ore

Breaking

Post Top Ad

lunedì 30 novembre 2015

VIAGGIO NELL'IDENTITA' SICILIANA CON GIUSEPPE RUGGERI

Il Feltrinelli Point Messina apre il mese di dicembre con un nuovo incontro con l’autore. Protagonista Giuseppe Ruggeri. Coordina Milena Romeo.



Martedì I dicembre, alle ore 19, alla Libreria Feltrinelli ci sarà un incontro particolare, in forma di conversazione. Si intitola “L’isola a forma di cuore”, e il “sottotitolo” recita “Suggestioni e letture dal libro ‘Sicilieide’ di Giuseppe Ruggeri”. Parteciperanno Gianni Di Giacomo (lettore), Elena Grasso (lettrice) e Alessandro Ariosto (chitarra classica), coordinati da Milena Romeo, Presidente delle Associazioni "Antonello" e “Cara Beltà". Sarà presente l’autore.

In "Sicilieide. Viaggio nell'identità siciliana" (Zancle '85 Edizuioni) Giuseppe Ruggeri compie un viaggio nell’identità siciliana attraverso articoli stampa, saggi inediti e divagazioni narrative riguardanti eventi, fatti, personaggi storici e letterari, lungo un arco temporale che va dal mito delle origini all’attualità odierna. Come scrive il prof. Sergio Todesco nella prefazione, in questo libro troviamo "interessanti articoli su momenti e problemi della storia, della letteratura, della vita politica, e sociale siciliane; uno sguardo che a ventaglio di dispiega su personaggi e autori, correnti letterarie e di pensiero, eventi storici e di cronaca, quel centro pulsante che l’autore suggerisce essere l’identità dell’Isola".

Classe 1961, Giuseppe Ruggeri poeta, scrittore e saggista, è nato a Messina dove vive.  Laureato in medicina e chirurgia, è giornalista pubblicista dal 1993 e collabora con varie testate tra cui la pagina culturale del quotidiano "La Sicilia" di Catania e "Centonove" di Messina. Scrive anche per periodici locali e nazionali e riviste specialistiche di settore. E' vicedirettore della rivista "Pagnocco", quadrimestrale organo stampa dell'omonima associazione culturale in Messina, e vicepresidente dell'Amsi (Associazione Medici Scrittori Italiani), fondata nel 1954 da Corrado Tumiati e che ha avuto tra i suoi membri, tra gli altri, Mario Tobino e Giuseppe Bonaviri. Ha vinto numerosi premi letterari: “I porti sepolti” Roma 1998 e 1999; “Leonardo Sciascia” Palermo 2002; “Un medico che scrive” Bergamo 2004. Ha pubblicato "L'unico Dio possibile" (1995, narrativa), "Il romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa" (2001, saggistica), "Macrocosmi" (2006, poesia), "L’incendio" (2007, narrativa), "Per dovere di cronaca" (2008, narrativa), "Le colline di Antonello" (2011, narrativa) e "L'Ovale perfetto" (2014, narrativa - noir).


A.D.P.

Nessun commento:

Posta un commento