ore

Breaking

Post Top Ad

martedì 23 settembre 2014

RABBIA, VITTIMISMO E SENSO DI COLPA AVVELENANO L'ANIMA

“Rabbia, Vittimismo, Senso di Colpa: i tre Veleni dell’Anima”  è il titolo del seminario tenuto da Gabriele Policardo e organizzato dall’Associazione Culturale “Anthurium Rosa – Cammini di Conoscenza”.


Il seminario avrà luogo sabato 27 settembre, dalle ore 9:00 alle 18:00,  presso l’Hotel Messenion di Messina e rientra nel ciclo di manifestazioni (leggi qui) promosse dall'Associazione "Anthurium Rosa" per inaugurare il suo nuovo anno di attività.

Studioso ed esperto di pratica Siddha Yoga, autore, compositore, regista, Gabriele Policardo è stato consulente per Raitre ed è allievo di Bert Hellinger, psicologo e scrittore tedesco. Ha studiato radioestesia, Nuova Medicina con il dottor R. G. Hamer e sta attualmente seguendo la formazione della Hellinger Schule in costellazioni familiari. Ha pubblicato “Superare i conflitti” (ebook gratuito) e il libro “Tarocchi Karma Destino” (presentato di recente a Messina da “Anthurium Rosa”), entrambi per Spazio Interiore Editore.

"Il crescente interesse per gli argomenti spirituali ha creato – spiega Policardo - una serie di filoni, alcuni smaccatamente commerciali, per cui spesso si ha l’impressione di entrare in un discount della spiritualità, dove si vendono pillole di coscienza a prezzo scontato. In realtà, ciò che ‘cura’ è solo l’amore. Poi si possono usare parole, immagini, meditazione, silenzi, movimenti del corpo ma ciò che rimane, ciò che passa all’altro è solo il riflesso della nostra anima, che più è aperta e più irradia.  La spiritualità non dovrebbe mai prescindere da un serio percorso di terapia, di aiuto, di risanamento dei conflitti e delle ombre. Il rischio, assai ben visibile in certi ambienti, è di trattare l’evoluzione e il progresso, le scienze dello spirito, come una specie di grande tappeto sotto cui infilare, per un tempo relativo, la polvere e la spazzatura dei propri nodi irrisolti. Con questa zavorra, difficilmente riuscirà il passaggio dalla figura di turista spirituale a quella di ricercatore e, infine, di uomo realizzato, sapiente o, semplicemente, viaggiatore dei regni interiori".

Policardo parteciperà, insieme con Thomas Torelli e Antonio Giacchetti, rispettivamente regista e uno degli intervistati del film documentario “Un altro mondo – Another world”,  anche alla serata di presentazione delle iniziative di “Anthurium Rosa” che si terrà, a partire dalle ore 20:00, venerdì 26 settembre al Teatro Annibale Maria Di Francia e sarà introdotta dalla presidente dell’Associazione, Mirella Restuccia

Domenica 28 settembre, infine, al Teatro Annibale Maria Di Francia, alle ore 18:00, è prevista la conferenza di Marco Cesati Cassin sul tema “Presenze positive. Le coincidenze misteriose che ci guidano e ci proteggono”, che è anche il titolo del suo libro, pubblicato nel 2014 per Sperling & Kupfer. L’ingresso è libero. Si tratta di un viaggio affascinante fra fotografie, filmati e interventi, a cura di un esperto, capace di coinvolgere e appassionare.

Le interviste ai protagonisti degli eventi

Sottolinea il regista Thomas Torelli: “Il mio film, Un altro mondo, è un sogno lungo un’ora, curato dal punto di vista cromatico e in ogni aspetto visivo per rispettare ogni elemento simbolico. L’obiettivo è quello di emozionare e di  generare in ogni spettatore una nuova coscienza di sé in relazione all’universo. La distribuzione è internazionale con la produzione di Bluma Lab e Lotus Production”. Per leggere l’intervista completa: http://www.anthuriumrosa.com/thomas-torelli/

Afferma invece Marco Cessati Cassin: "Io sono tra quelli che sentono nel profondo che gli angeli, le presenze positive, esistono e ci aiutano. In questo senso, spero che il libro promuova riflessioni autonome, anche critiche, dei lettori. Perché è riflettendo che si aumenta la consapevolezza del sé. E più si è consapevoli, più si percepisce, più si comprende, maggiore è il proprio grado di serenità". Per leggere l’intervista: http://www.anthuriumrosa.com/marco-cesati-cassin-conoscendo-angeli-mondo-dellaltro/

Infine, Gabriele Policardo spiega che cosa significa per lui ricerca spirituale: “Significa seguire un movimento naturale che è in me e in ogni essere umano. Una scintilla nel buio che guida verso una grande luce alla fine della strada notturna, laddove s’intuisce l’inizio dell’alba. Alcuni semplicemente assecondano questo movimento, che li conduce verso il proprio destino, alla ricerca della loro verità e di quella più ampia e profonda che ci connette tutti. Oggi questo movimento è molto più evidente che in passato: sempre più persone si scoprono ricercatori e sentono un’insopprimibile forza di ampliare i propri orizzonti, di esplorare la vita e di considerarla da un piano più vasto e in gran parte sconosciuto”. Intervista completa al link http://www.anthuriumrosa.com/gabriele-policardo-mia-ricerca-spirituale/


Nessun commento:

Posta un commento