Breaking News

LA VALIGIA DEI SOGNI OMAGGIA FRANCESCO ROSI, POETA DELLA REALTA'

Questa mattina, nella Sala Ovale del Comune di Messina, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della VI edizione della rassegna cinematografica “La Valigia dei Sogni”, intitolata “Francesco Rosi - Un poeta della realtà” per celebrare il grande cineasta, scomparso recentemente. 



L’edizione 2015 della rassegna, nata nel 2010, è organizzata dal Cineforum Don Orione e dalle Associazioni Culturali "Arknoah" e "Piattaforma Creativa", e si svilupperà in quattro settimane, tutti i lunedì dal 4 al 25 maggio, alle ore 20.45, presso il Cinema Lux che si riconferma partner fondamentale della manifestazione. 

La scelta del titolo “Francesco Rosi - Un poeta della realtà”, è stata naturale per i direttori artistici della rassegna, Marco Olivieri e Nino Genovese che, quest'anno, hanno dedicato la rassegna ad uno dei più grandi registi italiani, il pluripremiato Francesco Rosi, scomparso lo scorso gennaio, offrendo la visione di alcune tra le sue pellicole più conosciute e amate che rientrano tutte nel filone del film-inchiesta.

Per Marco Olivieri, giornalista e critico cinematografico, Francesco Rosi è "poeta della realtà" perché "capace di raccontare il reale, i tanti nodi oscuri del potere e della storia italiana con uno sguardo realistico eppure capace di inattesi spunti lirici e poetici e, soprattutto, perché capace di creare un linguaggio cinematografico innovativo, mescolando elementi di reportage e spazi di finzione in un linguaggio filmico originale".

Olivieri ricorda che Francesco Rosi "è stato definito tale anche dai registi Giuseppe Tornatore e Roberto Andò. In particolare per Andò, suo assistente in “Cristo si è fermato a Eboli” (1979), Rosi ha dimostrato di essere un civilizzatore, come fu definito Picasso, e un poeta della realtà".

Nino Genovese, storico del cinema e presidente del Cineforum Don Orione, spiega che definire Rosi "poeta della realtà" non è una contraddizione in termini, anche se, di fatto, "realtà e poesia, cronaca e immaginazione, documento e liricità, sono termini contrapposti e apparentemente inconciliabili".

Ma, nel caso del Maestro Francesco Rosi, così non è poichè, "nell’ambito del suo corpus cinematografico, è riuscito a conciliare e integrare tali opposti, dando vita a film in cui la realtà, la cronaca, il documento si ammantano di nuova luce nel momento in cui risultano arricchiti di squarci poetici e di una notevole bellezza delle immagini".

"In tal modo, - prosegue Genovese - l’elemento poetico riesce a travalicare il dato reale e, hegelianamente, a 'superarlo conservandolo'; ma senza, ipso facto, limitarlo o sminuirlo: anzi, al contrario, attribuendogli nuova intensa vitalità e pregnanza visiva".

Sempre Genovese racconta che il nome della rassegna "La Valigia dei Sogni" è nato dall’omonimo film del 1953, diretto da Luigi Comencini, che narra la storia di un ex attore del cinema muto, il quale ama raccogliere tutte le vecchie pellicole che riesce a reperire, salvandole dal macero, conservandole e facendole giungere fino a noi. Ma, affinché un film possa riprendere a vivere davvero di “nuova vita”, occorre che sia proiettato, riproposto sul grande schermo per i vecchi e “nuovi” spettatori. 

"Ed è quello che, fin dalla prima edizione, si prefigge di fare questa rassegna non di film di nuova produzione, ma di opere rare e 'invisibili' (anche ritrovate e restaurate), di grandi 'classici' della storia del cinema, di attori e registi di tutte le epoche. A dimostrazione che quel cinema, - conclude Genovese - che ha cullato i sogni di tante generazioni, non solo può essere salvato conservandolo in una valigia, ma è vivo e continua ad esistere finché ci sarà chi riesce a dargli nuovo alimento e linfa vitale, facendolo (ri)vedere a tutti coloro che lo amano".

Con questa missione sono state selezionate alcune pellicole di Francesco Rosi che hanno fatto la storia del cinema italiano e che sono: 4 maggio: “La sfida” (1958); 11 maggio: “Salvatore Giuliano” (1962); 18 maggio: “Le mani sulla città” (1963); 25 maggio: “Cadaveri eccellenti” (1976). Per l’occasione le proiezioni saranno accompagnate da brevi approfondimenti e video interviste a noti studiosi di cinema e a personalità artistiche e della società civile. 

Anche quest’anno l’organizzazione ha deciso di agevolare la partecipazione di tutti i cittadini, promuovendo l’abbonamento a tutti i quattro spettacoli a un prezzo simbolico. Il biglietto per l’ingresso alla singola proiezione costa 4 €. Tutti potranno usufruire dell'abbonamento a 12 €. Un abbonamento a prezzo agevolato (10 €) è stato riservato agli studenti, ai giovani fino a 25 anni, gli over 60 e gli associati Cinema Lux, Cineforum Don Orione, Associazione Culturale Arknoah e Piattaforma Creativa.

I biglietti per le singole proiezioni e l'abbonamento a 12 € possono essere acquistati presso il Cinema Lux: lunedì e mercoledì dalle 16:00 alle 20:30, tutti gli altri giorni dalle 18 alle 20:30. L'abbonamento a 10 € è acquistabile presso il Cinema Lux e contattando le associazioni aderenti (Cineforum Don Orione, Arknoah e Piattaforma Creativa). Al momento dell'acquisto dovrete presentare documento di riconoscimento e l'eventuale tesserino universitario o tessera dell'associazione di riferimento. Gli associati possono richiedere maggiori informazioni alle rispettive associazioni.

Il Cineforum Don Orione è l’associazione culturale e cinematografica più longeva di Messina, una vera e propria istituzione per la città con i suoi 52 anni di attività. 
L’Associazione Culturale "Arknoah" nasce nel 2008 per la promozione del patrimonio artistico, culturale e storico, in particolare della comunità messinese. 
Sito web: www.arknoah.it
Piattaforma Creativa è un’associazione nata per operare a livello professionale nel settore della cultura. 
La Valigia dei Sogni 2015 
Cinema Lux, Largo Seggiola, is. 168, Messina. 

Responsabile dell’organizzazione: 
Davide Rizzo, cultural project manager e presidente dell’Associazione Piattaforma Creativa. 
Direttori artistici: 
Nino Genovese, storico del cinema e presidente del Cineforum Don Orione;
Marco Olivieri, giornalista e critico cinematografico.
Direttore tecnico: 
Francesco Torre, sceneggiatore, critico e consulente cinematografico, nonché referente per l’Associazione Arknoah. 
Amministratore della rassegna e referente per il Cinema Lux: 
ing. Melchiorre Crisafulli
Responsabile della comunicazione aziendale: 
Sonia Gennaro, communication manager.

Gli studenti regolarmente iscritti a un corso di studi afferente al Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne (ex Facoltà di Lettere e Filosofia) e al Dipartimento di Scienze Cognitive, della Formazione e degli Studi Culturali (ex Facoltà di Scienze della Formazione) dell'Università di Messina potranno richiedere la convalida di CFU utili alla propria carriera universitaria, previa partecipazione alle proiezioni della rassegna cinematografica "La Valigia dei Sogni". Gli studenti, ai quali è riservato un abbonamento a prezzo agevolato, sono invitati a chiedere maggiori informazioni al referente di ciascun corso di laurea per conoscere l'ammontare dei CFU stabiliti dallo stesso.


A.D.P.

Nessun commento