ON-LINE IL PRIMO VINILE THE TRIP TAKERS - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

ON-LINE IL PRIMO VINILE THE TRIP TAKERS

ON-LINE IL PRIMO VINILE THE TRIP TAKERS

Share This

Dalla Sicilia la band che riporta in vita, con un’energia tutta nuova, le oniriche atmosfere degli psichedelici anni ’60. The trip takers, questo il nome della band che in ottobre ha lanciato il suo primo lavoro omonimo, rigorosamente in vinile, edito dall’etichetta toscana Area Pirata.

Un prodotto che fonde dimensioni musicali di evidente ispirazione beat, con sonorità che sfiorano e investono al contempo le influenze sixties anglo-californiane. Il risultato è un insieme coinvolgente ed equilibrato di atmosfere beat/garage ed intromissioni psichedeliche. L’uso di strumentazioni d’epoca e una tecnica di registrazione  volutamente lontana dal digitale e più incline agli effetti prodotti dall’analogico, danno vita a un prodotto finale che si discosta dalle produzioni contemporanee per dare vita ad atmosfere vintage incredibilmente autentiche.

“The Trip Takers” parte dalle basi lasciate a metà anni ’60 da band come Beatles e Byrds, per regalare 6 brani dal sapore retrò e al contempo straordinariamente capace di attrarre e coinvolgere come un qualcosa di nuovo. Il suono è dilatato, avvolgente, grazie a una cura quasi maniacale nella tecnica di registrazione e missaggio.

“I Trip Takers hanno la capacità di trasportarti in un mondo etereo e colorato. Di farti fare un ‘viaggio’, come promettono già con il loro nome, pur rimanendo fisicamente seduto sulla tua poltrona mentre ascolti il disco” dichiara il discografico Tiziano Rimonti, Area Pirata.

La band, già definita ‘rivelazione dell’anno’ dai blogger del settore, è impegnata nel tour di presentazione che porterà il suo sound anche in Europa. Ma non è tutto. Il gruppo ha infatti già le mani in pasta, o meglio, sugli strumenti, per la realizzazione di un nuovo album. Un continuum con quanto già prodotto, ma aperto a nuove sperimentazioni che immergeranno il beat garage del primo lavoro, in atmosfere in cui troveranno spazio le caldi sinuosità del rhythm’n blues. 

Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad