Breaking News

UNIONI CIVILI A MESSINA: INTERVENTI DI SEL, ARCIGAY E GIAMPIERO NERI


La coordinatrice provinciale di Sinistra Ecologia Libertà di Messina, Daria Lucchesi e la responsabile per i Diritti civili, Maria Pia Accordino intervengono oggi con una nota sul tema delle Unioni Civili in merito alla mancata approvazione di venerdì scorso da parte della IX Commissione Consiliare presieduta da Maria Perrone che ha parlato di “mancanza di rispetto istituzionale” per l'assenza del sindaco di Messina, Renato Accorinti. 

“Ancora una volta, la speranza dell’istituzione del Registro delle Unioni Civili a Messina resta disattesa. Noi non riteniamo di dovere e volere entrare nel merito delle responsabilità dell’ulteriore mancata approvazione, ma ci appelliamo, come Sel Messina, alla sensibilità della Commissione e di tutta l’amministrazione comunale affinché diventi realtà uno dei diritti che spettano in particolare alle persone con un orientamento omosessuale, troppo spesso bersaglio di diritti negati. Come è stato affermato nel Gay Pride di ieri, a Roma, non importa che uno sia eterosessuale, omosessuale o transessuale, l’importante è che i diritti siano uguali per tutti”.

Anche il presidente dell'Arcigay Makwan Messina, Rosario Duca ieri sera ha diramato una nota dove si legge: “Siamo dispiaciuti e rammaricati per quanto si è verificato. Abbiamo chiesto un incontro al sindaco Accorinti che ci ha dato immediata disponibilità. Certo, rimane l’amaro in bocca dopo questa battuta d’arresto nonostante l’impegno della Presidenza della IX Commissione. Ad ogni modo, accogliamo molto positivamente i segnali di apertura e disponibilità ricevute da più parti del Consiglio Comunale. Dalle interlocuzioni precedenti abbiamo avuto dimostrazione di non chiusura preconcetta verso l’istituzione di questo registro. La tematica dei diritti civili, così trasversali da non avere colore politico, è un argomento molto fertile e ben recepito nel Bel Paese, già sviluppato non solo nelle altre due città metropolitane (come in altri capoluoghi della Regione), ma che procede speditamente anche nella nostra provincia. Ci auguriamo che nell’interesse della cittadinanza messinese quest’incidente di percorso serva invece da stimolo per la ricerca di intesa e collaborazione tra Amministrazione e Civico Consesso”.

L'esperto alla Comunicazione del Comune di Messina, Giampiero Neri ha precisato ieri che, mentre era in corso la riunione del Consiglio Comunale, il sindaco Accorinti si trovava "nella stanza accanto con tutti i sindaci dell'Area metropolitana dello Stretto, ma la cosa più grave è che una commissione bocci il registro delle Unioni civili perché contraria" a prescindere secondo Neri e, quindi, "la presenza o meno del sindaco è fuffa" perchè "politicamente la Commissione ha fatto una scelta". "Adesso la delibera della Giunta, che è a favore del Registro delle Unione Civili, approderà in Consiglio Comunale e ogni consigliere se ne assumerà le responsabilità di fronte alla città", conclude Neri.

Intanto ieri si è svolta nella Capitale la parata dell'orgoglio Lgbt, alla presenza del sindaco di Roma, Ignazio Marino, il quale ha annunciato che "subito dopo il voto sul bilancio calendarizzeremo in Consiglio comunale la delibera sulle unioni civili, ma non è sufficiente. Dobbiamo spingere sul Parlamento affinché l'Italia superi questa vergogna di essere rimasta indietro rispetto al resto dell'Unione Europea. Stiamo facendo un lavoro legale - ha aggiunto Marino - per vedere se dal punto di vista giuridico è possibile trascrivere i matrimoni celebrati in altri paesi dell'Ue".


A.D.P.


Nessun commento