TAGLI SERVIZI SOCIALI: CLARA CROCE' FP CGIL PREANNUNCIA "UNA GUERRA SENZA SCONTI"

"Questa volta non sarà semplicemente una scontro, ma una guerra totale. Se entro venerdì non avremo risposte su come l’Amministrazione intende recuperare somme da inserire nel bilancio previsionale 2014 per i servizi sociali, la Fp Cgil darà il via ad una mobilitazione che lascerà il segno”. A parlare è la segretaria della Funzione Pubblica della Cgil di Messina, Clara Crocé. 


Il voto espresso ieri pomeriggio, nell’Aula Consiliare del Comune di Messina, sulla delibera Tasi, modificata proprio nella parte delle risorse derivanti dal gettito del tributo, parte delle quali, due milioni di euro, non saranno più destinate ai servizi sociali, rappresenta per Clara Crocé un enorme rischio per il terzo settore.

“Negli scorsi giorni siamo riusciti a trovare con la Giunta Accorinti una soluzione tampone - prosegue la Crocé - per garantire una copertura economica fino alla fine del mese di settembre, adesso, però, la situazione rischia di non poter essere più gestita. Non accetteremo che un settore così delicato e tanto in difficoltà come quello dei servizi sociali, possa diventare terreno di scontro fra l’Amministrazione e il Consiglio comunale, a pagare non possono essere né gli utenti né i lavoratori”.

La Funzione Pubblica Cgil Messina ribadisce dunque il concetto senza fare passi indietro: “O si avranno risposte entro al fine di questa settimana, o già lunedì mattina l’intero comparto del terzo settore sarà in piazza a protestare. E stavolta - ribadisce la "pasionaria" Clara Crocé - non sarà una semplice mobilitazione ma una guerra senza sconti”.


A.D.P.

Commenti