MARO': RICHIESTA A CORTE SUPREMA PER RIENTRO LATORRE - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

MARO': RICHIESTA A CORTE SUPREMA PER RIENTRO LATORRE

MARO': RICHIESTA A CORTE SUPREMA PER RIENTRO LATORRE

Share This
"Sono molto preoccupata e agisco con tutta l'attenzione necessaria. Se la situazione fosse stata facile, l'avremmo già risolta". Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, parlando della vicenda dei marò detenuti in India. "Mi auguro si possa aprire un dialogo col nuovo governo indiano, altrimenti c'è la strada dell'internazionalizzazione con il coinvolgimento dell'Onu".


Massimiliano Latorre é stato dimesso domenica dall'ospedale di New Delhi dov'era ricoverato per un attacco ischemico transitorio. Lo ha appreso l'Ansa a New Delhi da fonti mediche. Il paziente "si sta riprendendo molto bene" e "dovrà solo tornare in ospedale fra qualche giorno per un controllo di routine del decorso del suo recupero".

La fonte non ha voluto pronunciarsi né sulla percentuale attuale del recupero del fuciliere né sui tempi del suo completo ristabilimento, militandosi ad indicare che "dovrà seguire alcune terapie e vivere in un ambiente tranquillo". In assenza di informazioni dirette da fonti italiane, e' presumibile che Latorre sia rientrato ora nella sua residenza nell'ambasciata d'Italia nella capitale indiana.

Come è noto, lunedì il team dei legali della difesa presenterà un'istanza alla Corte Suprema indiana per il  trasferimento di Latorre in Italia, "per consentire un suo più rapido e completo ristabilimento". E una prima udienza è in calendario per lunedì stesso.

La richiesta di rientro di Latorre è motivata dal malore che ne ha reso necessario il ricovero in un ospedale di New Delhi. E' possibile che una decisione del massimo tribunale indiano sul caso possa giungere nel giro di alcuni giorni.

La richiesta italiana alla Corte per il ritorno di Latorre in Italia non si basa tanto sulla qualità delle cure (che sono adeguate anche in India) quanto sul fatto - si è appreso - che patologie come le ischemie cerebrali tendono a recidivare e che è assolutamente necessario eliminare i fattori di rischio, come è lo stress, e permettere al paziente di recuperare pienamente in un ambiente sereno e famigliare.

La decisione di presentare la richiesta urgente alla Corte Suprema per un ritorno in Italia di Massimiliano Latorre è stata presa in occasione della visita a New Delhi dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti l'1 settembre scorso. Durante la visita del ministro - si è appreso - si è svolta una riunione con i legali dello studio Titus che difende i Fucilieri a cui ha partecipato anche un rappresentante italiano dell'equipe giuridica che assiste il governo nella definizione della strategia per risolvere il caso.

Sabato mattina erano circa in 150 davanti alla prefettura di Bologna per chiedere al governo italiano di intervenire nella questione dei due Marò, i fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, arrestati nel febbraio 2012 in India. 'Riportiamoli a casa' era il titolo del presidio promosso dal consigliere regionale di Forza Italia, Galeazzo Bignami, presente con gli altri manifestanti in piazza. Diversi i tricolori esposti, mentre su alcuni cartelloni erano scritte frasi come 'Salviamo i nostri Marò' e 'Torniamo ad essere una nazione'. "Abbiamo raccolto firme - ha spiegato Bignami - da consegnare al prefetto, in quanto rappresentante territoriale del Governo". (Ansa)




Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad