I ART - TRA STORIA E TEATRO CONVEGNI E SPETTACOLI RACCONTANO LA SICILIA DI IERI

A Catania ed Enna, convegni e spettacoli teatrali innovativi raccontano l’isola di ieri. Gli ebrei di Sicilia e gli ospiti “mitologici” della Villa del Casale di Piazza Armerina.



Testimonianze della comunità ebraica siciliana e un viaggio nel tempo fra i personaggi reali e mitologici della straordinaria Villa del Casale di Piazza Armerina. Sono i temi di due spettacoli teatrali creati a hoc per il doppio appuntamento in programma la settimana prossima a Catania e a Piazza Armerina nell’ambito del Festival I ART, il grande contenitore di eventi multidisciplinari che fa parte dell’omonimo progetto comunitario, con capofila il Comune di Catania.

L’appuntamento è il 21 maggio a Catania e l’indomani, 22 maggio, a Piazza Armerina. In entrambi i casi si tratta di un evento concepito in due tempi: dapprima un momento di studio e riflessione con un convegno scientifico dal titolo “Silenziose rivoluzioni. La Sicilia dalla tarda antichità al primo medioevo” curato dalla prof.ssa Claudia Giuffrida (Università di Catania).

I convegni si svolgeranno a Catania, il 21 maggio (Cortile Platamone, 15.30-19), a Piazza Armerina il 22 Maggio (Palazzo Trigona, 10.30-19). Il 23 maggio, sempre a Piazza Armerina presentazione di un volume di studi sulla Villa del Casale (Palazzo Trigona, ore 10). Il 21 e il 22 ai convegni seguiranno due differenti spettacoli teatrali. Ecco il dettaglio delle iniziative per provincia.

 21 maggio, Catania

Convegno “Silenziose Rivoluzioni”, Cortile Platamone, ore 15.30-19

Intervengono: il sindaco Enzo Bianco; Giancarlo Magnano San Lio (Direttore Dipartimento DISUM, Università di Catania); Orazio Licandro (Università di Catanzaro, assessore comunale alla cultura e al turismo); Francesco Arcaria, Margherita Cassia, Concetta Molè e Renata Gentile (Università di Catania); Lia Marino (Università di Palermo) Francesco Paolo Rizzo (Università di Macerata); Elena Caliri (Università di Messina). Presiede Giacomo Manganaro (Unict).

Spettacolo “Segni di mani femminili” di Banned Theatre, Cortile Platamone, ore 21

Un viaggio storico e romantico nella vita quotidiana della comunità ebraica siciliana, dal IV secolo d.C. fino alla cacciata del 1492. Con Valentina Ferrante, Micaela Grandi e Valerio Tambone.

22 maggio, Piazza Armerina

Convegno “Silenziose Rivoluzioni”, Palazzo Trigona, 10.30 - 19

Al mattino intervengono: Patrizio Pensabene (Università La Sapienza, Roma); Carla Sfameni (CNR, Isma), Claudia Giuffrida e Mariarita Sgarlata (Università di Catania); Antonino Pinzone (Università di Messina); presiede Francesco Paolo Rizzo. Nel pomeriggio interventi di Carmelo Crimi e Lucia Arcifa (Università di Catania); presiede Antonino Pinzone. Conclusioni Mario Mazza (Accademia dei Lincei).

Spettacolo “Benvenuti nella MIA villa” dell’ Ass. Moysikos, Teatro Comunale, ore 21

Con Ruggiero Mascellino, Noemi Marzullo e Nuccia Maugeri. “Benvenuti nella MIA villa” è un momento di festa, durante il quale personaggi reali e mitologici accolgono lo spettatore-visitatore, in una virtuale visita alla Villa del Casale, Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, per fare rivivere suggestioni, ipotizzare sensazioni, suscitare emozioni che tra le tessere multicolori si nascondono o si svelano con sensuale e ammaliante “incantamento”.

23 maggio, Piazza Armerina

Presentazione del libro di Patrizio Pensabene e Carla Sfameni “La villa restaurata e i nuovi studi sull’edilizia residenziale tardo antica”,  Palazzo Trigona, ore 10

Festival I ART è il grande contenitore di eventi pluridisciplinari inserito nel più ampio progetto I ART che vede il Comune di Catania ente capofila di una lunga squadra di partner, fra enti pubblici, associazioni e cooperative culturali della Sicilia orientale e occidentale. Si svolge in Sicilia da maggio a settembre 2015; in programma 120 eventi in giro per la Sicilia, tutti gratuiti. 

I ART – finanziato dall’UE con la linea di Intervento 3.1.3.3. PO FESR 2007/2013 – è un progetto dell’associazione I WORLD e ha per obiettivo la rilettura delle identità locali attraverso le forme ibride, innovative e plurali delle arti contemporanee. Ideatore e direttore generale di I ART è Lucio Tambuzzo; direttore artistico del Festival I ART (eventi Catania) è il regista Giovanni Anfuso. 

Il progetto I ART prevede la realizzazione di: 23 Centri Culturali Polivalenti (CCP); la Rete I ART dell’arte contemporanea siciliana e internazionale; Laboratori formativi (curati da esperti e artisti di caratura internazionale); Itinerari di viaggio nei borghi “rivitalizzati” dall’arte contemporanea; Il Festival I ART. Info www.i-art.it.


Commenti