SERATA DI GRANDE JAZZ A MESSINA - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

Giovedi 12 febbraio, al Jazz Club & Restaurant "La Polpetteria" di Messina, concerto di tre fra i più importanti jazzisti siciliani.



Il trio composto da Claudio Cusmano (chitarra), Osvaldo Corsaro (organo), Pucci Nicosia (batteria) coniuga l’esigenza di realizzare un repertorio jazzistico e la voglia di liberare una sana energia comunicativa  non vincolata da schemi ed etichette. L’uso dell’organo permette ai musicisti, compagni di viaggio di tanti progetti, di spaziare dallo standard tipico del jazz acustico alle composizioni modern-funk che dagli anni 60’ in poi hanno caratterizzato il sound dell’organ trio. Forti di radici comuni e di un interplay frutto di anni d’intensa collaborazione, i tre jazzisti hanno destinato una parte del repertorio alle proprie composizioni originali. La ricerca e l’espressione d’una identità mediterranea sono marcate componenti del progetto. 

Claudio Cusmano chitarrista e compositore, inizia ad interessarsi alla musica e allo studio della chitarra all'età di 13 anni suonando in vari gruppi di estrazione rock e pop. All’età di 17 anni intraprende lo studio della chitarra jazz seguendo nel frattempo alcuni seminari, uno tra questi del chitarrista americano John Scofield. Nella sua attività musicale, oltre che suonare con propri gruppi ha collaborato per parecchi anni come chitarrista e solista nell’Orchestra Jazz del Mediterraneo dove ha avuto la possibilità di lavorare con arrangiatori internazionali come: George Gruntz, Bob Mintzer, Maria Schneider, Pietro Tonolo con il quale si realizza nel 2002 un CD “First” per la Philology, partecipando ad alcune rassegne tra le quali il Festival di Camerino nel 2003, per il Teatro Bellini di Catania con l’Orchestra Jazz del Mediterraneo feat. Flavio Boltro, Francesco Cafiso, Direttore Rosario Minuta. Ha inoltre lavorato come chitarrista con l’orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania e per il teatro”Vittorio Emanuele” di Messina nell’opera “West side story” e con la cantante “Ute Lemper” Orchestra diretta da Carlo Palleschi , e ancora per il Teatro Bellini (CT) un concerto su colonne sonore da film arrangiate e dirette dal Nino Rapicavoli. Ha al suo attivo collaborazioni con musicisti jazz nazionali ed internazionali, per citarni alcuni: Jon Hendricks, Hannibal Marvin Peterson, Steve Grossman,Paul McCandless, Bob Bonisolo, Massimo Urbani, Maurizio Giammarco, Roberto Gatto,Flavio Boltro, Stefano Di Battista, Gianni Basso, Pietro Tonolo, Massimo Moriconi, Orazio Maugeri, Stefano D'Anna, Francesco Bearzatti, Francesco Cafiso, Marcello Pellitteri, Salvatore Bonafede, Rosalba Bentivoglio con la quale realizza nel 2006 un CD dal titolo Three moments. Nel 1995, il primo CD a suo nome dal titolo "Cammino personale” con Roberto Gatto, Stefano Di Battista e Nello Toscano nel quale compone la maggior parte dei brani. Nel 1998, insieme al contrabbassista Nello Toscano, realizza il CD “Two in flight” in duo nel quale ripropone, oltre a brani originali, la rilettura di alcuni standard Jazz e musiche che fanno parte della nostra tradizione popolare. Da oltre 25 anni inoltre alterna all’attività concertistica quella didattica, che svolge presso varie scuole siciliane;attualmente docente di chitarra jazz presso l’Istituto di Alta formazione Musicale “V. Bellini” di Catania.

Osvaldo Corsaro si dedica fin dall’infanzia allo studio del pianoforte e consegue il Diploma presso il Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria sotto la guida della concertista Dora Musumeci. Alla fine degli anni ‘80, si avvicina al jazz e da allora collabora con i migliori jazzman siciliani. Fra questi: Claudio Cusmano, Pucci Nicosia, Nello Toscano, Cristiano Giardini,Vito Giordano, Orazio Maugeri, Dino Rubino e Francesco Cafiso. Nel 2000/2001 frequenta i corsi del pianista statunitense Kenny Barron. Dal 1999 al 2010 è nell’organico della “Orchestra Jazz del Mediterraneo” e con questo ensemble concretizza le collaborazioni più prestigiose: George Gruntz, Maria Schneider, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Gianni Basso, Enrico Rava e Pietro Tonolo. Con la stessa formazione incide “First” per la Philology. Nel 2005 realizza, al fianco di Pietro Tonolo, il progetto “La città della musica” con testi di Toti Scaloja e musiche originali per coro di bimbi e quartetto jazz.  Nel 2008 consegue, con il massimo dei voti, il Diploma Accademico di II Livello in “Musica Jazz” presso il Conservatorio “A. Corelli” di Messina. 

Pucci Nicosia, batterista catanese, diplomatosi alla “Groove School of Music” di Los Angeles, ha quasi sempre condiviso tutte le avventure artistiche della “City Brass Orchestra” sia concertistiche che discografiche. Strumentista dalle notevoli qualità tecniche, Nicosia è capace di adattarsi con grande pertinenza  a varie forme  stilistiche garantendo, per i solisti, un solido appoggio ritmico. La sua attività sia concertistica che discografica comprende collaborazioni con artisti del calibro di: Phil Woods, Jack Walrath, Enrico Rava,  Bruce Forman, Steve Grossmann, Paolo Fresu, Bob Mintzer, Pietro Tonolo Tony Scott, Phil Woods, John Hendrix, Hannibal Marvin Peterson, Franco Cerri, Romano Mussolini, Enrico Intra, Gianni Basso, Dado Moroni, Salvatore Bonafede, Enzo Randisi, Lino Patruno, George Gruntz, Maria Shanaider e molti altri. Nicosia, batterista anche della Orchestra Jazz del Mediterraneo, svolge un’intensa attività didattica sia privatamente che in varie scuole siciliane. La discografia di Pucci Nicosia comprende: “Reflection in Jazz” con Giuseppe Emmanuele, “Out of Nowhere” con Massimo Urbani, “Phil on Etna” con Phil Woods. Tutte queste incisioni sono inserite, con lusinghieri giudizi critici, nella prestigiosa “Penguin Guide to Jazz”

Info e prenotazioni Jazz Club & Restaurant "La Polpetteria" – Strada San Giacomo 13 (ex Kalua) Messina - 3477816550 / 090 9030674.



Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad