ore

Breaking

Post Top Ad

domenica 22 giugno 2014

TAOARTE "I SUONI DEL SILENZIO, CO-ESISTENZE"

Un format inedito, tutto made in Italy, con un'anima artistica internazionale. Un nuovo modo di concepire la musica e di darle eco unendo diverse forme artistiche con l'ambizione di dare vita a un linguaggio universale comune. È lo spettacolo "I Suoni del Silenzio. Co-Esistenze", un evento unico nel suo genere ideato da Vito Terribile, musicista, compositore, autore che, insieme all'israeliana Ilana Yahav, la sand artist più famosa al mondo, arriva al Teatro Antico di Taormina stasera, domenica 22 giugno alle ore 21:30, nell'ambito di Taormina Arte 2014. 


Mentre l'orchestra genera la sua "energia musicale", una mano segna velocissima i tratti di un racconto per immagini di sabbia proiettate su uno schermo gigante, in una curiosa, intrigante simbiosi. Musica e sabbia. Note e immagini. Suoni e emozioni per evocare la Terra, l'Acqua, il Vento, la Libertà, i Sogni, i Dubbi, l'Amore. Dopo la partecipazione straordinaria all'evento di Santificazione dei Papi con il brano inedito a loro dedicato, Animae Mundi, e dopo il buon successo registrato nella prima tappa del tour al Politeama di Palermo, Vito Terribile mette in scena adesso a Taormina il suo spettacolo "I Suoni del Silenzio. Co-Esistenze" per poi raggiungere Washington e Tel Aviv.

Il compositore-pianista Vito Terribile, autore delle musiche e l'Orchestra, diretta dal Maestro Francesco Marchetti, saranno affiancati da Ilana Yahav che, con la sua tecnica originale, tradurrà la musica in immagini di alta densità poetica utilizzando la sabbia, e realizzando quadri visivi che raccontano le suggestioni dei brani in scaletta. Per dare vita ad immagini su un tavolo retroilluminato trasparente, l'artista usa le mani mentre una telecamera posizionata sopra di lei mostra la creazione artistica proiettata su uno schermo gigante. Particolarissima e molto efficace è poi la scelta dei grandi musicisti coinvolti in sinergia con la Palermo Classica Simphony Orchestra: Michele Ascolese alle chitarre, il Gruppo femminile delle Green Clouds, Luca Leonori alla batteria e il soprano Sonia Sciamanna. Ciascun brano sarà introdotto in prosa da Corrado Tedeschi.

Cornice scenografica della serata saranno le opere dell'artista francese Serge Uberti, nel cui percorso creativo si rintraccia l'imprescindibile legame con i temi del viaggio esistenziale: una rilettura poetica della natura plasmata in opere scultoree fatte di pigmenti naturali e di materiali poveri, impreziositi da una tecnica particolarmente raffinata. 

"Vorremmo portare lo spettatore ad ascoltare la voce del cuore, del proprio cuore, in un'atmosfera surreale e intima, in cui una persona arriva a percepire la suggestione della propria natura, i suoi sentimenti più puri, i suoni. I suoni del silenzio, per l'appunto", spiega Vito Terribile. "Questi suoni ci portano, nei momenti più ispirati, alla riflessione su una parte fondamentale della nostra esistenza: le Co-esistenze con gli elementi base con cui ci rapportiamo dalla nostra genesi. Co-esistenza dell'essere umano con l'Universo della Natura, ma anche Co-Esistenza di ogni individuo e di ogni cultura con la sfera del 'sentire' verso l'equilibrio interiore, dai processi più travagliati dettati dai dubbi e dalle inquietudini, per approdare al valore delle proprie scelte interiori, dei propri sogni, della libertà, dell'amore."


Nessun commento:

Posta un commento