculture. L’allestimento museografico propone un percorso espositivo dalle linee semplici ed essenziali, che punta alla valorizzazione della vasta collezione del maestro Incorpora nella sua diversità.

I 4 Musei ti aspettano per rivelarti le loro eccellenze con un tour gratuito. Primo appuntamento sabato 29 agosto e domenica 30 agosto, alle ore 9 in Piazza Michelangelo, visita del Museo di Maletto con l’accompagnamento musicale, dal sapore arcaico ed evocativo, dello spacedrum grazie alla presenza del maestro Armando Xibilia.


La partecipazione è gratuita ma per motivi organizzativi si prega di confermare la presenza entro venerdi 28 agosto: asso.etnangeniousa@gmail.com - 338.1441760





A.D.P.

Nessun commento