ore

Breaking

Post Top Ad

mercoledì 27 aprile 2016

ACCORINTI INTERVIENE SUL CASO ELLER: LA MAFIA SI COMBATTE CON L'IMPEGNO NON CON I PROCLAMI

Con una nota titolata "Legalità e trasparenza" interviene il sindaco della Città dello Stretto dopo il post incriminato su facebook dove un suo assessore parlava di "mafiamaledetta" a Messina.



“Una questione così drammatica come la mafia – scrive il sindaco di Messina, Renato Accorinti - non può essere occasione per uscite estemporanee, nè divenire elemento di polemica. Soltanto un mese fa, decine di migliaia di persone hanno manifestato nella nostra città insieme a Libera ed ai familiari delle vittime innocenti delle mafie. Oggi come allora ribadiamo il nostro impegno per testimoniare la necessità di non rimanere mai in silenzio, ma di contrastare, con l'impegno di tutti, la criminalità mafiosa che si annida purtroppo pericolosamente in tanti ambienti. E' necessario però, soprattutto per chi ha un ruolo pubblico, agire sempre con assoluto senso di responsabilità. La mafia non si combatte con proclami o dichiarazioni estemporanee, ma con un lavoro incessante che metta al primo posto il rispetto delle regole. Invito quindi tutti a rispettare questo percorso – conclude Accorinti - l'unico che questa Amministrazione vuole e deve seguire”.

La nota di Accorinti arriva dopo che l'assessore al Bilancio da lui designato, Luca Eller Vainicher aveva scritto ieri nel suo profilo facebook così: "Quanto pudore... Non molti mi hanno ben spiegato come funziona veramente in ‪#‎Sicilia‬, e specie a ‪#‎Messina‬, la ‪#‎mafiamaledetta‬... ma il tanfo lo sento comunque... i profumi francesi e le varie ciprie non riescono a coprire il lezzo che ammorba l'aria... è l'odore del marciume e della morte fatta di disoccupazione, saracinesche che chiudono, salari che non si pagano, disperazione sociale, disastro economico... eppure la ‪#‎SiciliaViva‬ riuscirà a prevalere!"

A voi i commenti.


A.D.P.


Nessun commento:

Posta un commento