Breaking News

CONCERTO RICCARDO PIRRONE QUINTET PER LA RASSEGNA "STORIA E SPARTITI, IL '900 RACCONTATO DA MUSICHE E PAROLE"

Si rinnova l’appuntamento con la grande musica italiana dell’indimenticabile trentennio 1945-1975. 


Questa sera, venerdì 15 luglio, alle ore 20:30, si terrà la terza serata della Rassegna “Storia e Spartiti – il ‘900 raccontato da Musiche e Parole”, interamente dedicata a quei brani che hanno fatto sognare, emozionare e innamorare le generazioni passate, ma che ancora riescono a regalare tanti momenti di dolcezza e nostalgia.

Il programma del 15 luglio
Sarà nuovamente il Maestro Riccardo Pirrone, con il suo straordinario Quintet di musicisti, a intrattenere il pubblico del Museo. Il concerto de “Le Canzoni D’Amore” sarà preceduto come da programma dall’introduzione storica del periodo, per conoscere meglio i passaggi più importanti della storia recente della nostra città e del nostro paese. Sarà ricca la scaletta dei brani che ascolteremo e canteremo, tra cui, “Malafemmina”, “Il Cielo in una Stanza”, “O sole mio” e tanti altri capolavori del patrimonio cantautorale italiano. Ricordiamo che il biglietto dei concerti a pagamento prevede anche la visita guidata al Museo e la visione di filmati storici. 

Uno degli obiettivi del Museo Messina del ‘900 è quello di raccontare la storia della Città dello Stretto attraverso gli strumenti meno tradizionali. Chi ha già avuto modo di visitarlo sa che all’interno dei suoi saloni si trovano cimeli rari e che è possibile partecipare alla visione di video d’epoca, che solo i veri collezionisti riescono a possedere. Nelle ultime settimane la Direzione del Museo ha sperimentato un altro mezzo di diffusione storica, ancor più coinvolgente: la Musica. Lo scorso venerdì sera, infatti, è stata scritta una nuova e indimenticabile pagina della storia del Museo, e solo chi ha colto l’occasione di parteciparvi, ha potuto far leva sulle emozioni vissute durante quelle ore di pura magia musicale. La seconda serata della rassegna “Storia e Spartiti – il ‘900 raccontato da Musiche e Parole”, ha avuto il privilegio di avere come protagonista indiscusso il pianista messinese, David Carfì, riconosciuto in tutto il mondo, non solo come artista, ma anche come personalità illustre del panorama scientifico e matematico.

Riccobono, Pirrone, Carfì, Ursino, Caristi
L’evento ha avuto inizio, come da programma, dall’introduzione storica del periodo dei primi anni del 1900 a Messina, curata da Franz Riccobono, una vera lezione d’arte e cultura descritta con poetica passione. Se Riccobono ha utilizzato le parole, Carfì ha avuto ugual rispetto del nostro passato storico, raccontandolo attraverso l’uso delle note, e dei tasti bianchi e neri del suo pianoforte privato. La “Belle époque” messinese, il dramma del terremoto, gli anni della rinascita fino al 1915, illustrati dalle musiche di Mozart, Beethoven, Chopin, Händel e dai brani realizzati dallo stesso Carfì. Due ore e oltre di pathos che hanno spinto la Direzione del Museo a proporre al pubblico l'ingresso gratuito al prossimo concerto del Maestro David Carfì che si terrà il prossimo 22 luglio, alle ore 21:20, nei locali del Museo Messina nel ‘900. 

"E’ un modo per omaggiare i cittadini della nostra città di un bene inestimabile come lo sono l’arte e il genio del musicista messinese. La cultura alimenta la sensibilità personale; la cultura raffina lo spirito critico; la cultura non si preoccupa di riempire le casse" ha affermato il direttore del Museo, Angelo Caristi.


Per info visitare il sito: www.museomessinanel900.it


Nessun commento