ore

Breaking

Post Top Ad

mercoledì 30 luglio 2014

"TEMPU PERSU" CON PIETRO BARBARO AL GIARDINO CORALLO


E’ un appuntamento annuale, non manca mai. Eppure è ogni volta diverso. C’è una voce narrante che lega i “quadri” e i “quadri” raffigurano tutti Messina. Messina della mia infanzia, Messina della mia ignoranza! /Messina “gioie e dolori”, Messina coi figli tutti fuori! /Messina “Picchi a mia?”, Messina e cosi sia / Messina della mia famiglia, Messina della mia anima!

E’ “Tempu persu”, in scena venerdì 1° agosto alle ore 21:00 al Giardino Corallo. Cabaret, certo, ma cabaret intelligente, cabaret che si realizza “in presa diretta”, “nel contatto e nel dialogo con il pubblico, uno sguardo di uno spettatore, una smorfia, un sorriso, uno sbuffo e lo spettacolo si trasforma, trova una sua nuova vita”.

Parola di Pietro Barbaro, deus ex machina dello spettacolo, che in questa stagione è già salito sul palco del Corallo con Enrico Guarneri ne “Il malato immaginario” e che – confessa – tiene “particolarmente” al suo “Tempu persu”, presentato da “GT Angelo Maio”.

Tra le voci che si intercalano dal palco, quella della saggezza, l’età che fa capire l’insensatezza di troppe illusioni e ambizioni, di obiettivi tutti urgenti e nessuno davvero importante. Che racconta l’amore, l’amore epico, l’amore filiale, l’amore in famiglia, quello contrastato, l’amore dei grandi autori e quello dei versi zoppicanti di chi non è scrittore eppure deve cantarlo. 

E con Barbaro sul palco, per la regia di Giovanni De Francesco, ci sono Ketty Ragno, Pino Ricosta alle percussioni, Felice La Rocca al pianoforte, Angela Cundrò, Salvatore Barbaro, Maria Saccà (Audiolight al desk tecnico e costumi di Cettina Inferrera).

Informazioni e prenotazioni al botteghino h 18/22 - tel. 090.9071047 / 340.8542209. 


1 commento:

  1. Certamente sarà un approcciolo ampiamente sociale e corale,che scaturisce pur da una semplice risata del pubblico...; un teatro sociale,come tanti amici di Messina a me vicini ,abbiamo presso il teatro parrocchiale della chiesa S.Maria di Gesù in Provinciale, proposto liberamente...! Più numerosi gli attori che gli spettatori sparsi in platea e ben lieti di salire sul palco. L'apertura a riprendere un dialogo semplice e complesso è legata alla disponibilità,bravura di chi sa parlare e sorridere al centro del cuore della gente : in modo semplice e genuino...- Bene ! in fondo tale è l'anima del vero siciliano passionale,sicuro, spinto ad abbracciare altre proposte d'amore e di gioia del mondo attorno...! -Roberto Lo Presti -

    RispondiElimina