Breaking News

LA NOTTE DI FUOCO DEL VULCANO ETNA


Nella serata del 14 giugno scorso, è cominciato un nuovo episodio eruttivo al Nuovo Cratere di Sud-Est (NSEC), del Vulcano Etna che è tuttora in corso. L'attività è caratterizzata da quasi continue esplosioni stromboliane e piccole fontane di lava pulsanti, l'emissione di cenere fine e diluita, e un trabocco lavico dall'orlo sud-orientale del cratere, che forma una colata di lava in discesa sulla parete occidentale della Valle del Bove. 

Il trabocco di lava è iniziato nel mattino del 15 giugno, percorrendo la fenditura apertasi sul fianco del cono del NSEC durante il parossismo del 28 novembre. L'attività esplosiva sta avvenendo da tre bocche all'interno del cratere. L'accumulo di materiale piroclastico di ricaduta intorno al cratere hanno portato alla crescita del cono soprattutto nel suo settore orientale, riempendo parzialmente le fenditure formatesi sull'alto fianco nord-orientale del cono durante gli episodi eruttivi di fine dicembre 2013 e gennaio-marzo 2014.

L'ampiezza del tremore vulcanico ha mostrato un forte incremento durante la notte del 14-15 giugno ed è successivamente rimasta stazionaria su un livello medio alto. Piove cenere lavica dall’Etna dopo che il nuovo cratere di Sud-Est tuona dal primo pomeriggio. Sono forti i boati e l’attività stromboliana è entrata nel vivo con fontane di lava ed emissione di cenere. C’è anche una colata lavica, discretamente alimentata, che si sta facendo strada ma che al momento rimane confinata all’area sommitale del vulcano.

Intanto all'aeroporto Bellini di Catania Fontanarossa, pienamente operativo, sono chiusi da ieri gli spazi aerei uno e due con 8 voli dirottati ed uno cancellato: sei a Palermo, uno a Comiso e un altro a Malta. Invece è stata del tutto annullata la partenza per Milano-Malpensa di Air One prevista per le 15,25 e ad influire sulla scelta della direzione dell’aeroporto di Fontanarossa sono state anche le avverse condizioni meteorologiche, un violento acquazzone che si è abbattuto su Catania.


Nessun commento