PERCORRERE ANTONELLO E LA SUA SCUOLA AL MUSEO REGIONALE DI MESSINA - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

PERCORRERE ANTONELLO E LA SUA SCUOLA AL MUSEO REGIONALE DI MESSINA

PERCORRERE ANTONELLO E LA SUA SCUOLA AL MUSEO REGIONALE DI MESSINA

Share This

Dopo il successo dell'edizione precedente e di Percorrere la Natività, ed in occasione dell'iniziativa del Mibact #DomenicalMuseo, ”Percorrere Antonello" torna domenica I febbraio al Museo Regionale di Messina ed organizza una visita guidata rigorosamente tematica. 



"Indagheremo a fondo l'unica opera certa di Antonello conservata a Messina - dicono gli organizzatori - e questo ci condurrà a riscoprirlo anche come maestro e fondatore di una scuola di pittura che fino a metà '500 conterà su una prolifica produzione. Intricate vicende familiari si legheranno ad un'indagine sull'iconografia e le tecniche pittoriche". 

La Passeggiata Urbana rappresenta un’esperienza che permette di ripercorrere le tracce della città “Antonelliana”, facendo riferimento anche ai luoghi dedicati da Messina al suo illustre concittadino. Messina vanta di aver dato i natali ad Antonello (1430?-1479) ma è l’artista stesso che omaggia più volte la sua città, anche quando si trova lontano da essa. In Antonello la visione si fa memoria, il paesaggio si accende di un lirismo che lascia lo spettatore commosso come nello stralcio abbagliato di luce della città medievale della Pietà del Prado, nelle absidi francescane della Pietà Correr e nelle Crocifissioni che lasciano intravedere il paesaggio onirico che è ricordo, nostalgia e vita.

Dopo il successo delle passeggiate urbane, “Percorrere Antonello” diventa progetto, attraverso l’incontro con il CTS (Centro Turistico Studentesco e Giovanile di Messina) con l’obiettivo di realizzare nuove forme di fruizione del patrimonio artistico e culturale. Attraverso la figura, l’opera e le “tracce” antonelliane sparse in Sicilia e nel mondo, “Percorrere Antonello” promuove visite guidate, tour, divulgazione culturale, eventi per offrire ai viaggiatori nuove chiavi interpretative di svariare destinazioni turistico-culturali. "Percorrere Antonello" si trova anche sul Portale della Regione Sicilia

Appuntamento domenica 1 febbraio ore 10:00 davanti l'entrata del Museo Regionale di Messina. La visita guidata ha un costo di 5 € a partecipante. Prenotazione obbligatoria al 3477741923 o presso il CTS Messina 0906409922 o all'indirizzo e-mail percorrere.antonello@gmail.com.




1 commento:

  1. Abbiamo vissuto un intenso ed affascinante meeting per diffondere e stimolare, con lezioni magistrali ,la figura del nostro Concittadino. Non è agevole riportare gli interventi ben approfondi della prof.ssa Lia Fava (dell’ Univ: LUMSA-Roma-Supervisione scientifica Ass. ‘’Antonello’’, venuta da Roma a porgere il saluto e la voce letteraria di contenuti tradotti dalle pennellate ricchissime di luci dei visi da contemplare e dei santi e di Gesù crocifisso in particolare…-Grande è stato il contributo del ‘’Maestro Santo’’nel Rinascimento europeo ben segnato alla fine del ‘400. –
    Tra simbolismi ed allegorie , complessi i legami tra Umanesimo e Rinascimento.Attraverso diverse dissolvenze e confronti ,abbiamo studiato il modo di osservare, leggere riflettere sulla ‘’rivoluzione’’ pittorica fiamminga, il cromatismo veneziano,la spazialità,la prospettiva e la luminosità dell’ arte di Antonello ,sempre alla ricerca (attraverso viaggi : a Napoli, Venezia, Roma…) di più complete visioni reali e toccanti…! Straordinaria la sottolineatura della ‘tecnica della pittura ad olio’ e della doppia ‘’velatura’’nonché della geometria applicata negli interni, apparentemente somiglianti ,con più parabole centrali e colonne in prospettiva , a templi sacri.
    Oltremodo interessante la voce sicura e ‘dolce melodia’ analisi degli sguardi dei Capolavori di Antonello, soprattutto considerando il timbro,il colore, ed il calore espressivo di gente del nostro Sud(ritratto di Cefalù e…) così vicini al DNA, scolpiti in ogni dove nei suoi capolavori ( significativa la lettura di riflessioni di Sciascia e di altri illustri critici.)
    Stupenda la tipologia del ritratto,l’abbigliamento di vesti e capi,le scelte cromatiche e l’uso della luce,stesura pittorica…(richiamati in breve nella nostra precedente ‘scaletta ‘ didattica, suggerita da programmazione di Francesca Lo Presti dell’ AA.BB. di R.Calabria) proposte con diapositive comparate e riferenti ad altri autori italiani (Pisanello : immagine solo di profilo) e la stessa arte fiamminga, punto di partenza e di riferimento soprattutto iniziale. Acuta e penetrante in ogni intervento considerazioni nuove e ribaltanti step by step i precedenti Lavori…-
    Saremmo felicissimi proporre con un film la vita e le Opere di ‘’ Antonello da Messina docet’’.
    Riflettendo con amore e sentimento sulle suggestioni ‘’nustrani’’,( così come scrive A. Sarica nella ‘Gazzetta del Sud del 27 marzo 2014), Antonello ‘’viveva e meditava attorno : la Contrada Sicofanti, le maestose absidi di S.Francesco all’Immacolata, le torre ,i campanili… e laggiù la Marina e il porto, lo Stretto e l’Aspromonte…’’- Tutto appare così splendidamente rappresentato sugli sfondi di ambienti aperti e chiusi, ombrati e pluri lucenti.
    Roberto Lo Presti da Messina -

    RispondiElimina

Post Bottom Ad