ore

Breaking

Post Top Ad

mercoledì 4 giugno 2014

PROCESSO TAV: #IO STO CON ERRI DE LUCA


In quasi tutte le Regioni d'Italia oggi e domani, associazioni, librerie, auditorium e teatri, sosterranno lo scrittore Erri De Luca organizzando eventi, presidi e letture dei suoi libri. Tante le iniziative in corso, come quella organizzata dal Movimento No Tav "Liberiamo le parole. In occasione dell'inizio del processo leggiamo tutti insieme le parole di Erri: davanti al Tribunale di Torino, nelle piazze italiane, nelle librerie, dovunque ci troviamo", un presidio per la libertà di espressione che si terrà domani, giovedì 5 giugno, alle ore 11:00, quando al Palazzo di Giustizia di Torino si aprirà l'udienza preliminare a Erri De Luca accusato di istigazione al sabotaggio per alcune dichiarazioni che aveva rilasciato a sostegno della comunità della Val di Susa, all'Huffington Post e all'Ansa: "La Tav va sabotata. Ecco perché le cesoie servivano: sono utili a tagliare le reti.. Hanno fallito i tavoli del governo, hanno fallito le mediazioni: il sabotaggio è l'unica alternativa".


L'appello in solidarietà dello scrittore vede tra i primi firmatari Asca­nio Cele­stini (arti­sta); Fio­rella Man­noia (can­tau­trice); Wu Ming (col­let­tivo di scrit­tori); Fabio Geda (scrit­tore); Ugo Zam­burru (psi­chia­tra); Luca Rastello (gior­na­li­sta); Andrea Doi (gior­na­li­sta); Fabri­zio Gatti (gior­na­li­sta); Lore­dana Lip­pe­rini (gior­na­li­sta); Haidi Gag­gio Giu­liani; Ful­vio Vas­sallo Paleo­logo (docente uni­ver­si­ta­rio); Maria Atta­na­sio (scrit­trice); Anto­nella Cilento (scrit­trice); Peppe Lan­zetta (scrit­tore); Alex Zano­telli; Isa Danieli (attrice); Titti Mar­rone (gior­na­li­sta); Fran­ce­sco Durante (gior­na­li­sta); Luciano D’Alessandro (foto­grafo); Ugo Mat­tei (docente); Pino Petruz­zelli (scrit­tore, attore e regi­sta); Luca Mer­calli (mete­reo­logo); Raf­faele K. Sali­nari (Terre des Hom­mes); Patri­zio Gon­nella (Anti­gone); Tom­maso Di Fran­ce­sco (Il Manifesto). "Tramite la minaccia dell'azione penale - scrivono nell'appello - si vuole impedire il diritto alla libera espressione del dissenso e della disobbedienza civile. Le idee e le parole, anche se disobbedienti, non possono essere processate". Per aderire all’appello scrivere indicando nome e cognome a: iostoconerri@gmail.com

Ieri è arrivato anche il comunicato della Feltrinelli, storica casa editrice dello scrittore: "Esprimiamo tutta la nostra solidarietà a Erri De Luca, di cui Feltrinelli è da venticinque anni l’orgoglioso editore. In un paese civile il dibattito culturale e politico non può prescindere dalla pluralità di opinioni e punti di vista, né si possono criminalizzare le espressioni di dissenso, le idee disobbedienti, le voci 'contro'".

In segno di solidarietà allo scrittore Erri De Luca sono tanti gli eventi su Facebook, ne segnaliamo alcuni: "Io sto con Erri De Luca #Esprimiamo la nostra solidarietà allo scrittore" creato per domani 5 giugno da Guendalina Mustica, fondatrice e curatrice della pagina "Il cenacolo intellettuale"; il reading letterario "Io sto con Erri De Luca - Acireale #Esprimiamo la nostra solidarietà allo scrittore" che si terrà oggi, mercoledì 4 giugno, dalle ore 17:00, alla piazzetta del Mulino di Santa Maria La Scala in Acireale, creato da Michele Alì, candidato sindaco del Comune di Acireale, nelle scorse elezioni amministrative con la lista "Acireale Bene Comune"; il reading "Noi stiamo con Erri De Luca", a partire dalle ore 19:00 di oggi, creato da Alessandra Notarbartolo dell'Associazione Mutazioni di Palermo; e "Letture a sostegno di Erri De Luca" organizzato dalla Libreria Vicolo Stretto di Catania che dedicherà questo pomeriggio a letture di estratti dei libri dello scrittore dalle 18:00 in poi.

Su Facebook  lo scrittore Erri De Luca ha commentato così la vicenda: "Ricevo l'incriminazione per avere istigato al sabotaggio della Tav in Val di Susa. Citano le mie parole a sostegno. Per uno scrittore il reato di opinione è un onore". E in un successivo post ha aggiunto: "Le mie parole sulla lotta contro la Tav in Val di Susa stanno tra virgolette nel capo di imputazione firmato dalla Procura di Torino. Quelle parole stanno tra virgolette come prova del crimine. Quelle mie parole stanno in manette tra le virgolette. Non posso scioglierle ma posso ribadirle. L'opera Tav in Val di Susa è di catastrofica nocività per aria, acqua, suolo e salute pubblica di quella terra, oltre che grottescamente inutile. Da recidivo delle mie convinzioni dichiaro che va fermata, arrestata e pertanto sabotata". E ancora: "Se mi condannano per istigazione alla violenza non farò ricorso in appello. Se dovrò farmi la galera per avere espresso una opinione, allora la farò".

Scrive lo scrittore nel suo sito: "A mia madre piaceva l’opera lirica, ne sapeva canticchiare molte arie. Negli anni ’60 nella casa entrò il primo grammofono e i dischi. Lei ascoltava più spesso “Andrea Chenier”. Ne ricordo ancora l’assolo del tenore: “Come un bel dì di maggio”, forse perché è il mio mese. Andrea Chenier, poeta francese, morì sulla ghigliottina durante la Rivoluzione Francese. Era giovane, di 31 anni. “E forse pria che l’ultima mia strofa sia finita mi annuncerà il carnefice la fine della vita”, gli faceva dire Luigi Illica, autore del libretto dell’opera. Andrea Chenier è stato il primo poeta che mi ha dato avviso dell’elevato rischio della sua professione. E poco dopo negli stessi anni conobbi il secondo caso di poeta condannato a morte: Federico Garcia Lorca, fucilato presso Granada nel 1936, il suo corpo sepolto senza nome. Poi il 1900 ha moltiplicato i poeti in prigione e sul patibolo. La poesia è diventata così voce sospetta, tenuta in conto dalle polizie, trascritta nei loro verbali. Senza volerlo il poeta è diventato avamposto di coscienza, in posizione esposta alle intemperie degli avvenimenti. La poeta polacca Wislawa Szymborska (1923-2012) ha scritto: “Conosciamo noi stessi solo fin dove siamo stati messi alla prova”. I poeti del 1900 hanno dovuto conoscere se stessi dentro il “fin dove” delle severe prove."

Si chiede, nei commenti posti sotto l'articolo, di inserire altri eventi e iniziative a sostegno dello scrittore Erri De Luca.



Antonella Di Pietro


Nessun commento:

Posta un commento