VIRNA LISI E' ANDATA DOVE L'HA PORTATA IL CUORE - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

Addio alla più bella antidiva del cinema italiano e internazionale: Virna Lisi. 


Lutto nel mondo del cinema. E' morta Virna Lisi, una delle attrici italiane più belle di questo secolo. Si è spenta nella sua casa a Roma "tranquillamente nel sonno" come ha comunicato il figlio Corrado. Solo un mese fa aveva scoperto di avere un male incurabile. Aveva 78 anni.


Bellezza, classe, fascino, questo e molto altro ancora era Virna Lisi, nome d'arte di Virna Pieralisi, nata ad Ancona l'8 novembre 1936, che viene ancora oggi ricordata, oltre che per i suoi innumerevoli film al cinema e le tante fiction per la tv, anche per uno spot pubblicitario che all'epoca non si chiamava così ed era inserito nel mitico Carosello, dove all'attrice, che sponsorizzava un dentifricio, veniva detta una frase che resterà storica e verrà per sempre associata al suo splendido sorriso: ''Con quella bocca lei può dire ciò che vuole''. 

Era considerata l'antidiva per eccellenza sia per aver rifiutato varie proposte lavorative sia perchè non amava frequentare i salotti, come lei stessa affermava: "Fare l'attrice è un lavoro stupendo. Più lo capivo e più lo amavo. Però, fin dall'inizio, dei party, delle vetrine non mi è mai fregato niente". 

A Hollywood, dove era andata nel 1964, venne accolta come la star che era "Mi fecero ponti d'oro" raccontava l'attrice che girò nella Mecca del Cinema tre film: "Come uccidere vostra moglie" con Jack Lemmon; "Due assi nella Manica" con Tony Curtis; e  "U 112 - Assalto al Queen Mary" con Frank Sinatra. 

Il suo contratto con la Paramount, della durata di sette anni, prevedeva che la diva italiana restasse a Hollywood per girare altri film ma la Lisi decise di ricomprarlo: "Fu difficilissimo: ci vollero tre mesi di trattative e avvocati bravissimi, ma alla fine ce l'ho fatta. - ricordava - A Hollywood, c'erano contratti terribili che venivano venduti e ricomprati da una major all'altra come al mercato degli schiavi. La preparazione di un film durava mesi, mi impedivano di prendere l'aereo e venire a trovare mio marito, in più avevo un bambino piccolo. Insomma, non era la vita per me''. E poi "Volevano farmi fare Barbarella, ma mi ci vedevate col parruccone argentato fino alla vita?". Un ruolo che poi venne affidato a Jane Fonda. L'attrice rifiuterà anche di interpretare una bond-girl nel film "A 007, Dalla Russia con amore" accanto a Sean Connery. 

E tutto questo solo per un motivo; tornare a casa. Perchè per la bellissima Virna Lisi "Il cinema è una cosa, la vita un'altra". E la sua vita era stare con la sua famiglia. Una famiglia che ha costruito a costo di qualche rinuncia lavorativa che, tuttavia, non le è pesata. Come quando rifiutò di interpretare nel film "Cuore sacro" un ruolo scritto su misura per lei dal regista Ferzan Ozpetek, che poi andò a Lisa Gastoni. 


Tanti i premi prestigiosi ricevuti: sei Nastri d'Argento; un Premio per la migliore interpretazione femminile a Cannes per la sua Caterina De' Medici nella "Regina Margot"; quattro David di Donatello, di cui due alla carriera; una Palma d'Oro al Festival di Cannes per il film "Signore & Signori" di Pietro Germi; un César, l'Oscar francese. Inoltre, era anche Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Malgrado non avesse mai voluto sacrificare i suoi affetti più cari per il lavoro, Virna Lisi aveva nel cuore un grande dolore, quello di non aver potuto portare avanti due gravidanze per stress da lavoro come diceva lei stessa in una intervista: ''Ho un figlio e tre nipoti, e potrei avere altri due figli se non li avessi perduti per lo stress di stare sul set per dodici ore al giorno, svegliarsi alle 5 del mattino, eccetera... ''. 

Al compimento dei suoi 60 anni, la sempre bella Virna Lisi, che non temeva il tempo che passava, nel ricordare il suo passato personale e artistico, diceva: "Ho vissuto una vita così piena, così ricca di soddisfazioni che certo non mi spaventa". E della sua esperienza hollywoodiana amava raccontare un aneddoto con Frank Sinatra: "Lui, sempre molto galante, un giorno mi chiese che desiderio avessi. La prima cosa che mi venne in mente fu di chiedere una mela. M'inondò la roulotte con tutte le mele in vendita nei negozi di Los Angeles. Le amiche mi hanno detto che ero scema ma, anche a ripensarci adesso, un'ora con Frank Sinatra non vale un minuto passato con il mio nipotino". 


Un anno fa, a settembre del 2013, moriva il grande amore della sua vita, l'architetto ed ex presidente della Roma, Franco Pesci con il quale aveva condiviso gioie e dolori per 53 anni e da cui ebbe il figlio Corrado, nato due anni dopo il loro matrimonio. Una perdita incolmabile che, probabilmente, l'ha resa più fragile di fronte alla sua malattia. Nel necrologio aveva fatto scrivere: "Quanto bene ti ho voluto, mi manchi già tanto, per sempre. Virna". 

L'attrice ricordava l'inizio della loro storia d'amore così: "Venne a incontrarmi in camerino, era timido e dolce, dalla sera seguente ha iniziato a inviarmi centinaia di rose rosse. Ma ho ceduto solo quando mi ha regalato un cucciolo di barboncino. Ci siamo messi insieme e non ci siamo più lasciati".

Da quando si sono conosciuti, erano diventati l'uno l'ombra dell'altro, come capita a chi ha la fortuna d'incontrare l'anima gemella, tra di loro mai uno scandalo, sempre innamorati, fedeli e complici, si sono separati solo un anno, poi l'attrice lo ha raggiunto per restare insieme... per l'eternità. 

Abbiamo scelto di ricordarla nella sua magistrale interpretazione di nonna Olga nel film "Va' dove ti porta il cuore" di Cristina Comencini (1996), tratto dal libro omonimo di Susanna Tamaro. 


©Antonella Di Pietro




Nell'aprile del 2014, dopo dodici anni di assenza, Virna Lisi era tornata su un set cinematografico, recitando nella commedia di Cristina Comencini dal titolo "Latin Lover" (in uscita nel marzo 2015). I prossimi progetti televisivi a cui stava partecipando sono le fiction Mediaset "È la mia famiglia", le cui riprese sono iniziate in autunno (sarà sostituita da Stefania Sandrelli), e la quarta stagione della serie "Il bello delle donne", le cui riprese si sarebbero dovute svolgere tra la fine del 2014 e i primi mesi del 2015. (Wikipedia)


1 commento:

  1. La semplicità,la femminilità, la spontaneità,la bellezza acqua e sapone... sono quei requisiti che ogni Donna dovrebbe conservare sic et simpliciter.....! Quanti sogni da ragazzo e giovane assieme ad amici incantati dalla bravura mozzafiato e dalle soavi sinusoidali forme perfette...! Ti ricorderemo sempre con grande affetto ...sicuro ! Roberto Lo Presti -

    RispondiElimina

Post Bottom Ad