LA CULTURA DEL RINASCIMENTO IN SICILIA. AROUND ANTONELLO DA MESSINA

A Messina, nell’Aula dell’Accademia Peloritana dei Pericolanti, venerdì 23 e sabato 24 ottobre, si terrà il Convegno di Studi dal titolo “Antonello e la Cultura del Rinascimento in Sicilia”. 


Polittico di San Gregorio, 1473 di Antonello da Messina
Museo Regionale di Messina

Il convegno - che si avvale della partecipazione di qualificati relatori e della consulenza di un prestigioso comitato scientifico - si propone di affrontare la questione della diffusione della cultura rinascimentale in Sicilia nel contesto della più generale crescita demografica, socioeconomica e della cultura urbana. A lungo, infatti, la storiografia ha attribuito la formazione della maggiore personalità del rinascimento siciliano - Antonello da Messina - soprattutto alle sue esperienze maturate a Napoli e a Venezia, non sempre valutando adeguatamente la qualità del tessuto sociale e culturale dell’isola con la relativa circolazione di saperi, idee, manufatti. 

Solo in tempi relativamente recenti si è giunti ad una più articolata e documentata rappresentazione della Sicilia all’alba dell’età moderna. Attraverso un serrato confronto tra diverse competenze (storici, storici dell’arte, letterati, filologi, storici della scienza e delle istituzioni politiche) il convegno ha come obiettivo l’individuazione dei caratteri e della portata dell’esperienza artistica e culturale siciliana tra XV e XVI secolo identificandone tanto le peculiarità quanto i nessi con la contemporanea vicenda italiana ed europea.

La manifestazione è promossa dal Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche dell’Università di Messina, ERSU Messina (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario), ALuMnime (Associazione ex-allievi Studiorum Universitas Messanae), Società Messinese di Storia Patria, Associazione Antonello da Messina e gode del patrocinio di SISEM (Società Italiana per lo Studio dell’Età Moderna) e dell’Accademia Peloritana dei Pericolanti (Palazzo Università, Piazza Pugliatti 1 - Messina).


In appendice al convegno, sarà presentato il volume "Around Antonello da Messina: Reintegrating Quattrocento Culture", di Michael W. Kwakkelstein e Bette Talvacchia (Editore Centro Di). Questo decimo volume della collana "Italia e Paesi Bassi" dell'Istituto Olandese di Storia dell'Arte a Firenze, è costituito dagli atti dell'omonimo convegno internazionale tenutosi a Firenze nell'ottobre 2012. Con la partecipazione di esperti restauratori il convegno ha apportato nuovi fondamentali contributi alla conoscenza delle sofisticatissime tecniche utilizzate da Antonello e di conseguenza rappresenta un importante passo avanti nella comprensione della sua figura in relazione alla cultura quattrocentesca.


Programma del Convegno:

Venerdì 23 ottobre
Ore 09.00 - Saluti del Magnifico Rettore
Saluti del Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche
Ore 09.30 - Relazione introduttiva: Giuseppe Giarrizzo (Accademia dei Lincei), Rinascenza siciliana
Ore 10,00
Sessione I:
Il ruolo delle città
Presiede e introduce Salvatore Bottari (Università di Messina)
Francesco Paolo Tocco (Università di Messina), Un caso esemplare di mobilità sociale nella Palermo del Quattrocento: L'ascesa dei Bologni/Beccadelli
Giuseppe Restifo (Università di Messina), Messinesi tra Quattro e Cinquecento: da Trasselli alle ultime indagini storiche
Lavinia Gazzè (Università di Catania), Siracusa e Messina: relazioni commerciali e culturali
Ore 11.00 Coffe Break
Sessione II, ore 11.30
La Sicilia e il contesto mediterraneo
Presiede e introduce Girolamo Cotroneo (Università di Messina)
Mirella Mafrici (Università di Salerno), Il Mediterraneo, il Mezzogiorno d’Italia e il Turco tra Quattrocento e Cinquecento
Maria Sirago (Liceo “Iacopo Sannazaro” - Napoli), Garcìa de Toledo e la difesa del Mediterraneo nella prima metà del Cinquecento
Salvatore Bottari (Università di Messina), Reti commerciali e culturali tra Sicilia, Mediterraneo e Nord Europa (XV e XVI secolo)
Ore 12.30
Dibattito
Ore 13.30: Pausa Pranzo: Buffet
Sessione III ore 15.00
La cultura
Presiede e introduce Vincenzo Fera (Università di Messina)
Andrea Romano (Università di Messina), La cultura giuridica nella Sicilia rinascimentale. Note
Rosario Moscheo (Università di Messina), Vicende della cultura a Messina tra umanesimo e scienza
Alessandra Tramontana (Università di Messina), Scuole e humanae litterae a Messina nell’età di Antonello
Delphine Montoliu (CNRS-CLLE-Université de Toulouse), La cultura letteraria e linguistica nell’Accademia Messinese (1535-1560)
16.30 Coffe Break
Sessione IV ore 17.00
La società
Presiede e introduce Federico Martino (Università di Messina)
Daniela Novarese (Università di Messina), Artifices. Organizzazione del lavoro e ruolo socio-politico delle corporazioni di mestiere a Messina nell'età di Antonello
Maria Antonella Cocchiara (Università di Messina), Le donne ai tempi di Antonello: condizione giuridica e sociale
Giovan Giuseppe Mellusi (Società Messinese di Storia Patria), Tra devozione e accoglienza. La confraternita di S. Maria de Agonia di Messina tra Quattro e Cinquecento
Interventi programmati: Carmela Maria Rugolo (Università di Messina), Un esempio di organizzazione del lavoro in Sicilia nel secolo XV: i maestri bottai di Messina, Campagna (Università di Messina), La comunità ebraica di Messina: appunti di ricerca; Elisa Vermiglio (Università per Stranieri di Reggio Calabria “Dante Alighieri”), Il porto di Messina tra Sicilia e Calabria: uno spazio di relazione e identità.
Ore 18.30
Dibattito

Sabato 24 ottobre
Sessione V ore 09.00.
Antonello da Messina tra critica storica e nuove prospettive di ricerca
Presiede e introduce Gioacchino Barbera (Museo Regionale di Palazzo Abatellis, Palermo)
Bette Talvacchia (University of Oklahoma), Thoughts on New Directions in Antonello Studies
Teresa Pugliatti (Università di Palermo), Antonello da Messina: la polemica tra Gaetano La Corte Cailler e Gioacchino Di Marzo
Gervase Rosser (University of Oxford), Antonello, Longhi, l’Italia
Giampaolo Chillè (Università di Messina), Da attribuito a documentato. Un dipinto perduto di Antonello da Messina e la sua fortuna iconografica
Intervento programmato: Daniela Pistorino (Liceo Artistico “Giuseppe Seguenza” - Messina), Il linguaggio figurativo bizantino in Antonello: ipotesi e riflessioni
Ore 10.30 Coffee Break
Sessione VI ore 11.00
Le arti figurative tra linguaggio gotico e tipologie rinascimentali
Presiede e introduce Michael Kwakkelstein (Istituto Universitario Olandese di Storia dell’Arte, Firenze)
Marco Rosario Nobile (Università di Palermo), Maestri e fabricatores nella Sicilia orientale del XV secolo: nuove prospettive
Grazia Musolino (Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina), I mosaici del Duomo di Messina: realizzazioni, restauri e nuove tematiche tra XIV e XVI secolo
Alessandra Migliorato (Museo Regionale Interdisciplinare, Messina), Tipologie rinascimentali nella scultura siciliana del Quattrocento: la Cappella Speciale nella chiesa di San Francesco a Palermo
Donatella Spagnolo (Museo Regionale Interdisciplinare, Messina), Il Transito della Vergine di Salvo d’Antonio presso il Sacro Litterio del Duomo di Messina.
Ore 12.30
Dibattito
Ore13.30
Conclusioni
Ore 13.45 Pranzo: Buffet
Ore 15.00: Visita al Museo Regionale Interdisciplinare di Messina e alla Mostra L’invenzione futurista: case d’arte di Depero (riservata ai relatori).
Sabato 24 ottobre 2015, ore 17.30
Presentazione del volume Around Antonello: Reintegrating Quattrocento Culture, edited by Michael W. Kwakkelstein and Bette Talvacchia (Centro Di- Istituto Olandese di Storia dell’Arte, Firenze 2014).
Ne discuteranno assieme ai curatori, Gioacchino Barbera (Museo Regionale di Palazzo Abatellis, Palermo) e Salvatore Bottari (Università di Messina.
Introduce e coordina Milena Romeo (Associazione Antonello da Messina, Roma-Messina).
Comitato Scientifico
Gioacchino Barbera, Direttore della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis, Palermo
Francesco Benigno, Professore Ordinario di Storia Moderna, Università degli Studi di Teramo
Girolamo Cotroneo, Professore Emerito di Storia della Filosofia, Università degli Studi di Messina
Eleonora Della Valle, Direttrice dell’Archivio di Stato di Messina
Caterina Di Giacomo, Direttrice del Museo Regionale Interdisciplinare, Messina
Franco Di Sciullo, Professore Ordinario di Storia delle Dottrine Politiche, Università degli Studi di Messina
Vincenzo Fera, Professore Ordinario di Letteratura del Rinascimento, Università degli Studi di Messina
Giuseppe Giarrizzo, Accademico dei Lincei, Professore Emerito di Storia Moderna, Università degli Studi di Catania
Michael Kwakkelstein, Direttore dell’Istituto Universitario Olandese di Storia dell’Arte, Firenze
Luca Lo Basso, Professore Associato di Storia Moderna, Università degli Studi di Genova
Rosario Moscheo, Presidente della Società Messinese di Storia Patria
Grazia Musolino, Dirigente Responsabile della Sezione per i Beni Storico-Artistici, Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina
Andrea Romano, Professore Ordinario di Storia delle Istituzioni Politiche, Università degli Studi di Messina
Gervase Rosser, Associate Professor of History of Art, University of Oxford
Bette Talvacchia, Director of the School of Art and Art History, University of Oklahoma.
Comitato Organizzativo
Giuseppe Campagna, Università degli Studi di Messina
Giovan Giuseppe Mellusi, Società Messinese di Storia Patria
Alessandra Migliorato, Museo Regionale Interdisciplinare di Messina
Milena Romeo, Associazione Antonello da Messina, Roma-Messina
Coordinamento Scientifico e Organizzativo
Salvatore Bottari (e-mail: bottaris@unime.it)
Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche, Università degli Studi di Messina, Piazza XX Settembre 4, 98122 Messina




Commenti