GIUSEPPE FIORELLO AL TEATRO VITTORIO EMANUELE - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

Grande successo ieri sera per Giuseppe Fiorello sul palco del Teatro Vittorio Emanuele di Messina con "Penso che un sogno così...", uno show di parole, canzoni e musica live dedicato all'indimenticabile Domenico Modugno e in scena sino a domenica 11 gennaio. 



Dopo impeccabili prove cinematografiche e televisive, che lo hanno visto collaborare con registi di primo livello, da Giuseppe Tornatore per "Baarìa" a Ferzan Ozpetek di “Magnifica presenza” ma, soprattutto, dopo aver interpretato la vita di Mr. Volare nella fiction "Volare - La grande storia di Domenico Modugno", Giuseppe Fiorello giunge al teatro per misurarsi con uno spettacolo, scritto insieme a Vittorio Moroni, dove sul palco, per due ore senza intervallo, è il mattatore assoluto di quello che definisce un omaggio a colui che tanto gli ricorda la figura paterna e con il quale “se ne è andato il protagonista dello spettacolo della mia vita”.


"Modugno per me non è stato solo una storia da raccontare o un personaggio da interpretare, ma la possibilità di ritrovare un tempo lontano rimasto sempre dentro di me. - racconta Beppe Fiorello -  In questo spettacolo salgo a bordo del deltaplano delle canzoni di Domenico Modugno e sorvolo la mia infanzia, la Sicilia e l'Italia di quegli anni, le facce, le persone, vicende buffe, altre dolorose, altre nostalgiche e altre ancora che potranno sembrare incredibili. Attraverso questo viaggio invito i protagonisti della mia vita ad uscire dalla memoria e accompagnarmi sul palco, per partecipare insieme ad un avventuroso gioco di specchi. Sarà un semplice omaggio personale e affettuoso ad un ragazzo del Sud che come me ha inseguito sogni e passioni, il cinema e la musica. Ma non sarà soltanto un viaggio nella vita di Mimì, sarà anche l’occasione per raccontare fatti, storie e personaggi di un tempo passato felice...". 


"Quando Giuseppe mi ha chiamato per chiedermi se mi andava di avventurarmi con lui in questo progetto, ho pensato che sì, ne avevo proprio voglia, per due ragioni - spiega Vittorio Moroni - la prima è che avevo appena terminato le riprese di 'Se chiudo gli occhi non sono più qui', il mio film dove ho avuto il privilegio di dirigere Giuseppe e la conferma di quale attore eclettico e capace lui sia. La seconda è che, sentendolo parlare di Modugno, durante le riprese, ho avuto la sensazione che avesse incontrato 'Il Suo personaggio', una sorta di alter ego con cui fare i conti, misurarsi, da cui attingere energia, slancio, con cui scambiare bellezza e ispirazione. Come se, nonostante la distanza temporale, fosse nato tra Beppe e Mimmo un fraterno sotterraneo dialogo".

Assieme al carisma e al talento di Beppe Fiorello, attore versatile, di elegante e intensa espressività, traspare la forza innovativa e coraggiosa di Domenico Modugno, la sua modernità, la generosità, il fascino travolgente e intramontabile del suo stile. Ad orchestrare una materia artistica e umana tanto ricca, è stato chiamato un regista di assoluta competenza e fantasia, attento ai linguaggi più contemporanei, come Giampiero Solari che alterna l'attività teatrale a quella di autore e regista televisivo. Sul palco insieme a Beppe i musicisti Daniele Bonaviri e Fabrizio Palma, che sono stati anche collaboratori del cantautore Pino Daniele, scomparso qualche giorno fa. 

Giuseppe Fiorello avrebbe dovuto inaugurare mercoledì 7 gennaio con "Penso che un sogno così..." il nuovo anno della Stagione di Prosa del Teatro Vittorio Emanuele di Messina ma la prima, che sarà spostata a domenica 11 gennaio, è saltata per motivi di salute dell'artista.



Antonella Di Pietro 



1 commento:

  1. Sì: il grande indimenticabile ,stupendo Artista : Domenico Modugno...! Chi non lo può dimenticare, a distanza di lustri, la sua voce calda vicinissima al suono di Sicilia ed al calore della terra ricca di generosità...viene a farsi con intensità e dolcezza sulle tavole e davanti alle quinte. Un felice Fiorello ,un nostro catanese, geniale,pronto a raccogliere gli spunti e le più belle liriche in note marinare e meno; sono il miglior contributo a Mimmo. Chi non si è commosso ed ancora oggi sente i brividi dietro la schiena ,con la canzone 'Meraviglioso' e ' U pisci spada'...- Potremmo continuare con i soli titoli a ricordare quegli anni di ripresa economica del Bel paese ,che sognava e chiedeva nuovi messaggi di pace, amore, fratellanza,fede...! Ebbene ,noi condividiamo sempre, i grandi Talenti vecchi :assenti'' e nuovi : presenti...- L'amore è nell'aria e la sentiamo pulsare profondamente, rientra nella nostra storia nostalgica e nel nostro lontano DNA di italici sognatori , sentimentalissimi autori ed attori. Grazie a tutti per la scelta e lo spettacolo 'a cuore aperto'...! Roberto Lo Presti da Messina --

    RispondiElimina

Post Bottom Ad