ore

Breaking

Post Top Ad

martedì 16 dicembre 2014

"CORTO STRETTO": LA LUNGA NOTTE DEL CINEMA DI MESSINA

Messina Film Commission in collaborazione con "Corto di Sera" e il giornalista e critico cinematografico Marco Olivieri, ha organizzato la prima edizione della rassegna cinematografica "Corto Stretto", un evento unico che avrà luogo venerdì 19 dicembre dalle ore 19 alle 24 nella suggestiva cornice del Monte di Pietà. Protagonisti assoluti: Messina, il suo territorio e i suoi autori.



Con il patrocinio del Comune di Messina e la partecipazione del Dipartimento delle Scienze Cognitive e della Formazione e degli Studi Culturali dell’Università di Messina, saranno proiettati venerdì 19 dicembre dalle ore 19 alle 24, al Monte di Pietà, cortometraggi, documentari e videoclip di recentissima produzione in presenza degli autori, ma anche anteprime e lavori al loro debutto sul grande schermo, tra cui l'attesa prima nazionale del docu-film di produzione italo-spagnola "L'ultimo giorno" di Alberto Bougleux

Due le sezioni: “A/R”, dedicata alle fiction realizzate nel territorio e in prevalenza agli autori messinesi; e “Isole”, dedicata ai documentari girati nel territorio e sempre prevalentemente agli autori messinesi. Infine, il prezioso contributo di "Corto di sera", che presenterà una straordinaria selezione dei corti premiati per la sua III edizione, ovvero la rassegna di cortometraggi indipendenti promossa dalla Pro Loco “Giovannello da Itala”. Nel corso delle proiezioni, a ingresso libero, interverranno i registi. Il tutto in linea con gli obiettivi della Messina Film Commission di promuovere le professionalità locali e le potenzialità di una zona che potrebbe diventare meta costante di produzioni cinematografiche.


La sezione “A/R” (fiction e video musicali) presenta: “L’estate che non viene” di Pasquale Marino (Italia,2011,16’) in concorso al 64esimo Festival di Cannes nella sezione Cinefondatiòn; “Beni invisibili: Villa De Pasquale” di Alessandro Turchi – spot contest Fondazione Telecom (Italia, 2012,  1’); “Codici”  di Alessandro Turchi e Fabio Cacia (Italia, 2014 4.00’, videoclip); “Job” di Fabio Cacia (Italia, 2012, 12’); “The Elephant” di Danilo Currò (Italia, 2014, 12’), un progetto realizzato in collaborazione con Messina Film Commission“Lasciare un segno” di Daniele Grasso (Italia, 2014, 5’); “Disoccupato” di Davide Cuscunà e Antonio Emanuele (Italia, 2014, 7’); “Runaway Trip” (Giappone, 2013, 3’), estratto dal documentario su Messina e provincia realizzato dalla televisione nazionale giapponese; “Spengo il televisore” di Orazio Sturniolo (Italia, 2014, 4’, video musicale con Ninì Sterrantino). 

La sezione "Isole” (documentari) propone: l'anteprima de "L'ultimo giorno" di Alberto Bougleux; l’anteprima ed estratto (10 minuti) de “U Ferru / The Harpoon” di Marco Leopardi, un documentario sulla caccia del pesce spada nello Stretto di Messina attraverso la storia del protagonista Giuseppe Donato e prodotto da Diego D’Innocenzo (Italia 2014) in collaborazione con Sicilia Film Commission; il docu-film “What I’ve to do to make you love me” di Nunzio Gringeri e Giovanni Totaro (Italia, 2013, 30’); l'anteprima di un documentario di Nunzio Gringeri sullo Stretto di Messina dal titolo “La città che non si guarda”, saggio diploma del Centro Sperimentale di Cinematografia – sezione documentari di Palermo. 

Presente anche una sezione dedicata alle produzioni nazionali e internazionali premiate nelle edizioni estive e invernali della rassegna “Corto di Sera”: “L’amore corto” di Valentina Vicenzini (Italia, 2013, 10’); “I tweet” di Mario Parruccini (Italia, 2012, 10’); “Buongiorno, signor Bellavista” di Alessandro Marinaro (Italia, 2012, 20’); “Tin e Tina” di Rubin Stein (Spagna, 2013, 12’); “Carrozzella negra” di Emanuele Lucci e Mario Savina (Italia, 2014, 15’).

