GRANDE AVVIO DELLA NAZIONALE DI ANTONIO CONTE - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

GRANDE AVVIO DELLA NAZIONALE DI ANTONIO CONTE

GRANDE AVVIO DELLA NAZIONALE DI ANTONIO CONTE

Share This
Italia-Olanda 2-0: Grande avvio della Nazionale di Antonio Conte.


È tornata la Nazionale. È tornata la vittoria in amichevole, che ormai mancava da troppo tempo. C'era da smaltire la terribile delusione di un Mondiale finito in anticipo. Il modo migliore per farlo? Ripartire col migliore allenatore del campionato, l'uomo capace di far risorgere la Juventus vincendo tre campionati di fila. Antonio Conte non sbaglia l'esordio con la Nazionale: vince e convince pienamente. E prende i primi meritati applausi.

La partita si svolge praticamente tutta nei primi dieci minuti. La partenza dell'Italia è incredibile. Vanno a segno prima Ciro Immobile, dopo soli tre minuti e poi Daniele De Rossi grazie ad un calcio di rigore procurato da Martins Indi, disastroso difensore orange, poi espulso, reo di aver fatto scivolare un ottimo Zaza al suo esordio.

C'era scetticismo attorno alle convocazioni, soprattutto per quanto riguarda Zaza, ma anche Immobile, costretto a sudarsi il posto in Germania. Ebbene, la prova di questi è stata più che convincente. Altra scommessa vinta da Conte.

La Nazionale riparte da un modulo vicino a quello della Juventus. Darmian e De Sciglio agiscono bene sugli esterni, mentre il centrocampo è in buone mani grazie al solito De Rossi, alla duttilità di Marchisio e ai polmoni di Giaccherini.

In porta torna Sirigu, ormai una certezza. La difesa è a tre, con Ranocchia, Bonucci e Astori.

La coppia d'attacco è totalmente inedita e inaspettata: Zaza-Immobile. Zaza gioca una grande partita, corre e crea pericoli: sbaglierà anche un goal a tu per tu col portiere, che avrebbe meritato, a coronamento di un buon debutto.

Il messaggio di Conte è stato abbastanza chiaro. La scelta impopolare di lasciare a casa Balotelli è parsa sensata. È il gruppo che viene prima di tutto, non i singoli. E l'allenatore sta partendo proprio da questo per rifondare una squadra dalle ceneri. 

La filosofia è chiara: per ambire alla maglia della Nazionale bisogna lottare e meritarsela, con impegno e determinazione costanti.

Questo avvio ci è piaciuto. E se il buon giorno si vede dal mattino, avremo di che gioire con questa nuova gestione.

©Bob



Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad