ore

Breaking

Post Top Ad

martedì 19 luglio 2016

SUGGESTIONI MEDITERRANEE: PERSONALE DI MICHELANGELO LACAGNINA

Inaugurazione a Castelmola. Interverrà l'artista. Catalogo in mostra. 

Tecnica acrilici su tela.

Venerdi 22 luglio, alle ore 19,00, nella Sala grande del Museo del Castello di Mola, oramai da due anni diventato un punto di riferimento culturale del Comprensorio Jonico, si inaugurerà la mostra “Suggestioni Mediterranee” di Michelangelo Lacagnina a cura di Giuseppe Filistad.

Michelangelo Lacagnina
Michelangelo Lacagnina nasce a Caltanissetta il 21 agosto 1967. Il cammino artistico di Michelangelo inizia prestissimo; a soli cinque anni, ancora non legge e non scrive, si appropria di pennarelli e matite di vario genere e riproduce tutte le quaranta carte da gioco siciliane. Da questa prima curiosa esperienza con l’arte, la sua vena creativa e fantasiosa non si è più fermata. I suoi giochi sono colorare e disegnare, ritagliare e sperimentare; avendo chiare le idee da sempre, approda con tanto entusiasmo alla fonte inesauribile di stimoli che, per lui, è la Scuola dell'Arte “F. Juvarra” di San Cataldo (CL). Già nei primi anni, affascinato dalla scoperta delle discipline pittoriche, dipinge, scolpisce, intaglia, intarsia e applica le tecniche ad olio, tempera, carboncino, mosaico. Siamo all'inizio degli anni Ottanta del Novecento. Partecipa alle rassegne di pittura, grafica e scultura organizzate dall’Istituto Statale d’Arte presso il quale studia e si forma, trovando fin da subito la sua personalissima forma di espressione artistica in ogni lavoro che realizza. Partecipa al concorso "messaggi di solidarietà in grafica" organizzato dall’Associazione Fratres-Avis e, tra il 1983 e il 1992, a varie estemporanee nel territorio nisseno come "pittori tra la gente".
Locandina

Nel 1984 consegue il titolo di Maestro D'arte e nel '86 il diploma di Maturità d'Arte Applicata. Su commissione del Comune di Caltanissetta, nel 1993, realizza diversi pannelli figurativi per l’occasione della visita di Papa Giovanni Paolo II alla città. Nello stesso anno, a Bologna, partecipa al concorso "Arte e le regole del gioco" (Ass. Stilnovo Italia) e l’anno successivo, a Verona, al Concorso Morelato, il mobile italiano, "Omaggio a Giò Ponti". Consegue la laurea in Alta Formazione Artistica e Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Agrigento. Master (Biennio Q12) Progettazione Interior Design presso Istituto Nazionale A.P. sede di Palermo. Prosegue negli anni il suo percorso artistico sperimentale, dipingendo sul vetro, legno e materiali di varia natura. Nel nuovo secolo, approfondendo la tecnica pittorica sulla ceramica, è affascinato da una nuova sperimentazione, quella di riproporre sulle tele le caratteristiche di brillantezza e corposità che i colori assumono sulla superficie ceramica. Si avvicina con tanta curiosità, anche se fumettisticamente e con genuinità, alle tecniche ed ai soggetti trattati dalla scuola De Simone di Palermo, rispettando le cromie indiscutibilmente tanto suggestive ed intrinseche dell’arte mediterranea. Molti amici lo invitano da tempo a rendere più visibili le sue opere e per questo che Michelangelo ha realizzato la sua Art Gallery con quadri e bozzetti recenti e del passato.

MUSEO DEL CASTELLO DI MOLA
Castello di Castelmola 

Nessun commento:

Posta un commento