Breaking News

PRIMO SIMPOSIO DI PRIMAVERA NEL SEGNO DI IPAZIA, MARTIRE DEL LIBERO PENSIERO

Avrà luogo a Casalvecchio Siculo, il 5 e il 6 giugno 2015, la 1^ Edizione del Simposio di Primavera, dal titolo “La donna greca tra mito e scienza”, organizzato dal Dipartimento di Lettere del Liceo Classico dell’I.I.S. “Caminiti Trimarchi” di Santa Teresa di Riva con il patrocinio del Comune di Casalvecchio Siculo (ME).



Il Simposio, organizzato dal Dipartimento di Lettere del Liceo Classico dell’I.I.S. “Caminiti Trimarchi” di Santa Teresa di Riva con il patrocinio del Comune di Casalvecchio Siculo (ME), intende promuovere anche il territorio della Valle d’Agrò, e si svolgerà in due giornate di eventi culturali che si terranno a Casalvecchio con proiezioni e dibattiti per affrontare il tema della donna greca fra mito e bellezza.


Dopo i saluti del Dirigente Scolastico del Liceo Classico, dott.ssa Carmela Maria Lipari, domani, venerdì 5 giugno, alle ore 16.00, presso la Chiesa dei SS Pietro e Paolo d’Agrò, la prof.ssa Paola Radici Colace, Ordinario di Filologia Classica presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Messina, terrà una Lectio Magistralis su Ipazia, scienziata, astronoma e filosofa greca. vissuta ad Alessandria d’Egitto alla fine del IV sec. d. C. e uccisa da un gruppo di fanatici religiosi. Per tal motivo è considerata, ancora oggi, la prima martire del libero pensiero.

Sulla stessa tematica seguirà, alle ore 18.00, la proiezione del film “Agorà” (2009) di Alejandro Amenàbar. Il film, che narra in forma romanzata la vita di Ipazia, è stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2009 e al Festival Internazionale del film di Toronto nello stesso anno.


Sabato 6 giugno, alle ore 17.30, presso la Piazza Ten. Elia Crisafulli di Casalvecchio Siculo, il Laboratorio Teatrale e l’Orchestra del Liceo Classico metteranno in scena “Clitennestra: Ritorno in Aulide”. Introduzione alla tragedia a cura del regista prof. Sergio Foscarini.


A.D.P.


2 commenti:

  1. 'La cultura classica promuove il territorio' , un bellissimo tema tutto da sviluppare e seguire con animo gentile e profonda riflessione. La grazia e la bellezza di una donna ellenica, studiosa,raggiante,ben razionale ed amante delle stelle ( ma con i piedin per terra)..., sicuramente è oggetto di ricerca, piena considerazione in un mondo come il nostro ,nel quale prevale la violenza e l'arroganza...- Dalla voce dei giovani attori e dai testi giunti a noi, immenso giovamento e corale condivisione , abbracciano lo spirito e spingono a trovare ancor più felice intesa con i nostri simili e su tutti con le nostre sorelle, amiche, compagne, mogli, madri...! Ad maiora, Roberto Lo Presti -

    RispondiElimina
  2. Una bellissima iniziativa, che si dovrebbe riproporre anche in altre realtà, leggi Messina.

    RispondiElimina