ore

Breaking

Post Top Ad

giovedì 18 giugno 2015

LA MOSTRA-INSTALLAZIONE "SIDERA MICANT" APRE LE PORTE DEL SACRO A VILLA PICCOLO

Le Porte del Sacro, sabato 20 giugno l’inaugurazione della stagione estiva di Villa Piccolo con la mostra-installazione “Sidera Micant” dell’artista Desideria Burgio.



Nel 2014, l’artista palermitana Desideria Burgio ha tenuto una residenza a Villa Piccolo di Capo d'Orlando, vivendo a contatto con la casa in cui vissero i fratelli Piccolo e con il grande giardino che la circonda. Da questa residenza esperienziale nasce la mostra-installazione “Sidera Micant”, che presenta alcuni lavori site-specific, pensati durante il periodo di studio e lavoro a Villa Piccolo di Calanovella. 

L’installazione sarà inaugurata sabato 20 giugno, alle 18,30, nel giardino di Villa Piccolo, alla presenza dell’artista. Si apre ufficialmente con questa iniziativa il ciclo "Le porte del Sacro 2015", inserito nell'ambito della rassegna "Ingressi di paesaggi", promossa dalla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella. Una data, alla vigilia del Solstizio d’Estate, evocativa del cosmo, delle stelle (come il titolo della mostra) e del Sole. L’ingresso è libero. 


“Sidera Micant” (Le stelle brillano), titolo della mostra-installazione e della residenza, è una dedica ai fratelli Piccolo e all’aurea evocativa che l’artista ha percepito e che ha ispirato il suo lavoro. L’artista (qui fotografata da Marina Martines), influenzata dal luogo e dalle figure di Casimiro, Agata Giovanna e Lucio, rende omaggio ai luoghi-simbolo della villa.

Tre le linee d'intervento di Desideria Burgio: Il primo lavoro è un’ installazione composta da una lastra di marmo, recuperata all’interno della villa con inciso il motto dei Piccolo “Q Sperat In Domino Sublimabitur”

Il secondo lavoro è ispirato al rapporto intimo dei fratelli con il mondo animale. Nell’archivio della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella sono presenti le fotografie dei cani tanto amati dai proprietari, cari e importanti al punto che venne dedicato loro un cimitero. Saranno poste nelle tombe le immagini scattate da Casimiro che ritraggono gli animali della Villa. 

Nel terzo lavoro l’artista ha voluto cristallizzare dentro una teca alcune specie di fiori, raccolti nella Villa, “bloccandoli” attraverso un particolare processo, allo scopo di fermare il tempo, unendo passato, presente e futuro.

Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella
Museo Parco di Villa Piccolo SS. 113, Km. 109
98071 Capo d’Orlando (Messina)
Tel./Fax: 0941 957029 – Wind: 331 4924743 




1 commento:

  1. Un lavoro certosino in un laboratorio aperto e dalle mille visioni sentimentali,poetiche,musicali e canore...- Intorno una natura bellissima tanto curata quanto rara. Flora incastonata in una Villa da sogno nella quale tanto è stato scritto,commentato, analizzato da mane a sera..., di fronte al sole illuminante i candidi pensieri dei nobili fratelli Piccolo. Una felice ed accurata raccolta di foto, foglie ed oggetti in working progress non poteva che attirare l'attenzione di chi vive con tanto amore la vera Arte. Tagli e ritagli in tre sezioni sono il corpus eloquente di reperti che non appartengono ad un museo freddo e sconosciuto, ma diremmo oggi più che mai attivissimo e splendente che addita al mondo la gioia della ricerca del bello, del sano, del giusto verso intenso di contemplazione dentro e fuori le verdissime e rigogliose piante. Sopra i calici aperti e profumati fiori fiori ancora ancora lììì...! La fauna custodisce nel ricordo ogni larga stanza ed i saloni sovra abbondanti di libri e riviste... ,sì : 'Gattopardi fummo'...- ed a ben diritto. Complimenti alla nostra artista di Palermo che ha colto e coglie con pazienza, quasi come un gioco...,quanto di profondamente vero e dinamico ,alberga in quello speciale Luogo, di riflessione, raccolta e preghiera. Grazie per l'immenso respiro. Roberto Lo Presti da Messina -

    RispondiElimina