MESSINA - STEFANO BOLLANI LIVE - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura


Nell'incantevole scenario dello Stretto di Messina si è esibito ieri sera, nell'Arena della Fiera, il grande pianista jazz Stefano Bollani. Il concerto, tappa unica in Sicilia, ha concluso la rassegna Messina Sea Jazz Festival curata dal M° Giovanni Mazzarino, riscuotendo un buon successo di pubblico che lo ha seguito con molto interesse ma anche con palese divertimento. Bollani, infatti, oltre alla sua indiscussa bravura, ha mostrato una vis ironica davvero notevole ed ha deliziato gli astanti con dei suoi personalissimi pezzi dedicati a Fred Bongusto, Franco Battiato e Jovanotti interpretati nel loro stile. Il live si è aperto con un meraviglioso pezzo di Vinicius de Moraes "Io so che ti amerò", inserito nell'album "La voglia la pazzia l'incoscienza l'allegria" dove il Maestro brasiliano duettava con Ornella Vanoni e Toquinho. 

Bollani non si è risparmiato e, contagiato dal'entusiasmo del parterre che lo ha applaudito a scena aperta, ha regalato brani indimenticabili in chiave jazz, come l'omaggio musicale al M° Nino Rota autore di tutte le colonne sonore dei film di Federico Fellini. 

Stefano Bollani si è affermato nel jazz collaborando con grandissimi musicisti quali Richard Galliano, Phil Woods, Lee Konitz, Miroslav Vitous, Han Bennink, Aldo Romano, Michel Portal, Gato Barbieri, Pat Metheny, Chick Corea, Bobby McFerrin, Franco D' Andrea, Martial Solal, Uri Caine, John Abercrombie, Kenny Wheeler, Greg Osby e altri, sui palchi piú prestigiosi del mondo (da Umbria Jazz al festival di Montreal, dalla Town Hall di New York alla Fenice di Venezia, fino alla Scala di Milano). Fra le tappe della sua carriera, fondamentale è la collaborazione iniziata nel 1996, e da allora mai interrotta, con il suo mentore Enrico Rava. 

Piccola curiosità: è apparso come personaggio, col nome di Paperefano Bolletta, in due storie a fumetti del settimanale Topolino, rivista di cui è stato ufficialmente nominato Ambasciatore.


Antonella Di Pietro©



Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad