DA INTIMIDAZIONE A SFIDUCIA. ACCORINTI SOLIDALE CON COLLICA: "COLPA DELLA VECCHIA POLITICA" - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

DA INTIMIDAZIONE A SFIDUCIA. ACCORINTI SOLIDALE CON COLLICA: "COLPA DELLA VECCHIA POLITICA"

DA INTIMIDAZIONE A SFIDUCIA. ACCORINTI SOLIDALE CON COLLICA: "COLPA DELLA VECCHIA POLITICA"

Share This

Il sindaco di Messina, Renato Accorinti, dopo la notizia del voto di sfiducia al sindaco di Barcellona P.G., Maria Teresa Collica, ha espresso la sua solidarietà dichiarando che è stata una manovra della "vecchia politica". 



“Ho saputo con molto dispiacere della sfiducia votata dal Consiglio Comunale di Barcellona a Maria Teresa. - dichiara il primo cittadino di Messina - Si tratta con tutta evidenza di un’operazione di 'restaurazione' della vecchia politica per la caduta dell’Amministrazione. Le elezioni comunali avevano dato voce alla profonda voglia di cambiamento e di riscatto dei Barcellonesi, ma quel cambiamento e quel riscatto sono stati sin dall’inizio 'ostaggio' di un quadro politico e di una macchina burocratica refrattari a qualunque tentativo di restituire dignità e vivibilità alla città.

Gli interessi personali e di parte - prosegue  Accorinti - hanno prevalso ancora una volta, sacrificando sull’altare del mantenimento dello status quo un’esperienza di governo straordinaria nella sua ispirazione e nelle prospettive che avrebbe potuto finalmente aprire per Barcellona. A Maria Teresa rivolgo il mio appoggio incondizionato, augurandole di essere ancora più forte di prima e - conclude il sindaco di Messina - anche attraverso il mio appoggio personale e politico di ricandidarsi per avere sempre maggiori consensi da parte della cittadinanza e sconfiggere quindi la vecchia politica”.

Con 21 voti favorevoli e 7 contrari, la scorsa notte, è passata la mozione di sfiducia al sindaco Maria Teresa Collica, proposta dal Consiglio Comunale di Barcellona Pozzo di Gotto (Me) e adesso verrà inviato un commissario dall'assessorato Regionale agli Enti locali. A due anni dalla sua elezione, subito dopo la lettura dei voti, la Collica, molto delusa e amareggiata, ha lasciato l'Aula Consiliare insieme alla sua Giunta. 

L'ex sindaco di Barcellona, lo scorso dicembre, era stata vittima di un atto intimidatorio: erano state bucate le gomme della sua auto che si trovava parcheggiata nei pressi del Municipio. La Collica in una nota scrisse: “A chi ha compiuto ieri quel gesto vigliacco con l’intento di intimidire voglio dire che ha decisamente sbagliato strada. L’effetto che ha scatenato è stato infatti quello di unire la città nella condanna di questo tipo di azioni e di mentalità. Barcellona Pozzo di Gotto è cresciuta e non accetta intimidazioni da nessuno. Voglio ringraziare quanti, in pubblico o in privato, mi hanno manifestato la propria vicinanza”.

Certi che non via sia alcun nesso tra l'intimidazione e la sfiducia, vi è un fatto incontrovertibile e cioè quello che con la mozione di sfiducia decade anche il Consiglio, che il Comune di Barcellona verrà commissariato e che in primavera si tornerà a votare alle prossime Amministrative il nuovo sindaco con il beneplacito di tutti i consiglieri comunali.


A.D.P.



Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad