A GIARDINI NAXOS INCONTRO-READING CON MARIASTELLA RUVOLO - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

A GIARDINI NAXOS INCONTRO-READING CON MARIASTELLA RUVOLO

A GIARDINI NAXOS INCONTRO-READING CON MARIASTELLA RUVOLO

Share This
Naxoslegge, il festival delle narrazioni di cui Feltrinelli Point Messina è partner, presenta “Lib(e)r(o). Un libro, un vino” per “Aspettando Naxoslegge con autori, editori e vini delle terre di Sicilia”. 


Appuntamento domenica 10 agosto alle ore 20:00 al Lido di Naxos (Giardini Naxos) coordinato da Fulvia Toscano l’incontro di presentazione e reading su “Cartoline di una Gorgone” (Sovera Edizioni) di Mariastella Ruvolo. Con l’autrice interverrà Marinella Fiume, letture a cura di Giulia Fiume.

Il racconto si apre narrando la rocambolesca fuga di Salvatore, un padre, un contadino siciliano, che scappa dalle truppe tedesche per tornare a casa a conoscere la figlia appena nata, Caterina, una delle protagoniste della storia. Una vita semplice quella di 'Titina', segnata dal terremoto della Valle del Belice del '68, dall'emigrazione in Svizzera e dai sacrifici. Alle vicende della sua famiglia si intrecceranno quelle di Luna e della sua famiglia, un tempo nobile e ricca. È un susseguirsi incalzante di episodi e volti che appaiono e scompaiono lasciando ciascuno un segno, come attori su un palcoscenico in continuo movimento tra diverse ambientazioni e contesti dal sapore prevalentemente siciliano. Il romanzo si sfoglia, e si legge, come fosse quasi una raccolta di istantanee che, attraverso i ricordi, ricostruisce la vita dei personaggi, dalle caratteristiche nette e dai tratti ben delineati. Un caleidoscopio in cui si susseguono immagini incredibilmente reali, vivide, dove di tanto in tanto trova spazio una punta di ironia.


Mariastella Ruvolo, originaria di Montevago, provincia di Agrigento, ma con legami forti a Ribera in quanto suo padre è il prof. Giovanni Ruvolo, cardiochirurgo, e la madre è Margherita La Rocca, deputato regionale dell’Udc, non essendo ancora nata nel 1968 ha raccolto alcune storie dalla viva voce e dalle testimonianze dei protagonisti del tragico terremoto della Valle del Belice. Ne parla anche grazie ai racconti dei familiari. La giovane autrice siciliana, che vive e lavora a Roma, è laureata in Scienze Internazionali. “Cartoline di una Gorgone” è il suo primo romanzo, ma anche il suo secondo libro poichè, nel 2011, diede alle stampe il saggio “L’URSS alla fine del novecento. Gorbaciov e la Perestrojka”.






Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad