ore

Breaking

Post Top Ad

martedì 14 giugno 2016

GRANDISSIMA ITALIA: BATTUTO 2-0 IL BELGIO DELLE STELLE

GIACCHERINI E PELLE' SEGNANO LE RETI DELLA VITTORIA.



È accaduto l'impensabile. Perché davvero in pochi ci credevano. Il Belgio, la squadra che in questo momento si trova sopra noi nel ranking, quella della generazione d'oro, dei giovani talenti, esce dal campo sconfitta, da una Italia più esperta, fatta di guerrieri. Il Belgio punta tutto su Lukaku, giovane centravanti dell'Everton, ormai una realtà, supportato dalla forza e dal talento di De Bruyne e Hazard. In mezzo al campo i centimetri e la grinta di Fellaini e Nainggolan. Sarà proprio il giocatore della Roma a provare qualche tiro, facilmente neutralizzato da Buffon. L'Italia si difende con Bonucci, Barzagli e Chiellini, il blocco difensivo della Juve al completo. In mezzo al campo, De Rossi viene preferito a Thiago Motta. Con lui Parolo e addirittura Giaccherini. Sugli esterni Candreva e Darmian: quest'ultimo sarà quello più deludente, prontamente sostituito nella ripresa. In attacco Eder e Pellè.

Gol di Giaccherini
Al 32" Bonucci inventa un grande assist in verticale, Giaccherini scatta superando la linea difensiva avversaria e dopo un controllo di palla veramente fenomenale riesce a battere Courtois: 0-1. Si tratta di una giocata incredibile, di quelle che vedi fare a giocatori come Messi. La cosa sorprendente è che l'Italia non si accontenta. Il Belgio è come un pugile stordito, ferito, che barcolla sul ring, pronto a crollare da un momento all'altro. Candreva è devastante: gli avversari non riescono a stargli dietro. Così, l'Italia riesce a costruire persino una seconda chiara palla goal. Pellè è indisturbato dentro l'area di rigore, a pochissimi metri dal portiere e deve solo colpire di testa: incredibilmente, il pallone esce di poco a lato. È un errore grave. Non siamo riusciti a chiudere il match.

Nel secondo tempo Darmian commette un errore: perde un pallone facile, scatenando così De Bruyne che serve Lukaku in campo aperto. Siamo anche fortunati perché l'attaccante tira e spara fuori. Avrebbe potuto segnare. Pellè prova a farsi perdonare: salta bene in area e colpisce di testa; stavolta la mira è corretta, ma Courtois fa una gran parata e salva i suoi. Conte è imbufalito con Darmian. Lo sostituirà con De Sciglio. Dentro anche Immobile per Eder. Ottima prova dei subentrati. Ciro Immobile seminerà avversari ovunque, correndo per tutte le zone del campo, dimostrando l'unità e la compattezza del gruppo.

Gol di Pellè

Nel finale c'è tempo per un ultima ripartenza, che viene finalizzata da una girata spettacolare di Pellè: 0-2 e tripudio. Tutto vero: il Belgio, che era ampiamente favorito, è crollato sotto i colpi di un Italia granitica, dalle "palle quadrate", come garantiranno Bonucci e Buffon in conferenza.

Decisamente raggiante Antonio Conte: "Siamo una squadra, un gruppo vero: stasera ho visto partecipazione di tutti e 23 i ragazzi, anche chi non ha giocato. Contro una squadra come il Belgio c'è da mettere in conto un po' di sofferenza: certo, avrei preferito soffrire un po' meno, a volte ci abbassavamo troppo e smettevamo di giocare ma riuscivamo comunque a creare occasioni pericolose. Credetemi, sono felice per i ragazzi, se lo meritano".

Il pari tra Irlanda e Svezia ci consente di essere primi nel girone.

Il migliore...
-Giaccherini. Firma la vittoria con un goal d'autore.
-Bonucci. Nettamente il migliore di tutti. Immenso.
-Antonio Conte. Organizzazione tattica perfetta.

Il peggiore...
-Darmian. L'unico italiano non all'altezza.
-Hazard. La stella più attesa, non ha brillato.

Le altre partite:

Irlanda Svezia 1-1
Gran goal di Hoolahan che porta l'Irlanda meritatamente in vantaggio. La Svezia non tira mai in porta, ma trova il pareggio grazie ad una giocata di Ibrahimovic che causa l'autogoal degli avversari.

Spagna Repubblica Ceca 1-0
La gara viene decisa da Pique al minuto 87". Partita dura e difficile per la Spagna che comunque ha creato molto.


©Bob

Nessun commento:

Posta un commento