E, per la sezione "Formazione", dedicata a lavori realizzati nell’ambito di laboratori audiovisivi universitari o promossi da enti e associazioni: "Bad" (Italia, 2014, 35’), mediometraggio prodotto dal Centro interdipartimentale di Studi sulle Arti performative dell’Università di Messina e dal Liceo Scientifico "Seguenza". Sarà presente il coordinatore del progetto, il regista messinese Fabio Schifilliti.

Sinossi:
Nel mezzo del Mediterraneo c’è una piccola isola di sole scale. Vi abitano 50 persone e tre bambini: Mirko, Valentino e Gabriele. Al gradino numero 300 c’è la loro scuola. Mirko, Valentino e Gabriele sono gli unici alunni. Le maestre vengono ogni settimana dalla costa, distante più di tre ore di aliscafo. Tutte ripartono tranne Teresa, che sull’isola ci vive, anche lei al gradino 300. Teresa è di Milano, non le manca molto alla pensione. Un giorno di 15 anni fa ha deciso di dedicare la sua vita all’isola e alla sua minuscola scuola. Teresa è una maestra moderna e creativa, che sa che i metodi tradizionali non possono funzionare con i figli di quell’ambiente chiuso e impervio. Rendere viva e possibile la scuola per i figli di questo lembo sperduto d’Italia e del Mediterraneo è stata la battaglia della sua vita, che l’ha portata a scoprire lentamente la realtà spesso violenta che si nasconde sotto l’immagine radiosa dell’isola. Violenza che i suoi alunni fanno esplodere in aula.  Mirko, Valentino e Gabriele sono gli ultimi alunni di Teresa. Dopo di loro, si dice, la scuola dell’isola chiuderà. Una camera fissa dietro la cattedra documenta l'imprevedibile teatro quotidiano dei tre alunni della scuola più piccola d’Italia e il loro rapporto liberatorio con il mare, di cui sono figli e prigionieri. Su tutto, le riflessioni di Teresa, custode di un’esperienza didattica unica e di frontiera, ora al termine. 
In programma, quindi, venerdì 19 dicembre, la presentazione ufficiale e la visione del docu-film “L’ultimo giorno” di Alberto Bougleux (52’, 2014) realizzato in collaborazione con Messina Film Commission, ZaLab e Istituto Scolastico Lipari 1, con il patrocinio di MCE – Movimento di Cooperazione Educativa, e prodotto dal Museo del Cinema di Stromboli e da Christof Bosch. Il film, girato lungo l'arco di quattro anni scolastici (dal 2010 al 2014) nella piccola scuola di frontiera di Alicudi, isola appartenente all'arcipelago delle Eolie, probabilmente la più piccola d'Italia, racconta la storia, dalla valenza metaforica, di una maestra d'avanguardia, Teresa Perre, "ultimo baluardo di un modo di comprendere l’infanzia che sembra condannato", come la definisce il regista Bougleux. Una maestra che ha fatto dell'insegnamento la missione della sua vita e che sa ancora sedersi a fianco dei suoi ultimi alunni per aiutarli sia nel passo più difficile, quello che va dall'infanzia al momento critico dell'adolescenza, sia a superare l'ultimo giorno di scuola. Nel microcosmo dell'isola, la parabola della missione educativa di una maestra che vive il suo mestiere con profonda passione e dedizione e lo specchio di una scuola che riflette un paese in bilico tra terra e mare.


Antonella Di Pietro


Trailer de “L’ultimo giorno”



El último día - Trailer from alberto bougleux on Vimeo.

1 commento:

  1. Grande successo su Charitystars per l'asta di beneficenza organizzata dal Trio Medusa e Radio Deejay a sostegno del Cesvi (www.cesvi.org) e della lotta all'Aids. In vendita oggetti donati da personaggi dello spettacolo, dello sport e della musica tra cui Neymar, Eros Ramazzotti, Annie Lennox, Valentino Rossi, Tiziano Ferro e tantissimi altri artisti che hanno deciso di aderire a questa importante iniziativa: si possono acquistare qui http://www.charitystars.com/

    RispondiElimina