ore

Breaking

Post Top Ad

mercoledì 9 settembre 2015

I NUOVI INCREDIBILI IPHONE FIRMATI APPLE

"La sola cosa che è cambiata, è tutto". Esordisce così Apple per presentare i suoi nuovi smartphone, che in realtà sarebbero i vecchi. O meglio. Apple con la serie S ha sempre potenziato i modelli base. Anche stavolta il discorso non cambia: ci troviamo davanti a dispositivi esteticamente identici ai precedenti. La novità più grande è che sono stati enormemente potenziati. Insomma, vecchi fuori, ma totalmente nuovi dentro.



Apple conferma l'utilizzo della tecnologia Force Touch (già vista e apprezzata su Apple Watch), stavolta chiamata 3D Touch, ovvero un tocco a diversa intensità.
Colpisce il fatto che questa tecnologia andrà a modificare tutta l'interazione con l'interfaccia utente. Sarà possibile utilizzare il force touch quasi come se fosse il tasto destro del mouse, andando così a selezionare nuove opzioni.

La scocca sarà realizzata in alluminio serie 7000, più resistente dei modelli passati.

Il processore sarà l'A9. Apple promette una potenza di calcolo superiore del 70% e prestazioni grafiche migliorate del 90%.

La fotocamera passa adesso a 12mpx. La fotocamera anteriore sarà da 5mpx.
Si potranno registrare video in 4k.

Aggiornato anche l'ottimo sensore di impronte digitali (Touch ID di seconda generazione).

Per quanto riguarda prezzi e tagli di memoria, rimane tutto invariato rispetto alla generazione precedente. 
iPhone 6S nel taglio da 16GB, il modello base, dovrebbe quindi partire da 630 euro.

Il nostro parere...
La notizia era già nell'aria. Mai come questa volta Apple ha fatto centro, sbaragliando la concorrenza. Se iPhone 6 era già un telefono virtualmente "perfetto", grazie alle nuove dimensioni più moderne in linea col mercato, alla linea arrotondata in alluminio copiata da tutti, e soprattutto grazie all'eccellente ottimizzazione del software, Apple è riuscita a superare se stessa, presentando quello che ad oggi è probabilmente lo smartphone definitivo. Ciò che mancava ad iPhone 6 era la forza bruta dei Galaxy, e soprattutto la carenza di memoria RAM (1GB obbligava il ricaricamento forzato delle pagine su Safari o delle app aperte). Ma cosa succede se si aumentano potenza e capacità ad uno smartphone già fluido e veloce di suo? Risposta: si ottiene il nuovo iPhone.


©Bob

Nessun commento:

Posta un commento