AGGIORNAMENTO GRATUITO A WINDOWS 10

Upgrade gratuito a Windows 10 per tutti i possessori di un computer Windows 8.1, Windows 7 e di uno smartphone Windows Phone 8.1



La notizia arriva direttamente dall’evento che Microsoft sta tenendo su tutte le novità collegate a Windows 10. La casa di Redmond ha dunque ufficializzato che l’upgrade al nuovo sistema operativo sarà gratuito per tutti gli ultimi dispositivi che adottano la piattaforma software di Microsoft.

L’upgrade, però, sarà gratuito solo per il primo anno, questo perché Windows diventa una sorta di servizio, cambia dunque la logica degli upgrade rispetto al passato. Un cambiamento epocale che porterà vantaggi sia ai consumatori che agli sviluppatori. Dunque, una volta che il nuovo sistema operativo sarà rilasciato ufficialmente gli utenti potranno effettuare un upgrade gratuito attraverso i consueti canali di Windows Update. I 12 mesi di upgrade gratuito partiranno dal primo giorno del rilascio di Windows 10 e la casa di Redmond si sbilancia affermando che garantirà un supporto “vitalizio” per tutti i dispositivi Windows 10.

Con Windows 10 arriva anche su computer, dopo essere sbarcato su smartphone ad aprile 2014, Cortana l'assistente vocale con cui Microsoft ha sfidato Siri di Apple e Google Now. Cortana può prendere un appuntamento nel calendario seguendo le indicazioni vocali, mandare una mail, richiamare le previsioni meteo e anche visualizzare informazioni e selezionare contenuti presenti nel pc. Si può anche avviare il player musicale tramite il comando 'Hey Cortana, play my music'. Inoltre, Cortana sarà anche in grado di interfacciarsi con il sistema di navigazione e satellitare e ricordare, per esempio, al guidatore dove ha parcheggiato l'auto. 

Con Windows 10 arriva inoltre il nuovo browser che manderà in pensione 'Explorer'. Per ora si chiama ancora con il suo nome in codice 'Progetto Spartan' e dovrebbe arrivare "poco dopo" la prima 'ondata' di Windows 10, prima per pc e poi per il 'mobile'. Oltre a un nuovo look e una nuova tecnologia di visualizzazione dei siti che tiene conto dell'evoluzione del web, incorpora nuove funzioni di condivisione, come la possibilità di 'annotare' direttamente le pagine web e condividerle in rete con colleghi e amici. Un nuovo sistema operativo che deve poter offrire un’esperienza di computing più personale, nella quale al centro c’è l’utente e non più la tecnologia in maniera tale che gli utenti possano godere dei propri file, delle proprie impostazioni e delle proprie app in ogni momento della giornata, in ogni contesto, in ogni luogo. In poche parole, Windows 10 sarà “More Personal Computing“.


Commenti