MARE E CULTURA INSIEME AI RAGAZZI DISABILI IN MEMORIA DI NINO MUSCIUMARRA - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

MARE E CULTURA INSIEME AI RAGAZZI DISABILI IN MEMORIA DI NINO MUSCIUMARRA

MARE E CULTURA INSIEME AI RAGAZZI DISABILI IN MEMORIA DI NINO MUSCIUMARRA

Share This
Nel ricordo di Nino Musciumarra è in programma l'iniziativa "Mare Insieme 2014 - Progetto Mare e Cultura", organizzata dall'Associazione Meter&Miles, che anche quest'anno celebra una giornata nello Stretto di Messina con i ragazzi diversamente abili. 

Nino Musciumarra
L'evento si svolgerà alle ore 9:30 di giovedì 18 settembre, con partenza dal centro nautico "Sulla Rotta di Ulisse" a Fiumara Guardia, e sarà seguito dal regista Fabio La Rosa che, con l'Associazione Socioculturale "I Giovani del Pirandello", ha messo in scena alcune rappresentazioni teatrali per favorire l’integrazione tra ragazzi diversamente abili e normodotati. 

Per la buona riuscita dell'iniziativa, preziosa è stata la collaborazione offerta dall'architetto Nuccio Pecora e dal meteorologo Samuele Mussillo, nonchè quella dei sostenitori e degli accompagnatori.

"Ė il nostro piccolo contributo a un uomo valoroso che ha onorato lo Stretto di Messina con le sue traversate epiche e la sua forza di volontà.  - spiega Saro Visicaro, coordinatore dell'Associazione Meter&Miles - La stessa forza della quale i ragazzi diversamente abili hanno bisogno quotidianamente per superare le mille barriere culturali e architettoniche che incontrano. Otto ragazze e ragazzi, con gli accompagnatori, trascorreranno una giornata tra Scilla e Cariddi ricordando Colapesce, ascoltando le storie della pesca del pescespada e godendo  della natura amica". 

Nino Musciumarra si rese protagonista, il 10 settembre 1949, di una traversata che gli valse da parte degli appassionati il soprannome di “Squalo dello Stretto". Alla quale seguirono altre 23 traversate dello Stretto nei due sensi, senza contare le gare di fondo e una bella ma breve carriera master in piscina con vari titoli regionali e un record regionale nei 400 s.l. durato per quasi 20 anni, quasi sempre come tesserato per il CUS Messina. A questo si aggiungono i pochi ma importanti riconoscimenti ufficiali tributati alla sua carriera, come il Premio Colapesce e la Targa del Rotary dedicata ai messinesi illustri (2006). Leggi qui la sua storia



A.D.P.


Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad