Caffè Letterario

[caffè letterario][grids]

Spettacolo e Cultura

[Spettacolo e Cultura][bsummary]

Sicilia

[Sicilia][bleft]

Politica

[Politica][bsummary]

Tech Cafè

[Tech Cafè][twocolumns]

TAORMINA OBIETTIVO RECUPERO BENI CULTURALI

Views:

Si è costituita l'Associazione "Taormina Obiettivo Recupero", abbreviata in A.C.T.O.R.  Lo scopo e le finalità dell'Associazione sono in particolar modo la salvaguardia e la divulgazione esterna, nazionale ed internazionale, dei Beni Culturali, Storici, Ambientali, Architettonici della Città di Taormina; la sensibilizzazione, della cittadinanza taorminese alla conoscenza e allo studio della Storia della città nel contesto storico siciliano ed internazionale; la sensibilizzazione alla conoscenza storica della città verso i flussi turistici internazionali, attraverso manifestazioni culturali di vario genere; l'attenzione e la salvaguardia dell'ambiente socio-culturale della Città di Taormina in tutti i suoi molteplici aspetti.

Tra i soci fondatori: Ambra Gaetana, Arrigo Piero (Presidente), Carbone Ignazio, Di Bennardo Pancrazio, Di Leo Daniela, Federico Maria, Lo Re Salvatore, Maricchiolo Carmelita, Papale Maria Teresa, Privitera Milena e Tudisco Salvatore. I soci fondatori hanno assunto come priorità quella di difendere, valorizzare e recuperare il Parco Duca di Cesarò,  acquisito al demanio pubblico nel 1923 dall'omonimo ministro, dopo che per volontà specifica era stato lasciato dalla fondatrice e proprietaria Lady Florence Trevelyan Cacciola alla Città di Taormina. Per questo, già sin dallo scorso anno, i soci fondatori hanno sensibilizzato la cittadinanza taorminese a partecipare all'ottava edizione dei "Luoghi del Cuore" organizzato dal  Fondo Ambiente Italiano e da Intesa Sanpaolo SpA, semplicemente accedendo al sito http://iluoghidelcuore.it/luoghi/taormina/villa-comunale-giardini-pubblici-parco-duca-di-cesaro/6798 e votando il luogo, in questo caso il Parco Duca di Cesarò di Taormina.

Inoltre, visto purtroppo in quale stato versano le particolari costruzioni, note come beehives, volute e fatte costruire da Lady Florence Trevelyan Cacciola, con conci di mattoni romani e medioevali, rinvenuti sul posto insieme a blocchi greci in pietra di Taormina e arricchite con terrazze e balconcini legno di cipresso anch'esso preso dal parco stesso, hanno preso a cuore la loro sorte.  Nei prossimi giorni la neonata Associazione consegnerà al sindaco di Taormina, Eligio Giardina una relazione sulla criticità  delle torrette del Parco “Giovanni Colonna” Duca di Cesarò” a pericolo di crollo per sollecitare la loro messa in sicurezza.



Lascia un commento
  • Blogger Puoi commentare con Blogger
  • Facebook Puoi commentare con Facebook

Nessun commento :

Salute e Ambiente

[Salute e Ambiente][twocolumns]

Attualità e Cronaca

[Attualità e Cronaca][list]

Opinioni

[Opinioni][bsummary]

Religione

[Religione][twocolumns]