ore

Breaking

Post Top Ad

martedì 6 settembre 2016

GALAXY NOTE 7 PUO' ESPLODERE: DISPOSITIVI RICHIAMATI ANCHE IN ITALIA. LEGGI IL COMUNICATO UFFICIALE SAMSUNG


Tutto vero, tutto confermato. Il Galaxy Note 7, ultimo nuovo smartphone (meglio: phablet) dotato di pennino, prodotto da Samsung, del quale vi avevamo parlato, rischia letteralmente di esplodere a causa di batterie difettose. Nel mondo, si contano già quasi 40 casi di telefoni che hanno preso fuoco. Si tratta di un colpo durissimo per Samsung, costretta già a richiamare oltre 3 milioni di dispositivi venduti a livello globale.

Sulla vicenda si è da poco pronunciata Samsung Italia, nella persona di Carlo Barlocco, Presidente e responsabile della divisione, il quale ha scelto Twitter per fare chiarezza sul punto. Prima con un Tweet generico: “La sicurezza dei consumatori è la nostra priorità per questo stiamo scrupolosamente effettuando ulteriori controlli su #GalaxyNote7”. Poi con una conferma inevitabile: “I consumatori potranno ottenere la sostituzione di #GalaxyNote7 con uno nuovo, appena disponibile o il rimborso totale. Info: http://www.samsung.com/it/support/newsalert/59196 oppure numero verde 800.025520 per chi desidera informazioni relative a #GalaxyNote7”. 

Galaxy Note 7 esploso

“Samsung è da sempre impegnata nella produzione di prodotti di alta qualità e prende in seria considerazione ogni segnalazione proveniente dai nostri clienti. In risposta ai casi riguardanti il Galaxy Note7 recentemente segnalati, abbiamo condotto una indagine approfondita ed abbiamo individuato una problematica nelle celle della batteria del nostro prodotto. Ad oggi sono stati segnalati 35 casi a livello globale e stiamo attualmente conducendo un controllo approfondito con i nostri fornitori per identificare le possibili batterie coinvolte presenti sul mercato. Tuttavia, poiché la sicurezza dei nostri clienti è una priorità assoluta per Samsung, abbiamo deciso di sospendere le vendite del Galaxy Note7. Per i clienti che già possiedono un Galaxy Note7, procederemo - nelle prossime settimane - alla sostituzione del prodotto attualmente in loro possesso con un nuovo apparato. Siamo consapevoli dei possibili inconvenienti che questa decisione potrebbe causare sul mercato, tuttavia quest’azione si rende necessaria affinché Samsung possa continuare a garantire la commercializzazione di prodotti di altissima qualità. Stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri partner per assicurare che la sostituzione del prodotto avvenga senza ulteriori inconvenienti. Per maggiori informazioni e supporto, invitiamo i clienti a contattare il numero verde 800.025.520.”

Secondo noi…
Samsung ha fatto il minimo. A livello giuridico, infatti, il Codice del Consumo, da sempre garantisce il rimborso integrale o la sostituzione in caso di acquisto di merce difettosa. In questo caso parliamo poi di un difetto occulto, quello della batteria, che si trova sul piano ingegneristico e non è per niente visibile al consumatore finale. La vicenda ha dell’incredibile e rappresenta un unicum nella storia della telefonia. Note 7 doveva essere il miglior telefono al mondo. Ma adesso sembra aver perso la fiducia dei consumatori.

Cosa fare…
Non ci sentiamo in alcun modo di consigliarvi l’acquisto di Note 7. Aspettate con molta calma i lotti successivi, almeno fino a Natale. Siamo sicuri che un’azienda seria come Samsung provvederà tempestivamente, tuttavia meglio non rischiare. Se avete già acquistato il telefono: restituitelo immediatamente, anche se non sembra presentare anomalie. Potrebbe essere pericoloso, potreste riportare gravi ustioni. Il pensiero di aver speso quasi 900 euro per un telefono che potrebbe uccidervi con una carica mortale dovrebbe essere insostenibile.




Nessun commento:

Posta un commento