PRESENTAZIONE DELLA SILLOGE "FIL ROUGE" DI PINA MULONE' CASARAMONA - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

PRESENTAZIONE DELLA SILLOGE "FIL ROUGE" DI PINA MULONE' CASARAMONA

PRESENTAZIONE DELLA SILLOGE "FIL ROUGE" DI PINA MULONE' CASARAMONA

Share This
In copertina: "Mistero a Venezia" di Francesca Perini

Nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca a Messina, martedì 10 giugno, alle ore 18:00, avrà luogo la presentazione della raccolta di liriche di Pina Mulonè Casaramona "Fil Rouge", Armando Siciliano Editore. Oltre all'autrice e all'editore, interverrà all'incontro la pittrice Francesca Perina che ha curato la copertina del libro.

"Le poesie che compongono la silloge... costituiscono un piccolo canzoniere che, con accenti appassionati e talora carichi di sensualità, canta il sentimento più antico e più celebrato dell’umanità, l’Amore ... L’amore si colloca in una dimensione tra sogno e realtà e così viene vissuto nella vicenda personale della poetessa... Al presente, fatto di voci e di azioni meccaniche estranee alle esigenze dell’interiorità, viene contrapposta l’oasi... Sotto questo profilo nelle poesie si crea una marcata dicotomia giorno-notte ... Momenti in cui il cuore ... nonostante l’assordante silenzio del vivere, continua a sussurrare, gridare e urlare “i fremiti del suo sentire”, sembra attingere un’eterna giovinezza in slanci che ignorano “l’orologio della vita” e permettono di cogliere l’eternità di ogni singolo “attimo d’amore”... In questo stato riaffiorano tutte le fasi dell’amore a partire dal primo incontro con il recupero delle sensazioni incantate dell’innamoramento giovanile pronto a spiccare “il volo / dove il cielo è più cielo” (dalla Prefazione di Enza Domina).

Pina Mulonè Casaramona è nata in Sicilia, a Messina. Ha insegnato materie letterarie a Reggio Calabria e a Messina fino al 2008. Dopo la morte del marito, si è trasferita a Roma dove attualmente vive e si occupa di attività culturali. Ha già pubblicato la raccolta "Indulgentia" (Akron, Nizza di Sicilia 1992; Armando Siciliano, Messina 2014).


Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad