Caffè Letterario

[caffè letterario][grids]

Spettacolo e Cultura

[Spettacolo e Cultura][bsummary]

Sicilia

[Sicilia][bleft]

Politica

[Politica][bsummary]

Tech Cafè

[Tech Cafè][twocolumns]

LA STELLA PIU' GRANDE DEL M5S SPLENDE NELL'UNIVERSO. ADDIO A GIANROBERTO CASALEGGIO

Views:

Oggi è scomparso l'uomo che ha reso possibile il sogno di Beppe Grillo e di tutti gli italiani che hanno creduto in una via politica diversa tra la destra e la sinistra. I funerali di Gianroberto Casaleggio, 61 anni, si celebreranno a Milano, giovedì 14 aprile, alle ore 11, nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie. 



"Non riusciranno a liberarsi di noi perchè è difficile vincere con chi non si arrende mai!" Gianroberto Casaleggio

"Quando si parla di Gianroberto i giornalisti tendono a classificarlo quasi subito come l’ideologo, il guru, del MoVimento 5 Stelle. È la definizione più banale e ovvia che si possa pensare. Bisogna partire da un fatto importante, la sua cultura". A parlare il Premio Nobel Dario Fo che nel blog di Beppe Grillo lascia un ricordo sulla figura di Casaleggio. "Era un uomo di una conoscenza straordinaria, leggeva tutto quello che riteneva fosse importante sapere, faceva collegamenti molto acuti fra i vari testi e aveva un modo di esprimersi riguardo alle diverse situazioni mai banale e prevedibile. Mi capitava spesso di chiedere se avesse letto dei particolari libri che ritenevo importanti, e non azzeccavo mai un documento che lui non conoscesse già, tanto che un giorno gli ho detto: “Ascolta, fai più presto a dirmi quello che non conosci, così non mi metti più in imbarazzo”.

"Spesso - continua Fo - diceva che era impreparato a dare un giudizio su certi argomenti, e questo denota una modestia, un’umiltà che è difficile trovare nell’ambiente della politica comune. Un altro tratto del suo carattere che posso testimoniare è la generosità nel modo di comportarsi, specie di fronte ad alcuni momenti tragici della vita del nostro paese. Inoltre evitava le dichiarazioni roboanti e preferiva analizzare prima di definire. Quando gli chiedevo notizie sulla sua salute cercava di non dare molto peso al problema, diceva: “Sì, non va tanto bene ma speriamo di migliorare”. A me, personalmente, manca molto. È un baratro nella mia memoria. La sua scomparsa è una perdita gigantesca per il Movimento, e non so immaginare - conclude Dario Fo tradendo una certa preoccupazione sul futuro politico del M5S - quali conseguenze possano verificarsi, ma sono certo che le persone straordinarie che ne fanno parte, specie i giovani dell’ultima generazione, saranno in grado di proseguire sulla giusta via."

Sempre nel blog di Grillo, lo scorso 7 aprile, lo stesso Gianroberto Casaleggio scriveva così: "Non ci sono capi e l'unico leader riconosciuto sono i cittadini che fanno parte della comunità del M5S. Comprendo tuttavia che chi è abituato a prendere ordini possa non capire questo semplice concetto. Siamo una comunità che si autodetermina in Rete e gli strumenti a nostra disposizione evolvono ogni giorno. Io non mollo e continuerò a battermi insieme a milioni di italiani onesti fino al successo del MoVimento che ho contribuito a fondare. Chi sperava il contrario può mettersi l'anima in pace. "Non si può battere la persona che non molla mai." Babe Ruth".

Gianroberto Casaleggio, co-fondatore con Beppe Grillo del Movimento 5 Stelle, è morto stamattina alle 7 in una camera di degenza dell’istituto Scientifico Auxologico di Milano, in via Mosé Bianchi, dove era ricoverato da almeno due settimane con un nome diverso da quello reale per tutelare la privacy. La famiglia ha chiesto il massimo riserbo, ma negli ultimi mesi Casaleggio era seguito dai medici per problemi cardiovascolari e neurologici. A provocarne la morte sarebbe stato un ictus. La salma è stata composta nella camera ardente dello stesso Istituto. Nell’aprile del 2014 Casaleggio era stato operato di urgenza per un edema al cervello al Policlinico di Milano. Beppe Grillo ha appreso della sua morte mentre si trovava al Teatro Augusteo di Napoli per una tappa del suo tour ed ha annullato lo show in programma che è stato rinviato a martedì 17 maggio. 

Per ricordare colui che ha rivoluzionato il modo di fare Politica in Italia, ma anche all'Estero, vogliamo riproporvi un nostro articolo (http://magazinepausacaffe.blogspot.it/2013/03/lanima-grigia-di-grillo.html) che si conclude con la domanda: "E se fosse Casaleggio il vero "Eletto"?". Alla quale oggi rispondiamo che sicuramente lo è stato poichè Gianroberto Casaleggio era, come Steve Jobs, un visionario e, come lui, ci ha lasciato troppo presto ma il suo passaggio su questa Terra sarà ricordato da tutte le generazioni future per la capacità indiscussa di creare delle forze politiche attraverso la comunicazione del World Wide Web (ovvero "ragnatela mondiale") comunemente nota come Web, che ha portato i grillini a sedere oggi in Parlamento.




Antonella Di Pietro


Lascia un commento
  • Blogger Puoi commentare con Blogger
  • Facebook Puoi commentare con Facebook

Nessun commento :

Salute e Ambiente

[Salute e Ambiente][twocolumns]

Attualità e Cronaca

[Attualità e Cronaca][list]

Opinioni

[Opinioni][bsummary]

Religione

[Religione][twocolumns]