Breaking News

SUCCESSO PER "RAFFINATI" LO SPETTACOLO FIRMATO RAM&ENI


L'Oratorio dell'Amicizia "Giovanni Paolo II" di Olivarella, splendido esempio di struttura capace di svolgere un ruolo sociale fondamentale per la comunità ed i giovani di San Filippo del Mela e di Milazzo, creata pian piano negli anni da Padre Dario Mostaccio, ha ospitato, nella sala adibita a teatro, giovedì 29 maggio, circa 300 studenti delle quinte elementari e delle scuole medie di San Filippo del Mela, che hanno assistito allo spettacolo "Raffinati", un progetto culturale sviluppato recentemente da ENI per creare un canale di comunicazione privilegiato fra cultura, energia e territorio utilizzando il linguaggio del teatro.

RAM ha voluto fortemente portare lo spettacolo qui sul territorio non solo perché lo ritiene strumento idoneo ad avvicinare i ragazzi all'arte teatrale, ma anche per raccontare, in maniera semplice ed adatta ad un pubblico di giovani studenti, un processo industriale complicato che, qualunque sia il giudizio personale, è "familiare" per tutti gli abitanti della Valle del Mela.

La prof.ssa Venera Calderone, Dirigente Scolastico dell'Istituto Comprensivo di San Filippo del Mela, ha accolto con entusiasmo la proposta della RAM di coinvolgere gli studenti filippesi.

I giovani spettatori hanno potuto partecipare ad una esperienza nuova e particolare, un modo nuovo di raccontare il processo di raffinazione, illustrandone la storia e le caratteristiche non attraverso una lezione tecnica o scientifica, bensì attraverso i codici del teatro, con utilizzo di un linguaggio adatto ad un pubblico giovane e con l'empatia che solo il teatro trasmette. Il titolo dello spettacolo fa perno sulla parola "Raffinati", rimandando ad un concetto che contiene in sé l'idea del miglioramento, del perfezionamento e dell'affinamento.

Nella rappresentazione si racconta l'attività della raffinazione del petrolio, vista come processo di trasformazione della materia da semplice a raffinata; è un processo, in questo caso applicato al petrolio, che sta alla base della produzione di qualunque oggetto o strumento utilizzato nella nostra vita.

Lo spettacolo si svolge nello studio di un artista al quale è stata commissionata un'opera che si caratterizzi come un omaggio alla raffinazione. In questo atelier d'artista entra una donna che è incaricata di fare le pulizie. E' il suo primo giorno di lavoro, non conosce l'artista ma conosce l'arte e mentre si aggira per lo studio cerca di capire su cosa stia lavorando il maestro. Ogni indizio che lei recupera è l'occasione per raccontare qualcosa sulla storia del petrolio a livello geologico e poi sul processo di raffinazione che quando è realizzato a regola d'arte può essere un processo avventuroso e affascinante. Lo stesso impianto di raffinazione viene assimilato in un quadro dell'artista ad un'opera d'arte contemporanea.

I giovani spettatori hanno partecipato con grande entusiasmo e alla fine dello spettacolo hanno reso l'occasione ancora più interattiva, con domande e osservazioni sia sulla rappresentazione a cui hanno assistito sia sul petrolio e sull'energia.

Al termine dello spettacolo i docenti dell'Istituto sono stati ospitati dalla RAM per una visita guidata in raffineria, già organizzata la scorsa settimana per i docenti delle scuole di Milazzo.

E' intenzione di RAM replicare lo spettacolo nel prossimo autunno per i ragazzi delle scuole di Milazzo.


Nessun commento