LA POLITICA SBARRI LE PORTE AGLI "IMPRESENTABILI" - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

LA POLITICA SBARRI LE PORTE AGLI "IMPRESENTABILI"

LA POLITICA SBARRI LE PORTE AGLI "IMPRESENTABILI"

Share This

La politica attraversa un periodo fallimentare principalmente per due motivi. Il primo motivo è quello degli scandali continui e della corruzione indecente che giornalmente invade le nostre vite. Il secondo motivo è la volontà pervicace della "politica" stessa di non cambiare attraverso un processo interno di auto riforma e miglioramento. Da ciò la disaffezione e il non voto.



Leonardo Sciascia nel romanzo " Il giorno della civetta", uno dei suoi libri più fortunati e letti, ha scritto parole, siamo tra gli anni 50 e 60, che sanno di profezia: "Forse tutta l'Italia sta diventando Sicilia... e sale come l'ago di mercurio di un termometro, questa linea della palma, del caffè forte, degli scandali: su su per l'Italia, ed è già oltre Roma." 

E ciò si avvera con gli arresti che ogni ora incalzano di politici di quasi tutti i partiti, le tangenti, i furti, mafia capitale, l'Expo, il Mose a Venezia, la 'ndrangheta in Lombardia, Toscana, Emilia Romagna e Lazio, le strade che crollano in Sicilia, insomma ... melma e fetore. 

Ed i capi dei principali partiti sopravvissuti si attardano ancora a mostrarsi in televisione con i volti "ballonzolanti" tra risolente e ridicolo, se tragico non fosse, per cercare cavilli tra le norme di legge e manifestare, però strumentalmente, un giusto garantismo. Senza accorgersi o rilevare che la via giudiziaria deve restare distante e diversa dalla via politica!

La Magistratura indaga, accerta, assolve o condanna con i gradi di giudizio previsti e va rispettata e sostenuta nell'azione. La Politica sceglie i migliori e valuta l'opportunità di iscrivere, valorizzare, dare incarichi ed eleggere i cittadini più bravi e capaci. Caccia uomini dalle dubbie frequentazioni e non da spazio alcuno a coloro i quali hanno gli armadi pieni di ombre. Non si nasconde, la buona Politica, dietro l'ipocrisia del "non sapevo" perchè nei Comuni, nelle realtà locali, si conosce e si sa tutto di tutti.

E l'ultimo esempio di mala politica è il voto parlamentare a difesa dell'On. Giuseppe Castiglione indagato per il Cara di Mineo. Egli è ancora innocente per la Legge, dovrebbe essere subito colpevole per la Politica! Chi non conosce i trascorsi dell'On. Castiglione e dell'ex democristiano e suo suocero On. Pino Firrarello di Bronte? Sono noti a tutti i Siciliani che leggono i giornali e vedono televisioni. Quanti però di questi casi per la Sicilia e per l'Italia ?

Dimostrano che solo in pochi hanno scelto e deciso per una politica rinnovata, a misura d'uomo e capace di dare risposte immediate e concrete alla sofferenza della gente. I partiti di oggi e quelli del prossimo futuro si dotino di statuti semplici che sbarrino forte le porte agli "impresentabili" e garantiscano regole interne democratiche, preparino gli iscritti in storia, diritto ed economia, formino i quadri con l'esempio del lavoro e dell'onestà.
                                                                                                                             

Pietro Currò


Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad