Breaking News

RICONOSCIMENTO DELLO STRETTO DI MESSINA NEL PATRIMONIO DELL'UNESCO

Illustrata stamani dall'amministrazione comunale la manifestazione di sabato 18 aprile con partenza dal Porto di Messina. 



Gli assessori, alla Cultura e all'Identità, Tonino Perna, e alle Risorse del Mare, Sebastiano Pino; il portavoce del sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, Franco Arcidiaco; il direttore della divisione navigazione di RFI, Carmine Rogolino; gli esperti comunali, Filippo Grasso, Marcello Mento e Giovanni Molonia; hanno presentato stamani ai giornalisti, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Zanca, il programma della manifestazione che si terrà sabato 18, dalle ore 9.30 alle 13.30, a bordo della nave RFI “Messina”, con partenza dal porto di Messina, per il riconoscimento dello Stretto di Messina, da parte dell'UNESCO, nel Patrimonio dell'Umanità

All'incontro di sabato parteciperanno, tra gli altri, le Amministrazioni ed i Consigli comunali di Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni, i rettori delle Università di Messina, Pietro Navarra, e di Reggio Calabria, Pasquale Catanoso, e i rappresentanti delle associazioni culturali ed ambientaliste Touring Club, Fai, Italia Nostra, Legambiente e WWF. Durante l'appuntamento sulla nave sarà siglato un accordo relativo al riconoscimento dello Stretto quale patrimonio dell'Umanità e si lavorerà d'intesa per una reale integrazione dell'Area dello Stretto. 

“La tutela e la salvaguardia del patrimonio naturale, paesaggistico, storico e archeologico dell'Area dello Stretto è un obiettivo fondamentale di questa Amministrazione - hanno evidenziato gli assessori Perna e Pino -  Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni costituiscono infatti l’unico caso di città metropolitane confinanti, appartenenti a regioni diverse, ma caratterizzate da un elevato livello di complementarietà funzionali in svariati campi, dalla sanità, ai servizi alle imprese, alla ricerca ed alla formazione universitaria, ed è proprio per questo che l'attribuzione di una reale ed adeguata continuità territoriale tra le due sponde è un diritto inalienabile dei cittadini messinesi e reggini. Attraverso un'azione sinergica tra tutti gli attori locali - hanno concluso gli Assessori - e la moltiplicazione degli scambi e le sinergie in campo culturale economico e sociale sarà possibile promuovere il turismo in un sito unico al mondo qual'è l'Area dello Stretto”. 

Il programma della manifestazione prevede sabato 18, alle ore 9.30, la partenza dal porto di Messina di una nave RFI con a bordo il sindaco, Renato Accorinti, la Giunta municipale, il Consiglio comunale ed i rappresentanti delle associazioni ambientaliste e culturali; alle 10 è previsto l'arrivo a Villa San Giovanni, dove saranno accolte le delegazioni delle Amministrazioni e delle Associazioni di Reggio Calabria e Villa;  alle 10.30, la partenza dal porto di Villa verso Messina per un saluto alla città nella zona della Passeggiata a Mare e della Madonnina del Porto; successivamente la nave si dirigerà verso Reggio Calabria con un avvicinamento alla zona Lido - via Marina per un inchino alla città.

Il rientro sarà effettuato lungo la direzione nord - ovest verso Scilla e si concluderà intorno alle 12, al centro dello Stretto, quando sarà firmato l'accordo tra i rappresentanti delle Istituzioni e delle associazioni. Alla stessa ora tutte le navi in transito nello Stretto suoneranno le sirene per sottolineare l'evento. Alle 12.40, al porto di Villa San Giovanni, sbarcheranno le delegazioni calabresi, mentre alle 13.30 a Messina, con l'arrivo di quella messinese, si concluderà la manifestazione. L'Associazione Ferrovie Siciliane sarà presente all'evento con la mostra fotografica “Sulle rotte del Mito”.


Nessun commento