IL MUSEO DEL FANGO RICORDA L'ALLUVIONE DI GIAMPILIERI IN UNA MOSTRA A MONTESEGALE

Nell’ambito del progetto “Montesegale Borgo d’Arte e di Cultura”, sabato 19 settembre, alle ore 18, avrà luogo a Pavia, nel Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Montesegale, l’inaugurazione della Mostra “Sol Levante e Terra del Sole” seguita da un Concerto, per soprano e pianoforte, con Shoko Nakahara e Shizuka Sakurai.



La Mostra, che resterà fruibile ai visitatori sino al 18 ottobre 2015, ospiterà 9 opere del Domino1, 14 opere di sette artisti giapponesi, 12 opere del Container Lab, e 12 opere della collezione del Museo del Fango con le immagini ed i filmati della messa in sicurezza di Giampilieri (Messina) colpita da un evento tragico come l'alluvione del 1° ottobre 2009 dove persero la vita 37 persone.

L’evento espositivo e multimediale si propone di mostrare come sia possibile “Nutrire il pianeta” attraverso l’impegno culturale e artistico, in sinergia con le culture del mondo e, nel caso specifico, con il Giappone. Gli artisti giapponesi sono: Atsuko Otsuka, Jun Takayasu, Kazuco Misawa, Mari Kono, Toshiko Tochihara, Pen 2 e Megumi Sakakibara. La loro partecipazione è stata già patrocinata nel 2013 dall'Ambasciata del Giappone per la Mostra "Arte del Sol Levante nell'Isola del Sole", realizzata presso il Museo del Fango di Messina.


Gli artisti europei del Domino sono: Aeschlimann, Alvaro, Cannaò, Moncada, Montani, Post, Sciacca, Togo e Venditti. Gli artisti del Container Lab sono: Bonfanti, Cannaò, Chiesa, De Leo, Negretti, Gep, Gibellini, Montuschi, Maezzi, Milo, Racconi, Togo e Vannetti. Fotografie e video: Gianmarco Vetrano, Beppe Magazzù e Roberto Bonaventura.

Questa è la terza Mostra che si potrà ammirare al Castello di Montesegale, le precedenti sono state quella del Maestro Michele Cannaò “Passioni” e del Maestro Domenico Simonini “I luoghi del Cuore da Montesegale a Montparnasse” che hanno avuto un successo di pubblico oltre ogni aspettativa, più di 600 visitatori.


In occasione della XXI Edizione della Fiera di San Damiano, che rappresenta la quotidianità della vita e della corte medievale nel presente tramite il passaggio spazio temporale aperto nelle mura del Castello di Montesegale, la Mostra “Sol Levante e Terra del Sole” rimarrà chiusa domenica 27 settembre ma si potranno ammirare, dalle 11 alle 19, alcune opere dei Maestri incisori del Museo del Fango di Messina nella Sala Convegni del Castello. Al Mercato Medievale sarà offerto un aperitivo con degustazione del Salame di Varzi DOP, dei prodotti De.Co. di Montesegale e dei vini DOC e DOCG dell'Oltrepò Pavese. Dalle ore 15 osservazione diurna ai telescopi a cura dell’Associazione Astrofili Tethys e Teti dell’Osservatorio Astronomico di Cà del Monte Cecima. Dalle ore 15.30 la sfilata del corteo storico “Controversie tra i Gambarana e i Malaspina: le grandi famiglie che controllavano l’Oltrepò”. Infine, dalle ore 16.15 disfida con l’arco e successiva assegnazione del Premio.

Sabato 10 ottobre, dalle 18,30 alle 20.30, è previsto un incontro sul Realismo Terminale, il Domino e il Mud Museum con Guido Oldani, Vittorio Ferri e Michele Cannaò nella Sala Convegni del Castello di Montesegale. A seguire performance narrativa del Kuntastorie del Castello di Milazzo, Nino Pracanica con le sue famose maschere Imago.

La Mostra “Sol Levante e Terra del Sole” è promossa dal Comune di Montesegale, dal Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Montesegale e dal Museo del Fango di Messina con il patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano.


A.D.P.


Commenti