ore

Breaking

Post Top Ad

giovedì 31 marzo 2016

IMPULSI SELVAGGI DELL'ANIMA. SILLOGE POETICA DI ROSARIA MAGNISI

Una raccolta insolita e innovativa, che prende e sovverte il modo moderno di vivere e di scrivere la poesia per arrivare al cuore delle persone e stringerle solidalmente in un cerchio di luce. Questo il senso e il messaggio della silloge poetica di Rosaria Magnisi.



"In questo momento cruciale di smarrimento totale, dove il debole è la vittima sacrificale del più forte, questo è il mio modo di lenire dolori e fatiche", afferma Rosaria Magnisi che, attraverso la scrittura, intende costruire un ponte d'amore per amplificare le risonanze comuni della fratellanza, dell'amicizia e della dedizione ai veri sentimenti della vita.

"Impulsi selvaggi dell'anima" è pubblicato da Edizioni Divinafollia nella Collana Sottosopra. Il direttore editoriale Silvia Elena Denti, nella sua prefazione al libro, spiega i motivi che l'hanno indotta ad inserire nella sua scuderia la bella voce poetica di Rosaria Magnisi.

".. Lei è così: la primavera all’improvviso, che addolcisce, rallegra, conforta, ma… allo stesso modo provoca, scuote, confonde, avvolge. L’Autrice ci trasporta, nella lettura, con i suoi modi un poco lontani, fuori dall’ordinario, nell’espressione tendente alla rima ma non troppo, con delle chiuse che sempre cercano d’allacciare tutta la lirica in un abbraccio delicato. Questa penna non è solo profonda, ma trasforma i concetti in scoperte, risposte che calzano un po’ per tutti noi, laddove incontriamo situazioni che, in quanto esseri umani, viviamo altrettanto. Un amore, un figlio, le ingiustizie, i dolori, le preoccupazioni, le nostalgie, tutti passiamo attraverso determinate rivoluzioni. E… ne facciamo drammi, oppure grandi gioie, entusiasmi, insomma… vita! Tutta vita, sì, e vi assicuro che in queste pagine ne troverete tanta. E ora, sotto quest’ottica, nella pienezza dei contenuti proposti, se ci lasciamo trasportare, possiamo immedesimarci e ricongiungerci con le nostre origini, con la natura.
“… Attimi intrisi/ di foglie annegate dal vento, / nei vortici anneriti/ dall’usura del tempo. / Attimi violati negli sguardi indifferenti, / nella trappola di un sogno…” (Da Attimi): è possibile scoprire qui l’andare tra il reale e l’onirico, in cui i momenti pesanti, quelli che fanno male, tornano ad intrappolarsi nel sogno, perché la difesa dell’essere umano è questa, la fuga, il bisogno di oltrepassare il tormento e trovare lenimento nell’illusione. È il tempo che poi forgia e determina a frenare i nostri movimenti, dunque la dolce meraviglia della speranza ci abbandona, poveri uomini, piccoli granelli nel marasma del mistero divino. Rosaria Magnisi lo sa, è una donna che ha vissuto, è madre, compagna, persona pienamente inserita nel sociale, sensibile e attenta osservatrice di quanto le accade intorno...".

Copertina del libro
Nel libro "Impulsi selvaggi dell'anima" troviamo settantadue liriche tra le quali la dedica alle due bellissime figlie dell'artista, Ylenia e Federica"Ancora la vita/nella tua intimità profonda/e troverai il timone/che proteggerà il tuo essere/dalle insidie ricorrenti./Il cammino/è traccia di stelle,/memoria di angeli,/sollievo di cuori./Profonda sincronia/da leggere/-occhi senza veli-".


Due le poesie nelle alette, una è un omaggio al "Gigante Buono" Stromboli, l'altra è "Tensione poetica" che mette in risalto il titolo dell'opera, frutto di intuizioni repentine e di visioni lapalissiane trasformate in versi di getto, come gli impulsi del vulcano che erutta gioiosamente e irruentemente una energia vitale e creativa attraverso zampilli e lapilli spontanei. Tutto questo si evince dalla copertina del libro, primo elemento che attira l'attenzione del lettore, raffigurante Stromboli in un quadro opera della poliedrica artista Rosaria Magnisi. Un dipinto ad olio su tela eseguito con la tecnica della spatola che mette in rilievo la corposità e la profondità delle immagini create come se fosse un basso rilievo. Il risultato ottenuto è davvero di grande effetto, e ben si coniuga alla scelta cromatica che dà una sensazione di benessere.

Rosaria Magnisi
Rosaria Magnisi definisce l'arte la sua salvezza, laddove il dolore ha reciso pensieri e sentimenti. Una fuga dalla realtà che la trasporta in un viaggio mistico, dove dipinge volti a lei sconosciuti che, tramite l'astrazione, si snodano in figure risalenti dal medioevo al contemporaneo. Diviene così una magnetica simbiosi di colori e versi, e la sua vena poetica raggiunge le vette del romanzato. Dice di sé: “Vivo l’arte camminando... poesia, scrittura, pittura, tutto ciò che colpisce il mio cuore viene impresso sulla carta e le parole che non dico le imbratto su una tela per farne poesia. Dall’anima arriva ogni emozione... Amo creare e adoro il mare e la danza.”


Nata a Milazzo, in provincia di Messina, Rosaria Magnisi risiede da cinque anni in provincia di Padova, nella splendida città murata di origine medioevale di Cittadella. Ma dal 1994 al 2011 ha vissuto a Verona. Ha frequentato il liceo classico "Don Bosco" e poi si è iscritta alla Facoltà di Giurisprudenza a Messina. Avendo una inclinazione marcatamente artistica - ha iniziato a scrivere poesie dall'età di 8 anni - il suo desiderio era di avere un percorso istruttivo diverso. Così ha iniziato a scrivere e dipingere e in vari concorsi si è qualificata ai primi posti. Il suo motto è: “Tra le rughe di una mano si divincola la bramosia di creare!”.

Nell'epoca dei social ha un profilo su Facebook, su Twitter e anche su Google+. Inoltre, ha un suo sito web che tiene puntualmente aggiornato con le sue liriche e i suoi dipinti: “ღღ Rosaria Magnisi ღ Le mie poesie ღ I miei dipinti ღღ” http://rosariamagnisi.blogspot.it/, collegato con la sua pagina su fb https://www.facebook.com/rosariamagnipoesie/.


Antonella Di Pietro



Nessun commento:

Posta un commento