INDIETRONONSITORNA: "NESSUNA LOBBY DI POTERE". E DOMANI CONFERENZA DI CMDB - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

INDIETRONONSITORNA: "NESSUNA LOBBY DI POTERE". E DOMANI CONFERENZA DI CMDB

INDIETRONONSITORNA: "NESSUNA LOBBY DI POTERE". E DOMANI CONFERENZA DI CMDB

Share This

Dopo la rinuncia di Elio Conti Nibali alla sua carica di assessore designato dal sindaco di Messina, Renato Accorinti, l'associazione "Indietrononsitorna" con un comunicato intende "fare chiarezza e precisare gli aspetti di una vicenda che ha danneggiato la città".



Mentre domani mattina, nella Sala Ovale di Palazzo Zanca a Messina, si terrà una conferenza stampa convocata alle ore 10:30 dalla consigliera comunale Ivana Risitano ed il portavoce del movimento Cambiamo Messina dal Basso, Federico Alagna, al fine di illustrare il dissenso del movimento in merito alla scelta del nuovo assessore e per rendere note le conseguenti determinazioni della stessa consigliera Risitano e dei consiglieri di circoscrizione Santino Bonfiglio e Francesco Mucciardi.

Ricordiamo che il sindaco di Messina, Renato Accorinti, aveva comunicato, lo scorso 5 gennaio, la nomina di Elio Conti Nibali quale nuovo assessore della Giunta municipale, al posto del dimissionario Filippo Cucinotta. La sua presentazione era stata fissata nel corso di una conferenza stampa prevista per oggi, giovedì 8, nella Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca, nel corso della quale il sindaco Accorinti avrebbe ufficializzato anche la rimodulazione delle deleghe assessoriali.

Ma le polemiche che sono seguite, soprattutto da parte del movimento che ha sostenuto Renato Accorinti nella sua corsa a sindaco di Messina, hanno indotto Elio Conti Nibali a rinunciare al suo incarico con una lettera dove scrive: “Caro Renato, ad un passo dalla mia nomina ufficiale ad assessore della tua Giunta debbo fare purtroppo un passo indietro. Il percorso che da sempre ho condiviso con te mi impone di ragionare prima di tutto nell’interesse della nostra Città, come tu hai sempre detto. La mia nomina per tanti motivi, non tutti da me compresi, ha suscitato opposte reazioni che non mi consentirebbero una serena collaborazione nello spirito di servizio che tutti debbono avere per affrontare le impegnative problematiche di un’amministrazione difficile e complessa. Continuerò sempre Renato, non temere, ad essere al tuo fianco per fare della nostra bella Messina davvero una comunità, come tu non ti sei stancato mai di insegnarmi.”.

“Avendone compreso l'irrevocabilità - si legge in una nota diffusa dall'Amministrazione comunale - si esprime l'enorme rammarico per non potere condividere con lui questa esperienza politica al servizio della città. L'apporto di Conti Nibali avrebbe ulteriormente arricchito il contributo di competenze che cittadini provenienti dalla società civile stanno offrendo per la risoluzione di tutte le problematiche inerenti il nostro Comune. AI rammarico si aggiunge la massima solidarietà per la reazione scatenatasi su alcuni social network e su certa stampa che hanno concorso a creare un clima fatto di pregiudizi,  offese e contrapposizioni nel quale Conti Nibali non si è riconosciuto e che ha determinato in lui la scelta di evitare divisioni e contrapposizioni, che avrebbero ostacolato fortemente l'operato, facendo un passo indietro. La scelta di Conti Nibali di restare comunque sempre al fianco di questa Amministrazione per dare il suo contributo, testimonia che, così come per tutti gli assessori designati dal Sindaco, l'impegno politico è un servizio alla città e non una ricerca di posti di potere. Attraverso questo suo gesto di rinuncia e di grande responsabilità, teso a garantire una maggiore serenità, ha dimostrato, qualora ce ne fosse stato bisogno, che la scelta del Sindaco era in linea con lo spirito che da sempre anima questa Giunta. Chi non ha creduto nella coerenza del primo cittadino ha cercato motivazioni più vicine al tradizionale modo di gestione dei posti di potere, che ha determinato il declassamento e l'imbarbarimento politico della nostra città. E' inimmaginabile pensare che, davanti ad una città dilaniata da illegalità e da Amministrazioni che nulla avevano a che fare con la politica del servizio, si possa respingere chi, lasciando il proprio lavoro, svolto con successo e professionalità, è pronto a mettere a disposizione le proprie competenze per il bene comune. Questa Amministrazione - conclude il documento - respingerà sempre e con forza simili atteggiamenti di pregiudizio e di chiusura ed intende proseguire con più forza sulla strada del risanamento e del miglioramento delle condizioni di vita per i nostri cittadini e per la nostra città”.

Elio Conti Nibali, quindi, preferisce fare un passo indietro per il bene della comunità pur facendo parte di un'associazione di impegno civile, nata anche questa a sostegno del sindaco Acccorinti, denominata "Indietrononsitorna" che oggi dichiara con un comunicato la sua solidarietà a Conti Nibali per "continuare con ancora maggiore convinzione" e ribadire "il massimo impegno dell’associazione a fianco della Giunta". E, nel farlo, "prende le distanza dal clima di ostilità creatosi negli ultimi giorni intorno alla scelta del sindaco Renato Accorinti".

"Nel giorno della conferenza in cui il sindaco Renato Accorinti ha reso note le ragioni che hanno portato Elio Conti Nibali a rifiutare l’incarico di assessore, il consiglio direttivo e i componenti dell’associazione Indietrononsitorna, ritengono opportuno intervenire per fare chiarezza e precisare gli aspetti di una vicenda che, prima di ogni altra cosa, ha danneggiato la città. - si legge nel comunicato - L’associazione prende le distanze dal clima di ostilità creatosi negli ultimi giorni rispetto alla volontà, manifestata dal primo cittadino, di individuare liberamente il successore di Filippo Cucinotta. La scelta di Elio Conti Nibali non è certamente dipesa dall’appartenenza dello stesso ad Indietrononsitorna, bensì è legata alle capacità umane e professionali che gli vengono riconosciute.

La nomina degli assessori - prosegue la nota - è prerogativa del sindaco ed anche in questo caso Renato Accorinti, avulso da logiche di partito, di gruppi o di associazioni e fedele al suo ruolo ed al suo stile, aveva scelto in piena autonomia la persona che riteneva 'più utile' per ricoprire quel ruolo. Persona che conosce da lungo tempo, con il quale ha condiviso momenti importanti, che avrebbe certamente apportato competenze, esperienza e passione nell'impegno amministrativo. La rinuncia all'incarico di Conti Nibali, oltretutto, smentisce le ipotesi di presunte lobbies che sostengono la Giunta, trattandosi solo di liberi cittadini non bramosi di occupare poltrone.

Indietrononsitorna intende evidenziare come, ancora una volta, a causa di logiche superate, incapaci di interpretare un nuovo andamento della vita politica e sociale della città, si sia finiti col dovere rinunciare ad un possibile valore aggiunto per il costante e quotidiano lavoro dalla Giunta. Quanto accaduto deve servire da monito per coloro che ritengono di voler continuare a rifugiarsi in logiche autoreferenziali e di mera appartenenza. Alla luce dei fatti, - conclude il comunicato dell'associazione - Indietrononsitorna ribadisce tuttavia che è necessario adesso dare il massimo sostegno a questa Amministrazione, per consentirle di svolgere con la massima libertà un programma di lavoro puntuale ed incisivo".


©Antonella Di Pietro


Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad