DALLA CALABRIA ALLA SICILIA RENZI FIRMA I PATTI MA A CATANIA SI PREPARA UNA CONTESTAZIONE - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

DALLA CALABRIA ALLA SICILIA RENZI FIRMA I PATTI MA A CATANIA SI PREPARA UNA CONTESTAZIONE

DALLA CALABRIA ALLA SICILIA RENZI FIRMA I PATTI MA A CATANIA SI PREPARA UNA CONTESTAZIONE

Share This

"Renzi non sei il benvenuto a Catania. Sabato 30 aprile contestiamolo ai Quattro Canti, via Di Sangiuliano angolo via Etnea.!". A scrivere un gruppo di cittadini catanesi sostenuto da alcune associazioni per l'arrivo del Presidente del Consiglio in Sicilia dopo la tappa in Calabria.



Dopo il Patto per la Campania appena firmato "dieci miliardi di euro con l’impegno a non sprecare mai più un solo centesimo di fondi europei", il Premier Matteo Renzi annuncia gli appuntamenti dei prossimi giorni che lo vedono nella mattina di sabato 30 aprile a Reggio Calabria per la solenne inaugurazione del Museo dei Bronzi di Riace e la contestuale firma del Patto per Reggio Calabria e del Patto per la Calabria. Sarà una "grande festa" annuncia Renzi che nel pomeriggio passerà lo Stretto per entrare in Sicilia con il fine di firmare il Patto per Palermo e il Patto per Catania, visitando entrambe le città, e promette, ricordando gli impegni assunti per rimettere a posto le strade in Sicilia, "la riapertura di  una delle arterie a quattro corsie chiuse dopo i crolli degli scorsi mesi".

Il sottosegretario Davide Faraone che sta organizzando la visita del Presidente del Consiglio prevede "l'arrivo di Renzi a Catania alle 15 per la firma del 'Patto' per la città, nel Teatro San Giorgio; subito dopo il premier inaugurerà, alle 17, il viadotto Palermo-Caltanissetta; a seguire terza tappa nel capoluogo siciliano, dove alle 18.30 nel teatro Massimo, firmerà il 'Patto per Palermo'."

Il programma del Masterplan per il Mezzogiorno prevede in  tutto quindici accordi: "Siamo a buon punto o abbiamo concluso  altri dodici accordi, al momento restano fuori solo la Città  metropolitana di Napoli e la Regione Puglia, ma la nostra porta  è sempre aperta e speriamo che anche quelle istituzioni vogliano  discutere con noi", ha detto Matteo Renzi. I Patti riguarderanno 8  regioni: Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna; e, oltre a Taranto, 7 Città Metropolitane che sono: Cagliari, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Catania, Messina e Palermo. "Ne firmeremo più o meno una alla settimana" ha detto Renzi che da buon fiorentino corre, anzi "frulla". "E del resto, - prosegue - se vogliamo davvero sbloccare l’Italia, dobbiamo utilizzare al meglio tutte le nostre energie".

Ma una parte di cittadini catanesi non ci stanno ed hanno organizzato per sabato 30 aprile, dalle ore 14,30 ai Quattro Canti, via Di Sangiuliano angolo via Etnea., la manifestazione "Renzi non sei il benvenuto a Catania" per contestare il Presidente del Consiglio. All'evento hanno aderito: ANPI, Azione Civile, Catania Bene Comune e Cobas Scuola.

"Il Governo Renzi sta massacrando i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori. Sta regalando i soldi alle banche sottraendoli a scuola, sanità, enti locali e servizi pubblici. - scrivono gli organizzatori - Il Governo Renzi disprezza la democrazia, che sta uccidendo con una legge elettorale autoritaria e una controriforma che smantella la Costituzione nata dalla Resistenza. Il Governo Renzi sta avallando le politiche xenofobe e razziste dell'Unione Europea, sta alimentando politiche di austerità che favoriscono la guerra tra poveri. Il Governo Renzi sta smantellando la scuola pubblica, il sistema pensionistico, lo stato sociale. È al servizio dell'alta finanza, dei signori del petrolio, dei poteri forti. Le catanesi e i catanesi non vogliono che il capo di un governo che sta svendendo e militarizzando la nostra terra (Sigonella, Muos, Frontex) sia accolto come se niente stesse succedendo. Matteo Renzi non è il benvenuto a Catania. Contestiamolo, sabato 30 aprile dalle ore 17 dalle ore 14,30 ai Quattro Canti, via Di Sangiuliano angolo via Etnea!".

Per adesioni scrivere sulla bacheca dell'evento:

Intanto, per chi volesse mettersi in contatto con il Premier oggi pomeriggio, dalle 15 alle 16, sarà in diretta su Facebook con il Matteo Risponde per, come annuncia lo stesso Renzi "domande e risposte in libertà"



Antonella Di Pietro


Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad