Breaking News

A MESSINA ATTIVATO IL CONTROLLO DELLE ASSICURAZIONI E REVISIONI AUTO

Il sindaco di Messina, Renato Accorinti, ed il commissario ispettore superiore del Corpo della Polizia municipale, Michele Bonanno, insieme al suo staff, hanno illustrato oggi a Palazzo Zanca, nel corso di una conferenza stampa, il secondo Scout System ed il nuovo servizio di controllo, attivo da oggi, martedì 27 ottobre, in tempo reale delle assicurazioni e delle revisioni dei mezzi di trasporto attraverso l'impiego dello Scout System. 



“Obiettivo del sistema - ha dichiarato il sindaco Accorinti - è migliorare la sicurezza stradale e la viabilità cittadina. Non è nostra intenzione fare cassa per le irregolarità commesse dagli automobilisti, ma puntiamo sulla repressione e sull'educazione degli stessi. Il mio augurio è che si arrivi all'utilizzo dei due Scout System senza che ne conseguano violazioni per comportamenti scorretti da parte della cittadinanza”

Il “S.I.S.S”, Servizio Informatizzato Sanzionamento Smart, è stato costituito - come si ricorderà - nel 2015 in seno alla Sezione Comando del Corpo di Polizia Municipale con il compito di avvalersi delle nuove tecnologie disponibili al fine di una più efficace prevenzione e repressione delle violazioni al Codice della Strada. In atto il S.I.S.S., operativo presso la caserma “Di Maio”, è costituito da 8 unità specializzate nell’utilizzo di queste nuove tecnologie, oltre il responsabile, che si avvicendano nell’attività dinamica di rilevazione delle violazioni al Codice della Strada ed in quella d’ufficio di scarico dati, validazione, sanzionamento delle violazioni rilevate, e contribuiscono anche ai normali servizi di viabilità con pattuglie moto montate, denominate con la sigla di “Astore”. 

Il sistema è munito di due apparati “Scout System” della Sintel Italia, collocati su autovetture di servizio elettriche Fiat Cubo, a zero impatto ambientale, e quello denominato “Scout”, ovvero un dispositivo portatile multifunzionale che permette la localizzazione, la trasmissione e la registrazione video, la connessione a banche dati, il riconoscimento targhe, il sanzionamento della doppia fila e di tutte le violazioni per modalità di sosta irregolare. In particolare lo “Scout” permette, attraverso la gestione di telecamere a bordo veicolo, l’attività per il sanzionamento ed il riconoscimento automatico delle targhe (archivi, ZTL, bollino blu, parcheggi disabili), consentendo così l’ottimizzazione delle attività di pattugliamento, del controllo del territorio e della sicurezza. 

Lo “Scout” integra un evoluto sistema di registrazione digitale che permette di gestire, anche contemporaneamente, fino a quattro sorgenti video analogiche. La selezione dei filmati avviene attraverso un interfaccia a calendario in cui sono evidenziati sia i giorni che le ore in cui sono presenti le registrazioni, ed integra anche un modulo di riconoscimento automatico targhe che confronta la targa riconosciuta con il data base di bordo e lo mantiene sincronizzato con quello della centrale operativa. Alle immagini è associato un commento audio in presa diretta, data e ora, posizione GPS, identificativo veicolo e operatori, numero progressivo e targa del veicolo. La posizione GPS viene integrata attraverso un modem ogni 5 secondi. La posizione e lo stato di ciascun mezzo sono visualizzate graficamente direttamente sulla cartografia digitale geo referenziata. Il sistema integra un potente software di compressione e trasmissione video, sia in tempo reale che in remoto, anche frame-by-frame. 

Il sistema “Scout” è installato con successo presso varie forze di Polizia Italiane ed Estere tra cui la Polizia di Stato, la Polizia Penitenziaria e numerose altre Polizie municipali. Così come per gli altri supporti tecnologici in dotazione al Corpo, e sempre allo scopo di prevenire, più che reprimere, le infrazioni al Codice della Strada, gli utenti vengono messi a conoscenza dei percorsi settimanali dello “Scout” attraverso la pubblicazione settimanale sui media cittadini, di comunicati stampa, nonché mediante la pubblicazione sulla home page del sito istituzionale del Comune nella sezione avvisi. Inoltre in virtù della dematerializzazione dei contrassegni assicurativi, in vigore dallo scorso 18 ottobre, non sussiste più l’obbligo dell’esposizione degli stessi, il dispositivo Scout è stato integrato con un sistema per la verifica della copertura assicurativa e della revisione auto, in grado di rilevare le targhe dei mezzi che transitano o che sono posizionate sul percorso, comunicando immediatamente all’operatore un segnale di mancata copertura assicurativa o di mancata revisione, ed ancora eventuali denunce di furto. 

In particolare la telecamera del nuovo sistema aggancia le targhe dei veicoli in movimento o in sosta, effettua la lettura delle stesse mediante un programma OCR ed in tempo reale interrogate le banche dai nazionali (portale dell’automobilista e ministero dell’Interno), segnala immediatamente i veicoli sprovvisti di copertura assicurativa  e/o non sottoposti a revisione. Individuato pertanto un veicolo non in regola il dispositivo genera un allarme acustico/visivo, evidenziando la natura dell’anomalia (ad es. assicurazione) e immediatamente su una maschera visualizza all’operatore il risultato completo dell’interrogazione. I dati acquisiti sono salvati a livello locale e possono essere usati per fermare immediatamente il presunto trasgressore o segnalarlo ad una seconda postazione remota, oppure, in caso d’impossibilità del fermo del veicolo, esportare i dati verso i programmi gestionali di verbalizzazione per il seguito di quanto previsto dal Codice della Strada. 

Nell'anno 2014, da luglio a dicembre, sono stati 6.101 i verbali per sosta irregolare, mentre per il 2015, da gennaio ad agosto, ne sono stati elevati 14.271. I ricorsi presentati sono stati 46 per il 2014 e 73 per l'anno ancora in corso. Il valore stimato dei verbali elevati ammonta per il  2014 a 301.070,00 euro (€ 210.704,90 con lo sconto del 30 per cento per chi paga entro i cinque giorni); per l'anno 2015 714.507,00 euro (500.154,90 con lo sconto del 30 per cento), per un totale di 1.015,514,00 euro (710.859,80 scontati del 30 per cento). Le multe pagate, alla data del 31 agosto scorso, sono state 9.903 per un importo totale di 560.144,56 euro. La verbalizzazione complessiva al 31 agosto 2015 è di 50.864 verbali elevati, di cui il 72 per cento effettuati dai reparti del Corpo della Polizia municipale e il rimanente 28 dall'attività dello Scout System.


Nessun commento