DARIO FO TORNA SU RAI1 CON "LU SANTO JULLARE FRANCESCO" - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

DARIO FO TORNA SU RAI1 CON "LU SANTO JULLARE FRANCESCO"

DARIO FO TORNA SU RAI1 CON "LU SANTO JULLARE FRANCESCO"

Share This
"È stata dura, ma dopo sette anni di porte sbattute in faccia e di funzionari che sparivano dopo il primo incontro, finalmente siamo riusciti a riportare Dario in televisione, con lo spettacolo "Lu Santo Jullàre Françesco", domenica 22 giugno, alle ore 21.25 su Rai 1, una prima serata, di respiro culturale nel bel mezzo dell’orgia del calcio mundial", a parlare Jacopo Fo, figlio del Premio Nobel per la Letteratura assegnatogli con la seguente motivazione: "Perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi".


"Lu Santo Jullàre Françesco" è un monologo in cui prende vita un’a intera serie di personaggi dell’'Italia medievale: Papi e Cardinali, soldati sui campi di battaglia, contadini e venditori al mercato, monaci e cavapietre. Dario Fo ne ha ha riscritto il testo in una lingua più accessibile, ma sempre mirabolante. Le riprese sono state effettuate negli studi Rai di Napoli, con la partecipazione di un pubblico grandioso ed entusiasta: mille persone a sera per 3 sere consecutive. Il ritorno di Fo sulla Rai è un evento per chi lo ama e per chi ama il teatro. Da molti anni si è valutato che il teatro non potesse andare più in onda in prima serata, "per ragioni di audience… complici i sistemi di rilevamento che non vedono una parte del pubblico (i diversi… noi…), si è rinunciato a offrire una delle forme di arte più potenti agli occhi e alle orecchie dei teledipendenti", spiega Jacopo Fo. 

"Quindi è in ballo una scommessa, - aggiunge - tra chi pensa che lo spettacolo raccoglierà una misera percentuale della platea televisiva e chi come noi è convinto che si possa ottenere un risultato in termini di puri ascolti comunque più alto. Ed è chiaro che se riusciremo a portare davanti alla tv un gran numero di persone otterremo la possibilità di far trasmettere sui canali Rai anche gli altri spettacoli che in questi sette anni Dario Fo e Franca Rame hanno registrato (a loro spese) e che sono ancora nei cassetti… E inedite sono restate anche decine di lezioni di Dario e Franca sul teatro e una eccezionale storia d’Italia degli ultimi 50 anni raccontata da chi l’ha vista da un palcoscenico montato in una casa del popolo, una fabbrica occupata, una piazza gremita di persone e striscioni di protesta… Quindi se vuoi darci una mano fai sapere ai tuoi amici che Dario sarà in tv. - propone Jacopo che invita a  "guardare la trasmissione da un computer. Così si vede che la stai guardando e freghiamo l’Auditel che non ci rileva! Se un milione di computer si collegheranno non ci saranno dubbi sul fatto che il teatro ha diritto di esistere in televisione".

"Aggiungo solo una nota sulla follia del mondo… - conclude Jacopo Fo - Vi ricordate perché Dario e Franca vennero cacciati per l’ennesima volta dalla Rai? La colpa imperdonabile fu quella di aver proposto uno spettacolo nel quale si sosteneva che il grande Giotto non era l’autore dei dipinti della Basilica superiore di Assisi. Al vescovo dava fastidio che si affermasse un’idea che peraltro era condivisa pure dagli stessi frati francescani di Assisi. Meno male che questi 7 anni di censura inflitti a Dario Fo, colpevole di lesa maestà pittorica (!!!), sono finiti!".

Per vedere Rai1 in streaming domenica sera cliccate qui


A.D.P.

Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad