PERCHE' NON CENTO?: RACCOLTA DI POESIE DI ALESSANDRO PAGANI

Alessandro Pagani pubblica la sua prima silloge "Perchè non cento"? edita da Alter Ego /Augh Edizioni, Collana Nuvole, Viterbo 2016, Prefazione di Vincenza Fava. 


Novantanove poesie atipiche legate tra di loro attraverso giochi di parole, rime, anagrammi, versi liberi e assonanze fonetiche, per scoprire forme di scrittura caratterizzate da guizzi romantici, concessioni goliardiche, intuizioni iperboliche, in un diverso linguaggio poetico. L’autore dà prova di una sbrigliata fantasia e si concede all'improvvisazione ritmica senza trascurare le svolte imprevedibili del pensiero e delle emozioni. Dal calembour alle rime baciate o alternate, dal verso libero alla canzone, "Perchè non cento"? di Alessandro Pagani è un inno alla vita, un formidabile gioco umoristico generato dal sapiente e genuino accostamento delle parole, inventate, ricomposte o tramandate dalla migliore tradizione poetica fiorentina, sia colta che popolare. La poesia di Pagani è un ingegnoso laboratorio di ricerca, riceve linfa dal mondo e ce lo restituisce impeccabilmente arricchito. L'opera è stata presentata alla Mostra Internazionale del Libro di Torino, dove ha attirato curiosità ed attenzione.

Classe 1964, Alessandro Pagani è nato a Firenze dove vive e lavora nell’Azienda Sanitaria Locale. Artista poliedrico che spazia dalla musica alla poesia, negli anni Ottanta ha fatto parte del movimento artistico underground fiorentino "Pat Pat Recorder". Nel 1986 inizia un percorso come musicista con vari gruppi tra i quali gli Stropharia Merdaria, Parce Qu'Il Est Triste, Hypersonics (con cui ha partecipato ad Arezzo Wave), Subterraneans e successivamente con i Valvola, insieme ai quali fonda l'etichetta discografica Shado Records, attiva sino al 2008. Attualmente è batterista della Desert rock band Stolen Apple. Appassionato di poesia da sempre, quest'anno pubblica "Perchè non cento"? edito da Alter Ego, dopo il libretto autoprodotto "Le Domande Improponibili" (tutto quello che avreste voluto sapere sulle risposte, e non avete mai osato chiedere) del 2011.

Copertina libro
Di seguito alcuni estratti del libro "Perchè non cento"?:

L'orario è ora rio / per l'arrivata / perla a riva / torna all'amata / parlavi d'amore / ma d'ore ti priva / chi usa domani / chiuso di mani......
Indi via è l'invidia / alla base del testo / "Oh te.....Remo / otterremo il gesto"? Periremo remando / se Re mando al suo trono / torno Rom o lottando / io tramando il suo dono.....
Io mi dico maledico ma le dico: "Lei mi celia, mia Alice, lei mi modica e lo dice"! Poi mi cala il di lei calice, in quel dì di lode a Cadice; io mi dico: "Lì c'è il docile"! Rimettendo a posto il focile. Ma lì c'era Lucio il trucio.....
La regola sul retto / la tegola sul tetto / neve perenne / iena perì / caricò l'arma / e poi sparì.....



E una poesia:

VIA, VAI: VIAVAI
Viandante vado via / che mia è la regia / di questo già viaggio / tra musica e fantasia / fan tasti con la testa / chi pianoforti testa / mi fa soldo il pensiero / quando sogno in bianco e nero / in questo sta la chiave / se tu violi no, non farlo / se vita batte ria / maggiore sarà il tarlo / e nota bene sopra / no, leggi tra i vibrati / me lo dia il suo no / se ci siamo accordati / eppure è maestoso / il chiunque concerto / maestro se oso / non rimanga sconcerto / se nella felicità / si trova l'intoppo.... E allora torno indietro. / Via: andante ma non troppo.

A.D.P.


Commenti