ore

Breaking

Post Top Ad

venerdì 5 giugno 2015

UNA MOSTRA ITINERANTE E CONVEGNI SULLE MALATTIE REUMATICHE

Il Collegio dei Reumatologi Ospedalieri e Territoriali Italiani (CROI) organizza in collaborazione con A.N.Ma.R. la presentazione della Mostra fotografica e del foto-libro che si svolgerà a Roma, il 10 giugno, alle ore 10, presso la Sala Capitolare del Convento di Santa Maria sopra Minerva. 



Si parlerà delle malattie reumatiche con le immagini di Roberto Murgia, reumatologo e affermato foto-blogger, in una mostra fotografica itinerante che accompagnerà le tappe dei Corsi e dei Convegni dell'associazione lungo il suo percorso nelle città italiane, durante il 2015 e il 2016. La mostra fotografica vedrà esposti i migliori scatti dell’autore sardo, con una sorta di ideale percorso emotivo dei pazienti affetti da reumartropatie fatto spesso di sofferenza, isolamento, incomprensione e mancato riconoscimento poichè spesso la società, non conoscendone la loro importanza e diffusione, le considera quasi “malattie senza dignità”. E’ questa mancata dignità che si intende riscattare, che a volte pesa più della malattia stessa.

La mostra, che cercherà di “toccare” il maggior numero di città d’Italia nella sua forma completa dei 50 pannelli commentati, inizierà da Cagliari il 19 giugno prossimo e poi proseguirà nelle varie sedi che ospiteranno il CROI. Nel pomeriggio del 10 giugno, Roma ospiterà il Congresso Europeo di Reumatologia per la seconda volta, dopo solo cinque anni dalla precedente edizione, componendo così - per la reumatologia italiana - una grande giornata di festa e affermazione.

Le malattie reumatiche sono le patologie croniche più frequenti nella popolazione italiana, la maggiore causa di dolore e invalidità.  Eppure sono tra le meno conosciute e considerate. Spesso sono confuse con le inevitabili conseguenze dell’età che avanza, ma in realtà tra le oltre 150 patologie definibili “reumatiche”, solo 3-4 appartengono alla terza età mentre tutte le altre appartengono a fasce di età precedenti, soprattutto l’età giovane adulta, prevalendo nel sesso femminile, in alcuni casi quasi come una patologia di genere.


Nessun commento:

Posta un commento