ore

Breaking

Post Top Ad

giovedì 18 agosto 2016

AL TEATRO BELVEDERE DI MESSINA IL "RECITAL" DI GIANFRANCO JANNUZZO

Nell'ambito dell'apertura della Fiera Campionaria di Messina, il noto attore Gianfranco Jannuzzo proporrà il suo spettacolo - scritto insieme a Renzino Barbera con la regia di Pino Quartullo - sul palco del Teatro Belvedere (ex Irrera a Mare), domenica 21 agosto, con inizio alle ore 21:30. 


Attore brillante amatissimo dal pubblico, Gianfranco Jannuzzo ha l’innato talento di saper tenere la scena con naturalezza ed efficacia tanto da poter affermare che appartiene, a giusto diritto, alla tradizione dei grandi gentleman dello spettacolo. Delfino di Gino Bramieri e alunno della scuola di recitazione di Gigi Proietti, ha lavorato con Garinei & Giovannini e altri grandi maestri. In “Recital” Jannuzzo, accanto a quelli che considera i suoi cavalli di battaglia, presenta alcuni brani inediti per raccontare agli italiani la sua Sicilia attraverso l’uso dei nostri dialetti, perchè, come spiega l'attore agrigentino "sono convinto che essi abbiano, per la loro naturale immediatezza, spontaneità, ricchezza di sfumature, una forza di comunicazione straordinaria e che rivelino, quasi sempre, il carattere, l'intima indole di chi li adopera: Veneti, Calabresi, Liguri o Campani che siano. Siamo tutti orgogliosi di essere Lombardi o Lucani, c’è sempre in tutti noi tanto sano campanilismo, ma alla fine siamo semplicemente orgogliosi di essere Italiani".

Locandina
"Racconto la mia Sicilia, - prosegue Gianfranco Jannuzzo - così come l'ho vissuta e conosciuta; la Sicilia che ho imparato ad amare grazie all'amore che ne avevano e ne hanno i miei genitori. Una Sicilia allegra e amara, spensierata e triste, meravigliosa e spietata, solare e introversa, indolente e attiva. Isola, forse, ma sicuramente Ponte per mille culture. Ne racconto le contraddizioni. I siciliani hanno conservato la propria identità di popolo nonostante le varie dominazioni. Il nostro dialetto, formato da parole greche e arabe, rappresenta l'essenza della cultura. Con i miei brani vorrei restituire al pubblico il grande amore per il nostro Paese. Tutto ciò che ho visto e imparato dalla mia terra, la Sicilia ricca, fertile e ubertosa di Federico II "Stupor Mundi" e la Sicilia umiliata, ferita e vilipesa delle stragi e dei caduti "Orror Mundi". E raccontando la Sicilia, racconto gli italiani, che con il nostro straordinario senso dell’umorismo sappiamo ridere di tutto e di tutti e soprattutto, cosa ancora più importante, di noi stessi.''

Gianfranco Jannuzzo è tra i pochi grandi attori teatrali che hanno portato fuori dall’Isola la “sicilianità” in modo così chiaro e coinvolgente da travolgere il pubblico di tutta Italia con la medesima forza da Nord a Sud. La sua comicità, naturale ed intelligente, è il centro di questo “Recital” che, partendo dai suoi cavalli di battaglia, si sposta ad un’esilarante carrellata di dialetti fino a brani inediti in cui la maschera a riso del teatro è affrontata con una maestria che non conosce pari. Partendo dai personaggi della Sicilia, Jannuzzo propone un’analisi puntuale degli italiani con molta autoironia.

L'evento, con ingresso gratuito, è organizzato dall’Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Messina, con il sostegno di alcuni privati: Despar, Eurospar, Interspar Gruppo Fiorino, Explorer Informatica, Banca BCP (Banca di Credito Popolare Spa) e People on the Move.  


A.D.P.


Nessun commento:

Posta un commento