"LE ALI CONTINUANO A BATTERE": PAZIENTI ONCOLOGICI IN PASSERELLA AL PALACULTURA


Domani, sabato 14 giugno alle ore 20:00, l'oncologia incontra la musica, il teatro e la moda con "Le ali continuano a battere - Insieme per l'informazione, la prevenzione e la lotta alla malattia oncologica", dove i pazienti oncologici, per una sera, si trasformeranno in modelle e modelli sfilando sul palco del Palacultura di Messina per riflettere sulla prevenzione. Testimonial dell'evento l'attore Maurizio Marchetti. La serata sarà condotta dal giornalista Massimiliano Cavaleri.

Sono le ali della lotta alla malattia oncologica, sempre in movimento per fronteggiare una realtà apparentemente nascosta, ma di fatto sempre più diffusa. "Le ali continuano a battere" si propone di far conoscere tutti gli aspetti del "male del secolo". Sotto ogni punto di vista, dalla prevenzione alla gestione della malattia, con le sue sfaccettature spiegate attraverso le immagini del cinema, le note della musica, il fascino del teatro, i sapori della cucina.

Ma i veri protagonisti saranno coloro che in prima persona hanno vissuto questo dramma e hanno deciso di raccontarcelo attraverso il linguaggio della moda mettendo da parte l'imbarazzo della malattia per invitare a riflettere sugli aspetti psicologici del cancro e sull'importanza del laboratorio di trucco e parrucco inaugurato di recente all'Ospedale Papardo di Messina.

Sfileranno infatti indossando gli abiti dei brand di alcune tra le più note aziende messinesi, a testimoniare che ce la stanno mettendo tutta, e che hanno voglia di battere le loro ali, per vincere. Per farlo hanno bisogno di sostegno, di qualcuno che li guidi e cerchi di rendere meno pressante il pensiero della malattia.

Oltre alla sfilata ci sarà: l'esibizione teatrale dell'attrice Federica De Cola; una coreografia di Danzarte;  momenti musicali con i pianisti Dario Nicoletti e Francesco Allegra e il violinista Niccolò Pezzimenti; la proiezione del cortometraggio "Insieme" di Annamaria Liguori, presentato alla 70^ Mostra Internazionale D'Arte Cinematografica di Venezia, che narra una storia di tumore, con Giorgia Wurth, Euridice Auxen, Nicolas Vaporidis e Monica Scattini. Una storia toccante tratta da un epidosio vero: una donna si ammala di tumore e la sorella si rasa i capelli per comprare una parrucca uguale e stare il più possibile vicino alla familiare nel momento più brutto della sua vita.

L'intero ricavato della serata di domani, dal giornalista Massimiliano Cavaleri,  interamente dedicata alla prevenzione dei tumori, sarà devoluto alla Onlus ASSO - Associazione Siciliana Sostegno Oncologico che ha promosso l'evento patrocinato del Comune di Messina e organizzato dal vicepresidente del Consiglio comunale, Nino Interdonato, dall'oncologo, prof. Vincenzo Adamo, e dalla studentessa di medicina, Chiara Celano.

Infine, si terrà una tavola rotonda con la presenza tra gli altri della consigliera comunale e presidente della Commissione Sanità del Comune di Messina, Dott.ssa Rita La Paglia; del componente Commissione Sanità all'ARS, On. Beppe Picciolo; della socia fondatrice della Onlus Aig - Associazione Italiana Gist, Gabriella Tedone e dell'autrice del libro "Nutrizione e cancro" di Giovanna Cardile.

Nel corso della serata verranno presentate le progettualità e finalità dell'Associazione Siciliana Sostegno Oncologico, che si propone come obiettivo, quello di affiancare i pazienti oncologici attraverso una serie di iniziative. Una fra tutte, la realizzazione di un servizio che fornisca gratuitamente le parrucche alle donne sottoposte alle cure chemioterapiche.


A.D.P.


</div>

Commenti